Notizie

Torna all’elenco delle notizie

  • Grosseto – martedì 26 gennaio 2016, ore 09:30

    Giornata della memoria 2016: “Guardare le cose con altri occhi” …e scoprire segni della grande storia nella Cittadella degli studi

    Le istituzioni che progettarono la Cittadella degli Studi vollero che vi abitassero idealmente persone appartenenti alla storia della costruzione della democrazia. La toponomastica e il monumento collocato accanto a edifici scolastici e impianti sportivi ricordano la conquista della libertà, dopo l’esperienza di un conflitto devastante, guerra di Liberazione e guerra civile. I nomi sono quelli di antifascisti, caduti nella Resistenza in Italia o in altri paesi europei o deportati nei campi di sterminio del terzo Reich.

    Alla Giornata della Memoria 2016 attribuiamo il significato di una appropriazione della Cittadella degli studi come luogo di una memoria viva: memoria scritta “nelle pietre” e, da un quindicennio, nelle stanze dell’Istituto storico della Resistenza.
    Grazie al lavoro dell’ultimo anno nuove ricerche hanno ricostruito la vicenda della progettazione del Monumento al deportato, opera di una studentessa negli anni Ottanta. Di quelli che ancora per molti sono nomi ignoti sappiamo raccontare, almeno in parte, le storie di vita. Le biografie conducono verso altri luoghi, quelli del loro vissuto a Grosseto e nel territorio provinciale, in una fitta rete di relazioni con le comunità locali, ma anche con territori distanti. Furono le mete dell’emigrazione, i teatri di guerra dell’Europa, i campi di prigionia, destino comune di tanti giovani europei.
    È cresciuta nel tempo la conoscenza storica. Dovremmo usarla anche per “guardare con altri occhi” i paesaggi che spesso si visitano distratti, per scoprirvi o riscoprirvi le tracce del tempo.

    >>> Scarica l’invito

     

    PER LE CLASSI DELLA SCUOLA SECONDARIA INFERIORE
    26 gennaio, Ore 10-13, Cittadella degli Studi
    Visita guidata a un luogo della memoria da scoprire
    La toponomastica della Cittadella degli Studi
    Il monumento ai Martiri dell’Antifascismo e della Resistenza (monumento ai deportati)

    PER LE CLASSI IV E V DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE
    27 gennaio, Ore 9,30, Aula Magna del Polo liceale “P. Aldi”
    “Guardare le cose con altri occhi” 

    Saluti:
    Roberto Mugnai | Dirigente Polo liceale
    Emilio Bonifazi | Sindaco e Presidente della Provincia di Grosseto
    Antonella Gedda | Ufficio scolastico provinciale
    Silvia Sordini | Presidente della Delegazione Cesvot di Grosseto
    Nello Bracalari | Presidente ANPI Comitato prov.le “N. Parenti” di Grosseto

    Luciana Rocchi | Direttrice ISGREC
    Da Grosseto ai lager: ricerca storica e segni di memoria per la conoscenza della deportazione locale

    Maria Paola Mugnaini e Pietro Pettini
    Passi nella memoria: la riscoperta del progetto del monumento ai deportati grossetani

    Elena Vellati | ISGREC
    Arte, memoria, storia della deportazione: esperienze didattiche

    Barbara Solari | ISGREC
    Nuovi linguaggi per fare storia e trasmettere memoria: www.cantieridellamemoria.it

    Info e prenotazioni (fino a esaurimento posti):
    Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea
    via de’ Barberi 61 | 58100 Grosseto
    tel/fax 0564 415219
    segreteria@isgrec.it | www.isgrec.it

    Tipologia: Base di dati. Conferenza. Eventi e News. Formazione. Giorno della memoria. Istituti associati. Progetto. Ricorrenze. Sito web.

    Notizia inserita da:
    Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea

stampa clandestina
Privacy&Cookie | Accessibilità | Team | Credits | On line dal 17-12-2005