Notizie

Torna all’elenco delle notizie

  • Grosseto – domenica 28 aprile 2013, ore 08:00

    28.04.2013 – Per la Festa della Liberazione

    Il 27 febbraio 2008 Marco Grilli, ricercatore dell’ISGREC e autore della ricerca storica sui Martiri d’Istia, raccolse la preziosa testimonianza di Ernesto Simoni, all’epoca dei fatti  adolescente di Istia d’Ombrone, che ha permesso di ricostruire il percorso compiuto da alcuni cittadini di Istia al seguito del parroco del paese, Don Omero Mugnaini, che si ribellò alla  volontà delle autorità fasciste di seppellire i corpi sul luogo dell’uccisione, Maiano Lavacchio, in una fossa comune. Simoni fece parte del mesto e coraggioso corteo che accompagnò  le salme degli undici giovani, che avevano pagato con la vita la scelta di non prendere le armi al servizio della R.S.I. “Voi occupatevi dei vivi, che dei morti me ne occupo io”. Sono le parole con cui Don Mugnaini replicò seccamente ai fascisti: un gesto di umanità nell’Italia dilaniata dalla guerra civile. I “ragazzi” furono trasportati su cinque carri al cimitero di Istia e lì sepolti dopo una semplice cerimonia, strettamente vigilata.

    Sul luogo dell’eccidio l’Isgrec ha organizzato un’iniziativa commemorativa.

    Maiano Lavacchio, 28 aprile 2013, ore 11

    22 marzo 1944: 

    Meditate che questo è stato

     

    Reading a cura dell’Isgrec con:

    Enrica Pistolesi (Teatro Studio), Luca Bonelli

    la chitarra di Michele Lipparini

    Scelta dei testi di Marco Grilli

    L’Isgrec, in collaborazione con  FIAB, UISP, Grossetociclabile e FestivalResistente, propone inoltre di arrivare a Maiano Lavacchio ripercorrendo in bicicletta il percorso del corteo che accompagnò le salme degli 11 giovani, prima tappa verso una riqualificazione e una più ampia fruizione di questo prezioso “sentiero della memoria”.

    Programma del percorso ciclistico

    Pedalare, Resistere, Pedalare. Percorsi di Liberazione

    Ore 8:30 Ritrovo e iscrizione presso il Cassero Senese (Mura medicee di Grosseto)

    Ore 9:00 trasferimento in bicicletta a Istia d’Ombrone (punto d’arrivo Piazza della Chiesa) da dove, dopo una breve presentazione, inzierà il percorso storico che porterà i partecipanti a Maiano Lavacchio.

    Ore 11: arrivo a Maiano Lavacchio

    E’ previsto il rientro in città per strade secondarie che lambiscono la macchia di Montebottigli, luogo ancora oggi impervio e solitario, dove furono arrestati  gli 11 Martiri d’Istia, ma che fu rifugio anche per molti altri giovani, partigiani o renitenti alla leva, nei giorni della guerra di Liberazione.

    Da Maiano Lavacchio a Grosseto possibilità di itinerario che ripercorre sentieri e stradelli che si addentrano nella macchia di Montebottigli. Itinerario impegnativo riservato a mtb, per il fondo e il dislivello richiede un discreto allenamento e padronanza della bici

    Traccia del pervorso su:   http://www.gpsies.com/map.do?fileId=uoqrmwnffevpiamt

      

    Info: www.isgrec.it – www.grossetociclabile.it – www.fiab-onlusit – www.uisp.it

    Per iscrizioni all’escursione ciclistica 3292157746

    Chi vuole può pranzare al ristorante di Maiano Lavacchio

     

    Tipologia: 25 Aprile. Concerti/Letture. Eventi e News. Istituti associati. Spettacolo.

    Notizia inserita da:
    Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea

CAS
stampa clandestina
Privacy&Cookie | Accessibilità | Team | Credits | On line dal 17-12-2005