Notizie

Torna all’elenco delle notizie

  • Onna (AQ) – mercoledì 11 giugno 2014, ore 18:00

    70° anniversario della strage di Onna

    Il 70° anniversario della strage di Onna  viene ricordato con una serie di eventi:

    – Ore 18:00 – Casa della Cultura di Onna

    Inaugurazione mostra fotografica con immagini d’epoca della strage, di Cesare Zugaro e  foto dell’intervento post sisma della Germania in aiuto a Onna, di Carlo e Valentina Cassano; l’altra sul periodo medioevale a Onna e circondario, a cura del professor Fabio Redi dell’Università dell’Aquila.

    Sarà visibile anche una sezione sulla storia sismica della zona dell’Aquila.

    Alle 18.45 a Casa Onna presentazione del libro “Wir Fur Onna, cronaca di una amicizia” sull’intervento della Germania a Onna nel post terremoto, a cui seguiranno interventi di autorità italiane e tedesche.

     

    Presentazione del volume “Wir für Onna -Cronaca di una amicizia: l’intervento tedesco ad Onna dopo il sisma del 2009” di Giustino Parisse

     

    Il 2 giugno 1944 alcuni guastatori tedeschi rimasti ad Onna, tentarono di catturare Nino Ludovici che aveva avuto una colluttazione con un militare della Wermacht per evitare la requisizione di un suo cavallo. Non trovandolo venne fermata la sua presunta fidanzata, la giovane Cristina Papola, che fu torturata inutilmente perché rivelasse dove si era nascosto l’autore del ferimento e uccisa in strada.

    L’11 giugno intervennero soldati della 114a Jaegerdivision (la stessa della strage di Filetto del 7, quando vennero trucidati 17 civili) che, pur non trovando Nino Ludovici (che si era rifugiato in montagna con i partigiani), operarono una retata arrestando ventiquattro persone.

    I prigionieri furono rinchiusi nell’abitazione di Biagio Ludovici e sottoposti a interrogatorio. Alcuni -vecchi e invalidi- furono rilasciati, mentre ai parenti dei quattordici rimasti nelle mani dei Tedeschi fu dato un ultimatum: in cambio della vita dei loro congiunti avrebbero dovuto consegnare la madre e la sorella di Nino Ludovici.

    Le due donne, verso sera, furono prelevate di forza dai loro stessi compaesani e consegnate ai Tedeschi, che le unirono ai rastrellati.

    Nelle prime ore della notte  i sedici ostaggi vennero uccisi e la casa  fatta saltare con alcune mine.

    Tipologia: Educazione alla cittadinanza. Eventi e News. Istituti associati. Luoghi di memoria.

    Notizia inserita da:
    Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea

stampa clandestina
Privacy&Cookie | Accessibilità | Team | Credits | On line dal 17-12-2005