Notizie

Torna all’elenco delle notizie

  • Tarcento (Udine) – sabato 27 settembre 2014, ore 09:30

    Estate-autunno 1944: La Zona Libera del Friuli Orientale. Convegno di studi storici.

    Sabato 27 settembre, alle ore 9.30, a Tarcento, in provincia di Udine, presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo, si svolgerà la seconda giornata (prima giornata a Cividale del Friuli, 26 settembre 2014) del  Convegno di studi storici “Estate-autunno 1944: la Zona Libera del Friuli Orientale”  organizzato dall’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione, l’ ANPI provinciale di Udine, l’Associazione Partigiani Osoppo-Friuli e con il Patrocinio dei Comuni di: Attimis, Cividale del Friuli, Faedis, Lusevera, Nimis, Povoletto, Pulfero, Remanzacco, San Pietro al Natisone, Taipana, Tarcento, Torreano. Con il sostegno della regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla Cultura.

    Programma della seconda giornata:

    1.  La vita civile nei comuni della Zona Libera. Elezioni e il ruolo del CLN militare della Zona Libera e quello dei CLN comunali, a cura di Flavio Fabbroni.

    2. Il ruolo e la posizione del clero di fronte alla costituzione della Zona Libera, a cura di Fabio Verardo.

    3. La reazione nazista: l’incendio di Subit di Attimis (29 luglio, trenta case bruciate), l’eccidio di Torlano (25 agosto, 36 civili), di Nongruella (29 settembre, 5 civili), di Nimis, Attimis e Faedis (30 settembre, 30 civili). Il grande rastrellamento di fine settembre 1944, l’incendio dei paesi di Nimis, Attimis, Faedis, Masarolis e Sedilis. Le deportazioni, a cura di Giancarlo Bertuzzi.

    4. Riflessioni conclusive, a cura di Paolo Pezzino.

    Quest’anno ricorre il 70° anniversario della grande stagione della Resistenza italiana, ricorrenza che in tutto il nostro Paese vede una ripresa di iniziative tese a ricordare i momenti alti e più significativi di quel grande movimento popolare per la conquista della pace, della libertà e della democrazia che si sviluppò anche in Friuli. Una delle più alte realizzazioni della Resistenza friulana fu la Zona Libera del Friuli Orientale, conosciuta anche come Zona Libera di Nimis, Attimis e Faedis, frutto della collaborazione fra formazioni partigiane osovane e garibaldine e dell’unità della Resistenza. E’ per non perdere la memoria di una delle pagine più importanti della storia della nostra gente, che le Amministrazioni comunali del territorio, le Associazioni partigiane dell’ANPI e dell’APO e l’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione, con il sostegno dlel’Amministrazione Regionale, hanno programmato una serie di iniziative tese ad una corretta comprensione delle vicende storiche del proprio territorio nel contesto della più grande tragedia che fu la la seconda Guerra mondiale, con l’obbiettivo di farle diventare un’occasione per l’educazione ai valori della pace e per lo sviluppo di una coscienza civile.

     

     

    Tipologia: Convegno. Eventi e News. Istituti associati. Ricorrenze.

    Notizia inserita da:
    Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione

Accessibilità | Team | Credits | On line dal 17-12-2005