Tre viaggi studio sull’Appennino

Tre viaggi studio sull’Appennino

Sono in partenza tre i viaggi di studio organizzati da Vaggi della Memoria e copromossi da Istituto storico di Modena:

La Linea gotica modenese e bolognese 24 – 26 novembre 2017

La Repubblica di Montefiorino 1 – 3 dicembre 2017

Attraverso la Linea. Sulle orme del comandante Armando dalla Repubblica di Montefiorino oltre la Gotica 7 – 11 dicembre 2017

Per info e prenotazioni contattare
Istoreco 
viaggimemoria@istoreco.re.it
Tel: 3316171740


24 – 26 novembre 2017

La Linea Gotica è stata l’ultimo baluardo di difesa tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale. Sul suo tracciato, tra La Spezia e Pesaro, hanno combattuto soldati di oltre 30 paesi. In particolare l’Appennino emiliano è stato al centro di grandi battaglie e di una strenua lotta di Resistenza. Con questo viaggio ripercorreremo le vicende del 1944-1945, seguendo i partigiani della Divisione Modena attraverso la Linea Gotica. Visiteremo i musei storici di Montecreto, Trignano e Montese; guarderemo la valle del Panaro dal Castello di Sestola; seguiremo i sentieri partigiani fino a Lizzano in Belvedere, dove i partigiani di “Armando” si aggregarono alla V armata americana. Avremo poi la possibilità di visitare le valli del Cimone, ricche di bellezze naturali e di specialità gastronomiche, nello splendido scenario dell’autunno. Non un semplice viaggio, ma un esperienza di formazione storica e civile; e di immersione nel patrimonio naturale e culturale.

1 – 3 dicembre 2017

Nell’estate 1944 i partigiani conquistarono un’ampia zona di territorio sull’Appenino tra Modena e Reggio Emilia e diedero vita a un primo esperimento di zona libera, la “Repubblica Partigiana di Montefiorino”.
Con questo viaggio ripercorreremo le loro gesta, sulle orme del comandante Mario Ricci “Armando” e dei suoi uomini. Seguiremo le strade impervie della Resistenza, raccontando le storie di “Milena”, “Mario”, “Carlo” e tanti altri. Visiteremo luoghi di grande significato simbolico, come Monchio di Palagano, paese vittima della strage nazista del 18 marzo 1944; la Rocca di Montefiorino, fulcro della Repubblica e oggi sede del Museo della Resistenza (completamente rinnovato nel 2015); gli ospedali partigiani di Fontanaluccia, dove la carità cristiana si fondeva con l’antifascismo. Avremo poi la possibilità di visitare le valli del Dolo e del Dragone, ricche di bellezze naturali e di specialità gastronomiche, nello splendido scenario dell’autunno. E di ripercorrere una storia millenaria, dalle Mummie di Roccapelago alla badia matildica di Frassinoro, dalle terre dei Montecuccoli ai canti del Maggio di Villa Minozzo. Non un semplice viaggio, ma un esperienza di formazione storica e civile; e di immersione nel patrimonio naturale e culturale.

7 – 11 dicembre 2017

L’Appennino emiliano è stato al centro della seconda guerra mondiale e della Resistenza italiana. A Montefiorino è nata nel giugno 1944 una delle prime e più importanti esperienze di “Repubbliche partigiane”. E sulla Linea Gotica, dove il fronte si attesta nell’estate 1944, hanno combattuto soldati di oltre 30 paesi. Il nostro viaggio seguirà le orme del comandante Mario Ricci “Armando”, iniziatore della Resistenza nella valle del Panaro, poi protagonista della zona libera, quindi combattente sulle colline bolognesi, fino al congiungimento con le truppe americane della V armata. Visiteremo musei storici e luoghi di memoria, percorreremo i sentieri partigiani, troveremo castelli, case torri e metati. Racconteremo storie straordinarie, da Matilde di Canossa ai Montecuccoli, dai maggi di Villa Minozzo all’internazionale di Gazzano. Avremo poi la possibilità di visitare le valli del Dragone e le pendici del Cimone, ricche di bellezze naturali e di specialità gastronomiche, nello splendido scenario dell’autunno. Non un semplice viaggio, ma un esperienza di formazione storica e civile; e di immersione nel patrimonio naturale e culturale.

Contenuti correlati

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

stampa clandestina
Accessibilità | Team | Credits | On line dal 17-12-2005