Giorno del Ricordo

In occasione del Giorno del Ricordo l’Irsifar organizza, per gli studenti di scuola secondaria di secondo grado, l’incontro dal titolo “L’esodo dalla Venezia Giulia e l’accoglienza in Italia. Il caso del Villaggio Giuliano-Dalmata di Roma” con Emiliano Loria (Società degli Studi Fiumani)

locandina-12-febbraio

 

Proiezione del film “1945″ di Ferenc Török

Nell’ambito della Settimana della memoria l’Irsifar invita alla proiezione del film “1945″ del regista Ferenc Török.

In un afoso giorno del 1945, mentre gli abitanti di un villaggio ungherese si preparano per il matrimonio del figlio del vicario, un treno lascia alla stazione due ebrei ortodossi. Sotto lo sguardo vigile delle truppe occupazioniste sovietiche i due scaricano dal convoglio due casse misteriose e si avviano lentamente verso il paese.

Introduce il film Massimo Righetti (Mariposa Cinematografica).

Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.

invito-29-gennaio

 

Presentazione di “Criminali nel campo di concentramento di Bolzano” di Costantino Di Sante

Nell’ambito degli eventi organizzati per la Settimana della Memoria 2019, martedì 22 gennaio alle 17.00, Irsifar e Aned presentano il volume di Costantino Di Sante “Criminali nel campo di concentramento di Bolzano”, Edition Raetia.

presentazione-di-sante-bolzano

comunicato-stampa-libro-costantino

Memorie d’inciampo a Roma. Decima edizione

Martedì 15 gennaio e mercoledì 16 gennaio, verranno posate le pietre d’inciampo a Roma, alla presenza dell’artista Gunter Demnig, nei Municipi I, II, III, V, VIII, XII, XIII.

Inaugurazione martedì 15 gennaio alle ore 13.30, via Madonna dei Monti, 82.memorie-dinciampo_invito2019

Inaugurazione mostra “Il ’68 di carta” 15 dicembre 2018

Sabato 15 dicembre 2018, presso la biblioteca del Villino Corsini a Villa Pamphili, verrà inaugurata la mostra curata dall’Irsifar “Il ’68 di carta”. La mostra sarà visitabile gratuitamente fino al 20 gennaio 2019.

img-20181219-wa0001

COMUNCIATO DELLA CASA DELLA MEMORIA A PROPOSITO DEI FATTI DEL RIONE MONTI

La Casa della Memoria e della Storia di Roma, con Irsifar e tutte le sue associazioni esprimono sdegno e condanna per quanto accaduto al Rione Monti nella notte del 10 dicembre scorso.

Il vile gesto di ignoti criminali che hanno divelto e rubato 20 pietre d’inciampo è uno sfregio non solo al dolore privato di due famiglie, Di Consiglio e Di Castro, falcidiate dalla razzia e dallo sterminio, ma anche al cuore della Comunità Ebraica e dell’intera città di Roma che all’odio razziale e alla ferocia nazifascista ha pagato un prezzo altissimo.

Un atto che non appare isolato, ma che s’inserisce in un inquietante clima di antiebraismo, violenza e intimidazione. Questa temperie, costellata di gesti che per numero e obbiettivi sembrano frutto di una regia ideologica, ma non meno gravi e preoccupanti se fossero, come qualcuno vuole derubricarli, “bravate estemporanee”, rafforza in noi la volontà e l’impegno di promuovere la memoria di quanto accaduto nel passato, di onorare il ricordo delle vittime, di lavorare, a partire dalle nuove generazioni, al rafforzamento dei valori che ci tengono insieme come cittadini e, semplicemente, come persone.

L’arma per sradicare i semi del male che da più parti vediamo germogliare è continuare a piantare i semi della conoscenza, della riflessione e del dialogo.

Anche se divelte, queste pietre continuano ad essere davvero d’inciampo: un forte risveglio per le coscienze di quanti pensano che siamo al riparo dall’orrore che fu.

Seminario “Archeologia, patrimonio culturale , storia della Libia dal secondo dopoguerra

Nell’ ambito del corso di formazione “Colonialismo italiano e razzismi”, giovedì 15 novembre 2018 alle 15:30 è previsto il seminario

“Archeologia, patrimonio culturale, storia della Libia del secondo dopoguerra”.

Interviene Oliva Menozzi (Università di Chieti) ; coordina Costantino Di Sante curatore della mostra “L’occupazione Italiana in Libia. Violenza e colonialismo (1911-1943)”.