XXV Convegno Internazionale “Il corpo liberato: per una semantica storica della fisicità”

Si svolgerà a Rocca Grimalda dal 25 al 27 settembre la  XXV edizione del Convegno Internazionale del XXV Convegno Internazionale “Il corpo liberato: per una semantica storica della fisicità”, organizzato dal Laboratorio Etno-antropologico di Rocca Grimalda in collaborazione con l’Isral. Il convegno si articolerà in quattro sessioni:

venerdì 25 settembre pomeriggio alle ore 15, sessione plenaria;

sabato 26 settembre:   Ore 9 – sessione mattutina. Ore 14,30 – sessione pomeridiana. Ore 18,30, Sale espositive di Palazzo Borgatta, inaugurazione della mostra Corpi pensanti a cura di Filippo Mollea Ceirano

domenica 27 settembre:  Ore 9 – sessione mattutina.

I lavori del corso si svolgeranno nelle Cantine di Palazzo Borgatta di Rocca Grimalda (AL), piazza Senatore Borgatta 1. Il convegno si terrà in presenza nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti.

Il convegno ha valore di corso di aggiornamento. E’ possibile effettuare l’iscrizione sulla piattaforma SOFIA, codice: 48644. Per i docenti non iscritti alla piattaforma alleghiamo la scheda di iscrizione che andrà inviata via mail all’indirizzo: didattica@isral.it. La registrazione delle presenze si terrà, come gli anni scorsi, a Rocca Grimalda in Palazzo Borgatta. L’Isral è ente riconosciuto dal Miur per la formazione dei docenti in quanto aderente all’Istituto nazionale Ferruccio Parri che con la rete degli Istituti associati ha ottenuto il riconoscimento di agenzia formativa, con DM 25.05.2001, prot. n. 802 del 19.06.2001, rinnovato con decreto prot. 10962 del 08.06.2005, accreditamento portato a conformità della Direttiva 170/2016 con approvazione del 01.12.2016 della richiesta n. 872 ed è incluso nell’elenco degli Enti accreditati. Si ricorda che i convegni e tutte le attività per gli insegnanti organizzate dall’Isral consentono la richiesta di esonero dal servizio per aggiornamento professionale.

brocure-2v

brocure22v

Incontri con gli autori a San Salvatore

L’Isral collabora con il Comune di San Salvatore per la rassegna “Incontri con gli autori – A tutto Volume”. Il 31 agosto, alle ore 21, nel giardino di Casa Barco (Biblioteca di San Salvatore) Raffaella Romagnolo presenterà il suo libro Destino (Rizzoli, 2018). In dialogo con lei, Daniele Borioli, Presidente dell’Associazione Memoria delle Benedicta. L’evento si terrà all’aperto nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza.31-agosto

In collina dalle storie alla storia: quinto appuntamento

Abbiamo scelto la cornice del cortile della Biblioteca di San Salvatore per la presentazione del numero 67 della nostra rivista semestrale “Quaderno di storia contemporanea”, edita grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, che si terrà lunedì 24 agosto alle ore 21. All’incontro, coordinato da Laurana Lajolo e da Mariano Santaniello, interverranno alcuni autori.

Il 67° Quaderno di storia contemporanea, Spazio Città Ambiente,  affronta il complesso tema del governo dello spazio urbano e dell’antropizzazione del territorio, con una particolare attenzione al contesto alessandrino. Nella prima sezione – Urbanistica e politica ­– Mariano Santaniello e Francesco Indovina dialogano sull’urbanistica a partire dall’assenza nel dibattito pubblico del tema della progettazione degli spazi urbani; Marcello Ferralasco ricostruisce le vicende storiche del piano regolatore di Alessandria; Roberto Lasagna riflette su come il cinema si sia occupato di questi temi a partire dal film di Rosi, Mani  sulla città. Tatiana Agliani, nell’inserto fotografico, ci dà un saggio per immagini di come la fotografia italiana abbia interpretato il territorio urbano. Nella sezione Lo spazio pubblico Sergio Boidi, interrogandosi attorno alla crisi dell’urbanistica, indica la necessità di riarticolare un discorso attorno allo spazio quale bene pubblico; Luciana Ziruolo riflette, avvalendosi del dibattito attuale in corso fra storici e geografi, su come la contemporaneità abbia visto stravolte le relazioni tradizionali fra la città e il suo territorio. Stefano Leardi ci restituisce la riflessione filosofica più aggiornata sul tema. Nella sezione Antropizzazione del territorio i saggi di Fabio Luino, Carlo Piccini e Patrizia Buzzi ricostruiscono, dandoci anche conto dei problemi oggi aperti, l’evoluzione del dissesto idro-geologico del territorio alessandrino mentre Laura Erbetta e Alberto Maffiotti si soffermano sugli importanti impatti che il cambiamento climatico sta avendo sulla coltura della vite nel territorio del Piemonte meridionale. Infine nella sezione Donne e storia Laurana Lajolo e Luciana Ziruolo ricordano la figura di Marisa Ombra e Anna Bravo (Ziruolo con un saggio sulla presenza delle donne nel movimento resistenziale della nostra provincia; Lajolo con un profilo di Marisa Ombra e una riflessione sulle innovazioni nel campo degli studi resistenziali apportate da Anna Bravo).

LOCANDINA_BASE

Incollina dalle storie alla storia: quarto appuntamento.

Per la rassegna estiva dell’Isral In collina dalle storie alla storia, Cesare Panizza prosegue gli incontri di presentazione del suo libro  Dalle belle città date al nemico. Il Partigianato in provincia di Alessandria.  (Alessandria, Falsopiano, 2020). Il libro sarà presentato a Rocchetta Ligure venerdì 21 agosto alle 18 al Museo “GB Lazagna – Resistenza e vita sociale in Val Borbera”,  nella sala incontri di  Palazzo Spinola, un luogo particolarmente significativo per la storia del movimento resistenziale in provincia di Alessandria.

Come tutti gli eventi della rassegna  anche questo si svolgera nel rispetto delle prescrizioni dovute all’emergenza Covid.  Per informazioni e prenotazioni tel.0143 90004,  email: museo.rocchettaligure@gmail.com

Catalogato un prezioso nucleo di libri antichi nella biblioteca dell’Isral

Non tutti sanno  che la biblioteca dell’Isral possiede anche libri antichi, cioè, secondo le convenzioni biblioteconomiche, stampati prima del 1831. Si tratta di un nucleo che fa parte del fondo Dossena, già di per sé di alto valore storico perché testimonianza delle letture e dell’universo culturale di una famiglia che svolse un ruolo di primo piano nel Risorgimento Alessandrino, in particolare attraverso Giovanni (1798-1827), membro della Giunta provvisoria di governo con  Santorre di Santarosa e per questo esiliato (finì prematuramente i suoi giorni a Barcellona); ma ancora più prezioso appunto perché custodisce al suo interno questi libri antichi.

Sono 108 monografie, alcune facenti parte di opere in più volumi e legate insieme. Si tratta di libri prevalentemente del XIX secolo, 26 risalgono al XVIII e 5 al XVII. Il più antico è del 1668, si tratta di un’edizione stampata ad Amsterdam delle Metamorfosi di Ovidio posseduta solo dalla Biblioteca Nazionale di Firenze e da noi in Italia, con un bel frontespizio calcografico e marca editoriale. Non è l’unico libro raro che si trova nel fondo: i bibliotecari dell’Isral Paolo Carrega e Giulia Vay hanno catalogato sei libri di cui nessuna biblioteca in Italia, sino ad oggi,  aveva  segnalato la presenza; altri libri sono presenti in pochissime altre biblioteche.

Naturalmente questi libri non possono essere dati in prestito, ma il bibliofilo curioso potrà consultarli in sede prenotandosi all’indirizzo biblioteca@isral.it.

Catalogo antichi-dossena

L’Isral vicino ai cittadini: chiusura dell’Istituto solo durante la settimana di Ferragosto

L’Isral, fra i primi istituti culturali in provincia di Alessandria, ha riaperto in sicurezza i suoi servizi il 18 maggio scorso, dopo la prolungata chiusura disposta dalle autorità a causa dell’emergenza Covid-19. Per venire incontro alle esigenze dei nostri utenti, quest’anno, grazie ad uno sforzo organizzativo, riusciremo a garantire l’apertura del nostro Istituto per tutto il periodo estivo, fatta salva la settimana di Ferragosto: saremo chiusi soltanto dall’8 al 16 agosto e riapriremo lunedì 17. Il prestito bibliotecario e la sala di consultazione saranno disponibili secondo il consueto orario e con le modalità a suo tempo precisate. Per comodità dei lettori, richiamiamo di seguito le modalità per la sala di consultazione: l’ingresso sarà consentito a una sola persona per volta, su prenotazione da effettuarsi all’indirizzo biblioteca@isral.it almeno due giorni prima di quello in cui si desidera accedere alla sala studio, indicando in oggetto Prenotazione sala di consultazione. Valgono sempre tutte le cautele richieste agli utenti per l’accesso ai locali dell’Istituto, in particolare l’obbligo di indossare la mascherina.

Il servizio di prestito interbibliotecario, legato alle altre biblioteche, compresa la consultazione archivistica, sarà invece sospeso dal 20 luglio e riprenderà il 24 agosto. Proseguono inoltre gli incontri della rassegna In collina dalle storie alla storia che, come gli altri servizi, sono un modo per essere vicini agli abitanti della nostra provincia.

In collina dalle storie alla storia: terzo appuntamento

La rassegna estiva dell’Isral si arricchisce di un terzo, importante, appuntamento: la presentazione dello studio di Cesare Panizza, Dalle belle città date al nemico. Il Partigianato in provincia di Alessandria. (Alessandria, Falsopiano, 2020). Il libro, uscito in concomitanza con l’anniversario della Liberazione,  approfondisce la complessità di un territorio che per la sua conformazione geografica e la collocazione strategica delle sue formazioni partigiane si colloca tra Piemonte, Liguria, Lombardia, un territorio, inoltre, colto nella sua fase di transizione dall’agricoltura all’industria (i “campi” e le “officine” menzionate dalla canzone che dà il titolo al lavoro).

Il libro sarà presentato nella cornice delle colline del Monferrato, giovedì 13 agosto, alle ore 18.15, presso il loggiato del Palazzo Comunale di Camagna Monferrato. Con Cesare Panizza dialogherà Roberto Rossi, presidente provinciale Anpi.

L’evento si terrà all’aperto nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza. Per informazioni: e-mail segreteria@isral.it

Camagna_Panizza_2020

In collina dalle storie alla storia: secondo appuntamento della rassegna estiva dell’Isral

In collina dalle storie alla storia: gli autori  e il pubblico  si incontrano in una atmosfera che coniuga cultura e convivialità.

Dopo l’incontro del 10 luglio con Raffaella Romagnolo e il suo libro Destino, è ora la volta della presentazione dell’esito di una ricerca patrocinata dal nostro Istituto: Pietro Moretti, Sessantotto in periferia. Biennio 1968-1969 in provincia di Alessandria, Acqui Terme, Impressioni Grafiche, 2020.

I caratteri positivi delle idee e delle lotte del Sessantotto come la partecipazione, l’antiautoritarismo, l’egualitarismo, la spontaneità, il pacifismo, gli albori del femminismo, il terzomondismo sono stati per troppo tempo messi in ombra dagli anni Settanta segnati invece dal terrorismo, dalle sue stragi e innumerevoli violenze. È possibile fornire un’informazione su quell’importante e a tratti meraviglioso biennio 1968-1969 attraverso la ricostruzione e il racconto dei fatti, la cronaca, la rivalutazione della storia locale. È l’intento di questo libro, che ha voluto fare leva sulla raccolta di testimonianze presso alcuni di quelli che furono i leader del Sessantotto sul territorio alessandrino: Angela Abbaneo, Angelo Bottiroli, Gianni Calvi, Claudio Debetto, Walter Delfini, Marco Di Marco, Vittorio Giordano, Luigi Gottardi, Nuccio Puleio, Anna Rivera, Riccardo Sburlati, Luciano Valle.

La presentazione si terrà Martedì 28 luglio 2020 alle ore 21 ad Acqui Terme – Chiostro di San Francesco (ingresso da piazza Dolermo, ex caserma Battisti)

L’autore Pietro Moretti discuterà con Luciana Ziruolo, direttore Isral, e Marco Biglia, ricercatore Isral.

Tutti gli eventi della rassegna si svolgeranno all’aperto nel rispetto delle prescrizioni dovute all’emergenza Covid

Informazioni al nostro indirizzo e-mail: segreteria@isral.itsessantotto-base-2

Ci ha lasciato Franco Barella, il partigiano “Lupo”

E’ morto nella sua casa di Novi, a 95 anni , Franco Barella, il partigiano “Lupo”,  prima nei Gap di Alessandria, in seguito comandante della Brigata “Oreste” della Divisione  Pinan – Cichero, l’ultimo partigiano combattente ancora in vita della città. Aveva partecipato a numerose azioni  militari ed era stato ferito due volte, l’ultima il 25 aprile 1945, proprio il giorno che sarebbe stato scelto per commemorare la Liberazione.

Dopo la guerra era stato un industriale di successo, contitolare con i fratelli di un cordificio. A lungo presidente dell’Anpi di Novi, nel 2011 aveva pubblicato il volume di memorie …Ma, fu solo per un attimo : raccolta di testimonianze dei protagonisti della guerra di liberazione nazionale 1943-1945  (Novi Ligure, Joker).

L’Isral lo ricorda attraverso la sua testimonianza resa nel progetto “Memorie di Piemonte – i Saperi della tradizione”, pubblicata sul nostro canale YouTube.

20200715115101748_0001

Al via la rassegna In collina dalle storie alla storia

L’Isral, che ha aperto la sua biblioteca e il suo archivio già dal 18 maggio u.s., riparte anche con  iniziative pubbliche in presenza,  nel rispetto delle disposizioni  dovute all’emergenza Covid 19.

Con l’arrivo dell’estate, sfruttando il clima favorevole, percorreremo il territorio provinciale, ricercando i centri e le località più piccole, valorizzando libri, riviste, ricerche  in un contesto ambientale e paesaggistico piacevole. È nata così l’idea della rassegna In collina dalle storie alla storia, gli autori  e il pubblico potranno incontrarsi  in una atmosfera che coniugherà cultura e convivialità.

Iniziamo venerdì 10 luglio, alle ore 18.15 con la presentazione del volume di Raffaella Romagnolo Destino (Rizzoli, 2018). L’incontro è aperto a tutti gli interessati presso “Cascina la Maddalena – Bed & Wine”, località Piani del Padrone nel Comune di Rocca Grimalda. L’autrice dialogherà con Daniele Borioli, presidente dell’Associazione “Memoria della Benedicta”. Questo appuntamento è il primo di una serie di incontri che interesseranno la nostra provincia, l’auspicio è che una rassegna costruita in maniera differente rispetto ai nostri canoni abituali possa risultare  interessante e attrattiva anche per un pubblico che ancora non ha avuto modo di conoscere le nostre attività.

Gli eventi si svolgeranno all’aperto nel rispetto delle dovute precauzioni: distanziamento interpersonale e utilizzo dei presidi sanitari e di protezione, secondo le vigenti disposizioni.

Informazioni e prenotazioni  per l’evento al nostro numero di telefono 0131 443861 o con una e-mail all’indirizzo: segreteria@isral.it. Al termine della presentazione “Cascina La Maddalena” preparerà su prenotazione per coloro che gradiranno un aperi-wine presso la struttura. Si potranno degustare i vini dell’azienda accompagnati da alcuni stuzzichini. Il tutto a €.15,00 a persona. E’ molto gradita la prenotazione (tel. 348-8081075 Anna)”

Altri incontri sono in preparazione e ne daremo tempestiva comunicazione.

L’evento è reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e della Fondazione CRT, e con il patrocinio del Comune di Rocca Grimalda.

romagnolo_def-01