L’Italia del Novecento. Dalla sconfitta di Adua alla vittoria di Amazon

Venerdì 17 gennaio 2020 ore 18:00
Serra di Palazzo Ghizzoni Nasalli
vicolo Serafini 12, Piacenza (ingresso anche da via Gregorio X, 9)

presentazione del libro

L’ITALIA DEL NOVECENTO
Dalla sconfitta di Adua alla vittoria di Amazon

di Miguel Gotor (Einaudi, 2019)

Conversano con l’autore
Carla Antonini, direttrice Isrec Piacenza
Augusto Bottioni, membro del direttivo Isrec Piacenza

Piazza Fontana. Il processo impossibile

Mercoledì 18 dicembre 2019 ore 17:30
Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano
via Sant’Eufemia 12, Piacenza

presentazione del libro

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

di Benedetta Tobagi
(Einaudi, 2019)

Introduce l’autrice Carla Antonini, direttrice Isrec Piacenza

Un dialogo sugli esiti processuali narrati nel libro e nel documentario i quaderni piacentini prodotto dall’Istituto storico.

LA GENERAZIONE CHE HA PERSO. Attilio Mangano: il militante, lo studioso, l’uomo

Lunedì 2 dicembre 2019 ore 17:30
Piacenza, Sala Studio dell’Istituto Storico
via Roma 23-25

presentazione del libro

LA GENERAZIONE CHE HA PERSO
Attilio Mangano: il militante, lo studioso, l’uomo

a cura di Antonio Benci
(Centro di documentazione Pistoia editrice, 2019)

Il curatore del libro conversa con
Gianni D’Amo
Franco Toscani

coordina Carla Antonini, direttrice Isrec Piacenza

Dalla quarta di copertina:

Attilio Mangano (1945-2016) è stato tante cose in vita: scrittore e saggista; militante politico e attento osservatore della realtà; organizzatore di eventi culturali e animatore di gruppi intellettuali; bulimico scrittore di articoli e direttore di riviste di nicchia; tra i primi blogger e tra gli ultimi romantici del ’68; marito e padre dedicato e compreso. Il percorso intellettuale di Mangano ha attraversato il secondo dopoguerra e ha indagato in modo sempre acuto e ironico i tic, le debolezze, le nobiltà e le miserie della sinistra italiana, di cui ha fatto parte con passione e partecipazione, poi con distacco e delusione, come tanti.

L’autore: Antonio Benci, nato a Treviso nel 1971, è dottore di ricerca presso l’Università degli Studi di Venezia e Cultore della Materia presso il Dipartimento di studi linguistici e culturali comparati della stessa. Si è interessato in ottica comparata di storia dei movimenti e dei giovani. Ha pubblicato Il prossimo lontano. Alle origini della solidarietà internazionale in Italia (Unicopli, 2016) Immaginazione senza potere. Il lungo viaggio del Maggio francese in Italia (Punto Rosso, 2011) e Spoon River 1968. Antologia di voci dai giornali di base (Massari, 2008), oltre a vari articoli su riviste storiche.

I processi penali per criminali di guerra. Norimberga e Tokyo

Giovedì 28 novembre 2019 ore 17:30
Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano
via S. Eufemia 12, Piacenza

I processi penali per criminali di guerra.
Norimberga e Tokyo

intervengono
avv. Luigi Alibrandi
avv. Cosimo Maria Pricolo

Introduce e modera
Fabrizio Achilli
(Presidente Istituto di Storia contemporanea di Piacenza)

Immagini dagli archivi americani dei processi di Tokyo e Norimberga per crimini di guerra.

Diventare cittadini del mondo digitale

Piacenza, 3, 4 e 6 settembre 2019

DIVENTARE CITTADINI DEL MONDO DIGITALE

mondo digitale e cittadinanza

Corso di formazione – Rete d’Ambito 14 – Isrec Piacenza per docenti di scuola primaria e secondaria di I e di II grado
SCUOLA STATALE DI I GRADO “Italo Calvino” – PIACENZA Sede “Don Lorenzo Milani” Via Boscarelli 23 – Piacenza

3 SETTEMBRE 2019, ore 13,30 – 18,00
– 13,30-14,00: Iscrizioni, firma partecipanti e inizio lavori
– 14,00-14,30: Presentazione del corso e inizio lavori.
– 14,30-15,30: Rodolfo Marchisio, In che mondo web viviamo. La terza generazione della rete. Come è cambiata la rete nel 2009 e nel 2017. Quali conseguenze sulla cittadinanza e sulla educazione. [Video e discussione].
– 15,30-16,30: Rodolfo Marchisio, Far web: il cyber bullismo dei grandi. Odio, violenza, fake news e post verità. Come nascono, come si diffondono e che effetti hanno. 2 mappe per capire. Dibattito
– 16,30: intervallo.
– 17,00-18,00: Sessione didattica e workshop docenti: idee per laboratori e materiali.

4 SETTEMBRE 2019, ore 9,00 – 17,00
– 9,15-10,45: Rodolfo Marchisio, Noi, i Social Network e i Social media. Dinamiche psicologiche e sociali nelle 3 età.
– 10,45: intervallo
– 11,00-12,00: Sessione didattica: Parliamo di bufale e di caproni, di smartphone e utonti. Due mappe, dieci consigli e alcune riflessioni.
– 12,00-13,00: Workshop docenti. Idee di lavoro e materiali.
– 13,00: Pausa pranzo
– 15,00-17,00: Valentina Colombi, Giacimento di diamanti o campo minato? Il web e le fonti storiche tra opportunità e rischi. Per un utilizzo didattico del web quanto più possibile critico e consapevole.

6 SETTEMBRE 2019, ore 9,30 – 13,30
– 9,00-11,00: Igor Pizzirusso, Dentro Wikipedia: metodi, procedure ed esperienze nella redazione di voci storiche.
– 11,00: intervallo.
– 11,15-13,00: Antonio Brusa, La grammatica delle immagini. Competenze per gestire le fonti iconografiche [trovate in rete o altrove].

ISCRIZIONI ENTRO SABATO 24 AGOSTO 2019:
Piattaforma Sofia: Cittadinanza e cultura digitale a scuola, Id 27034 (l’iscrizione va inoltrata anche alla e-mail: silviamoonriver@gmail.com)
Corso gratuito, iscrizione obbligatoria, esonero dal servizio, rilascio attestato di partecipazione, acquisizione competenze effettivamente spendibili in classe.
Ulteriori informazioni: http://www.istitutostoricopiacenza.it/

I Quaderni piacentini a Napoli

12 giugno 2019
ore 19:00, Ex-Asilo Filangieri
Via Maffei 4, 80138 Napoli

I QUADERNI PIACENTINI

Storia e critica in Italia nella biografia di una rivista

di Eugenio Gazzola, (Italia, 2019, 145′)

Dopo tre anni di intensa lavorazione esce, in anteprima nel Sud Italia, il film documentario che riflette sulla storia italiana tra gli anni Sessanta e Settanta attraverso le pagine della rivista più importante della sinistra italiana. Realizzato mediante montaggio di interviste, citazioni testuali, filmati di repertorio, raccoglie la testimonianza delle migliori firme del pensierocritico italiano: Piergiorgio Bellocchio, Marco Bellocchio, Goffredo Fofi, Federico Stame, Massimo Raffaeli, Marcello Flores (che ne è responsabile scientifico), Michele Salvati, Luca Baranelli, Alfonso Berardinelli, Francesco Ciafaloni, e altri. Il film narra la mutazione degli italiani fino alla crisi degli anni Ottanta attraverso l’analisi politica e culturale, rileggendo i fenomeni più rilevanti e incisivi dell’evoluzione nazionale: il neocapitalismo e la formazione di un’industria culturale in Italia; il posto del cinema e il ruolo degli scrittori nella società; la decolonizzazione del mondo e la ricerca di un modello socialista per l’Occidente; la rivolta studentesca tra il 1967 e 68; la classe operaia e la stagione dei grandi contratti; il terrorismo e la sicurezza; il “ritorno al privato” e la caduta di tensione ideale alla fine degli anni Settanta.

Prodotto dall’Istituto di Storia contemporanea di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna, alla presentazione interverranno oltre al regista nonché autore dei testi sulla storia culturale e artistica in Italia (alcuni dei quali hanno riproposto esperienze letterarie e sociali della storia emiliana, oltre che nazionale) Eugenio Gazzola, che si è avvalso della collaborazione di Marcello Flores, Goffredo Fofi, direttore poi di altre riviste che hanno, altrettanto, segnato la formazione della leva del pensiero libero italiano, quali Lo straniero, e la casa editrice di pedagogia critica, Gli Asini. Animatore sociale, affezionato a Napoli dove ha partecipato all’esperienza de La Mensa dei bambini proletari di Montesanto, firma de L’internazionale, riporteranno al pubblico, introducendo il film, lo spirito di quegli anni, restituendo atmosfera e temperie di quel paese dell’oblio che è l’Italia, destinato a ripetere gli stessi errori del passato recente, se non assume, tramite la lezione dei maestri (pochi ma buoni), coscienza di sé. La memoria di sé, infatti, è l’unico modo per dotarsi di quegli anticorpi necessari a interpretare il proprio tempo ed essere fautori del proprio destino, smarcandosi dai demiurghi del pensiero dominante.

***
All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.

“Mussolini ha fatto anche cose buone” di Francesco Filippi

Palazzo Ghizzoni Nasalli
Vicolo Serafini 12, 29121 Piacenza

Presentazione del libro

MUSSOLINI HA FATTO ANCHE COSE BUONE.
Le idiozie che continuano a circolare sul fascismo

di Francesco Filippi (Bollati Boringhieri edizioni, 2019)

Dialoga con l’autore Marco Bosonetto

Bicistaffetta e trekking partigiani

Domenica 2 giugno 2019

Bobbio, monumento ai caduti, ore 9:00 partenza della bicistaffetta Bobbio-Peli

Coli, Parco letterario, ore 9:00 partenza del trekking Coli-Peli

Per informazioni e per iscriversi alla bicistaffetta e al trekking; per prenotare la cena del 1 giugno; il pernottamento in ostello a Bobbio e il pranzo del 2 giugno a Coli, scaricare i moduli disponibili sul sito <www.istitutostoricopiacenza.it> e presso la Ciclofficina di Velolento in via X Giugno 3 (per informazioni: Manuela, 349 7026894).

Prenotati per l’iniziativa!

Le Memorie di Ester

3 maggio, ore 18,15 alla Serra di Palazzo Ghizzoni, via Serafini 12, presenteremo il libro

“Le Memorie di Ester”

di Ester Biselli (scrittre aprile 2019)

L’unica memoria conosciuta di una partigiana piacentina, che fa comprendere dal di dentro il contesto e le motivazioni dell’adesione alla Resistenza per una ragazza di 15 anni della Bassa padana. Si tratta di un documento eccezionale, corredato da un ricco appararato di note che, come in un testo di storia, consente una rigorosa contestualizzazione e che può rappresentare il modo per avvicinare i bambini e i ragazzi (perché della loro vita parla) alla condizione contadina, all’esistenza in tempo di guerra sotto il regime fascista, ai rapporti con i coetani, i famigliari, i potenti, i religiosi.

La Resistenza difficile

1° giugno, ore 17,30, Sala Conferenze Comune di Bobbio, presentazione del libro di Santo Peli, il maggior storico della Resistenza italiana

“La Resistenza difficile”

L’autore conversa con Carla Antonini direttrice Isrec-Istituto di Storia contemporanea di Piacenza

Un’occasione per riflettere seriamente sul senso storico dell’esperienza e sul fondamento della celebrazione civile (può una festa dello Stato essere un argomento divisivo anziché identitario? come impostare la questione a quasi 80 anni di distanza?)

Seguirà

ore 21:30, proiezione del film  di Vittorio Fusco

Il mito della resistenza nel cinema italiano

Prenotati per l’iniziativa!