Insegnare la contemporaneità nella scuola primaria: la didattica del ’900

Il corso è rivolto ai docenti della Scuola Primaria, ma è aperto anche ai docenti di Scuola Superiore di Primo Grado che svolgono percorsi didattici di cittadinanza e costituzione o che affrontano tematiche di storia contemporanea nella propria classe.
Il corso, gratuito, si terrà su piattaforma “meet”, il giorno 2 dicembre dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Sono previste 3 ore in presenza e un’ora di autoformazione.

Il corso è pubblicato su Sofia con il n. 66765

L’iscrizione è possibile al seguente link: https://forms.gle/78yRHumTha5FuB4F6

formaz2dic

Cinema e propaganda politica in Italia dal dopoguerra agli anni ’80

Il corso, rivolto ai docenti di ogni ordine e grado, mira a promuovere una riflessione in chiave critica sul rapporto tra le due principali forze politiche italiane DC e Pci  nell’Italia repubblicana concentrandosi sulla propaganda politica, con particolare attenzione a quella cinematografica. Verranno messi a fuoco i momenti di cesura: il 1948, la nascita della televisione nel 1955, il miracolo economico (1958-1963), il centro-sinistra, gli anni settanta e ottanta. Verranno, inoltre, posti al centro dell’attenzione i momenti di accelerazione dell’azione della propaganda, come le campagne elettorali, così come le ritualità e i simboli della politica.
Il corso gratuito si svolgerà su piattaforma meet ed avrà una durata di 4 ore di cui 1 di autoformazione (materiali forniti dai docenti del corso).
Per i docenti che intendono iscriversi sulla piattaforma Sofia, il numero del corso è 64685.

Il PCI a Livorno dal dopoguerra allo scioglimento

Il 4 settembre, a Livorno, si aprirà alla Rotonda d’Ardenza, con inaugurazione alle ore 18, la mostra a ingresso libero Il PCI a Livorno dal dopoguerra allo scioglimento. La Mostra, che si apre con una linea del tempo raffigurante i dati degli iscritti e gli esiti delle elezioni amministrative e politiche dal 1945 al 1991, riporta oltre 350 tra fotografie e manifesti conservati nell’Archivio storico di Istoreco, oltre al materiale di alcuni archivi privati che, con entusiasmo e partecipazione, ex militanti del PCI hanno messo a disposizione.

Il percorso si articola soffermandosi su alcune delle tematiche più presenti e documentabili che coincidono spesso con le tematiche più importanti affrontate da quella forza politica: lavoro, battaglie civili, vita di partito, pace e questione internazionale e sport.

L’allestimento, realizzato all’interno di container, che assumono un grande valore simbolico, si muoverà su più piazze livornesi, in modo da coinvolgere sia i quartieri nord che centro e sud della Città: dal 4 al 10 settembre, dalle ore 18 alle ore 23, sarà alla Rotonda d’Ardenza; dall’11 al 17 settembre, con orario 17 – 22, in piazza della Repubblica; dal 18 al 24 settembre sarà la volta di piazza Saragat, con orario 17 -20. L’ultima tappa, sarà il Palazzo del Portuale (dal 28 settembre al 2 ottobre con orario 10 – 13 e 15 – 18), dove si svolgerà, il 30 settembre alle 16, anche il convegno conclusivo dal titolo Il Porto e il Lavoro a Livorno tra passato e futuro. All’evento interverranno Luciano Guerrieri, Enzo Raugei, Gianfranco Simoncini, Catia Sonetti e Fabrizio Zannotti. Il 16 settembre alle ore 18 in piazza della Repubblica, sarà inoltre presentato il libro fotografico Il PCI in Toscana. Una storia per immagini. All’evento interverranno Federico Creatini, Marco Ruggeri, Erika Schiano e Catia Sonetti. Il 23 settembre alle ore 17 in piazza Saragat si svolgerà invece il dibattito dedicato alle Feste de l’Unità, alla presenza di Michela Berti, Maurizio Paolini, Claudio Seriacopi e Catia Sonetti.

La Mostra, ideata, progettata e realizzata da Istoreco con la compartecipazione del Comune di Livorno, propone uno sguardo storico, critico e articolato su quella vicenda. “Probabilmente – ha dichiarato Catia Sonetti, Direttrice dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella Provincia di Livorno – molti cittadini livornesi si potranno riconoscere in queste immagini, moltissimi sono gli assenti, anche assenti importanti. Ma abbiamo evitato con pervicacia di fornire una galleria di uomini e donne illustri. Quello che ci preme, e pensiamo di averlo colto se pure parzialmente, è restituire l’immagine della forte identificazione dei molti militanti, donne e uomini, che hanno riversato impegno, fantasia, sacrifici in quella comunità, per un lungo tratto della loro vita.”schermata-2021-08-19-alle-12-02-40

Giorno della Memoria 2021: Memorie di vita e di sopravvivenza

Si svolgerà mercoledì 27 gennaio alle ore 21,00 presso il Teatro Goldoni di Livorno lo spettacolo di reading dal titolo: Memorie di vita e di sopravvivenza.

L’evento, progettato e realizzato dall’Istoreco in collaborazione con la Fondazione Teatro Goldoni, vedrà l’alternarsi di momenti di dibattito con l’Assessore alla Cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi, la Direttrice dell’Istoreco Catia Sonetti ed il Presidente della Comunità ebraica di Livorno Vittorio Mosseri a momenti di reading con giovani attori che leggeranno brani di memorie e di letteratura e brani videoregistrati, oltre alla musica del Coro della Comunità Ebraica di Livorno ed una antologia di immagini sul tema della Shoah inquadrata nel periodo lungo, quello che va dal fascismo al secondo dopoguerra. L’evento sarà trasmesso in diretta sul canale Youtube del Teatro Goldoni alle ore 21,00. Nei giorni successivi sarà possibile rivedere l’iniziativa sulla pagina Facebook di Istoreco.

Comunismo/i. Il Comunismo italiano tra storia, politica e cultura

Istoreco Livorno propone un seminario di formazione on-line, a partire dal 24 novembre dalle ore 15.30 alle ore 18.30 dal titolo “Comunismo/I. Il Comunismo italiano tra storia, politica e cultura”.

Il corso mira a promuovere una riflessione in chiave critica sull’esperienza storica del movimento comunista in Italia, nel centenario della nascita del Partito comunista d’Italia, fondato a Livorno nel 1921. L’iniziativa è articolata in quattro incontri (24 e 26 novembre, 3 e 10 dicembre). Gli interventi, affidati a storici ed esperti del tema, saranno affiancati dalla testimonianza di alcuni protagonisti della storia politica del secondo dopoguerra.

Il corso è aperto a tutti, docenti e non. E’ prevista una quota di partecipazione di 40€ per i docenti, di 25€ per tutti gli altri.

Gli insegnanti che intendono avvalersi del riconoscimento dei crediti formativi, pari a 12 ore di formazione, possono iscriversi sulla piattaforma SOFIA (n. 50568). Per il pagamento possono utilizzare la Carta del Docente oppure possono effettuare un versamento.

PER IL VERSAMENTO:
Intestato a Istoreco Livorno
BANCA CRAS
IT27R0707513900000000230900
Causale: liberalità corso di formazione “Comunismo/I”

PER L’ISCRIZIONE:
Per tutti è necessario compilare il modulo al seguente link:
https://forms.gle/Pc7ZqJboC2o2k3Gh8

corsocomunismo

Tra utopia e fantasia: Maria Montessori e Gianni Rodari.

 

Istoreco Livorno propone un seminario gratuito di formazione on line, il 12 novembre dalle ore 15.30 alle ore 18.30 dal titolo “Tra utopia e fantasia: Maria Montessori e Gianni Rodari. Intellettuali del ‘900 in un’Italia che cambia”.

 

Sullo sfondo delle vicende che attraversano l’Italia nel corso del novecento, si snodano il pensiero e le attività che vedono protagonisti, tra gli altri, due grandi figure che hanno segnato la storia della pedagogia e dell’educazione in Italia e nel mondo intero. Le sfide, le contraddizioni, le scelte nella vita e nelle opere di Maria Montessori e di Gianni Rodari, sebbene in momenti diversi, hanno impresso una svolta nell’educazione tradizionale e di genere contribuendo ad un rinnovamento della pratica pedagogica, ponendo al centro il bambino, la sperimentazione, la creatività.

 

La prof.ssa Tiziana Pironi, docente presso l’Università di Bologna e Principal Investigator del progetto PRIN 2019/2022 “Maria Montessori: tra storia e attualità. Ricezione e diffusione della sua pedagogia in Italia a 150 anni dalla nascita” e la prof.ssa Daniela Marcheschi, docente attualmente in forza al G3 CLEPUL-FLUL, Università di Lisbona e curatrice per i Meridiani Mondadori della raccolta delle opere di Rodari, recentemente edito, aiuteranno ad approfondire la riflessione sui due personaggi inserendoli nel complesso contesto storico di riferimento, in questo anno in cui si celebrano gli anniversari della loro nascita. Coordina l’incontro il prof. Stefano Oliviero, prof. associato di storia dell’Educazione presso l’Università di Firenze.

 

Il seminario di formazione online è gratuito. E’ necessaria l’iscrizione attraverso il link https://forms.gle/ETcUDMb2mKcsFxcW8
Il corso è pubblicato sulla piattaforma Sofia (n. 50202) per il riconoscimento dei crediti formativi. E’ possibile iscriversi fino all’11 novembre.

locrodarimontessori

Seminario formativo “Il Diritto alla salute”

Si svolgerà giovedì 5 novembre alle 15.30 il seminario formativo “Cittadinanza e Costituzione: il Diritto alla salute. Il punto di vista storico e normativo a partire dall’esperienza sanitaria in corso”.

L’aspetto storico sarà affrontato a Roberto Bianchi, professore associato di storia contemporanea dell’Università di Firenze; Saulle Panizza, professore ordinario di Diritto costituzionale dell’Università di Pisa fornirà il punto di vista giuridico, mentre Giuseppe Liotta, professore associato Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione dell’Università Roma Tor Vergata, analizzerà l’aspetto sanitario.

Il corso, rivolto a docenti, operatori culturali, studenti e cittadini, prevede 3 ore online e 1 ora di autoformazione ed è inserito sulla piattaforma SOFIA.

locandinadirittosalute

Giornata mondiale dell’audiovisivo: diretta facebook sull’impiego dei video nella didattica

In occasione della giornata mondiale dell’audiovisivo, organizzata dall’UNESCO con lo slogan “Engage the Past Through Sounds and Images”, Istoreco organizza un incontro per ragionare sull’impiego dello strumento “video” nella didattica.
All’incontro, in diretta Facebook sulla pagina Istoreco martedì 27 ottobre alle 16, interverranno Stefania Ippoliti, Responsabile Area Cinema Fondazione Sistema Toscana, Cecilia Semplici, Dirigente Istituto Comprensivo “Micheli-Bolognesi” di Livorno e Erika Schiano, giornalista e videomaker. Introduce e coordina Catia Sonetti, Direttrice Istoreco.

La mostra “Ebrei in Toscana, XX-XXI secolo”

mostraebrei3Il 20 dicembre 2016, alle ore 13, si aprirà presso la Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi a Firenze la prima grande mostra sulla storia degli ebrei in Toscana nel XX e XXI secolo. Un arco di tempo a cavallo di due secoli, due guerre mondiali e migliaia di storie di vite che appartengono a questa regione e si legano al mondo intero.

La Mostra, aperta dal 20 dicembre 2016 al 26 febbraio 2017, promossa e coordinata dall’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella provincia di Livorno (ISTORECO), realizzata col contributo determinante della Regione Toscana, racconta attraverso un percorso narrativo di immagini, documenti, testi e produzioni multimediali la vita delle comunità ebraiche toscane e i loro legami con la comunità ebraica italiana e internazionale.

L’importanza delle comunità ebraiche nella storia della Toscana è legata alla presenza di una rete diffusa e diversificata di gruppi, da quello di Livorno – sicuramente il più numeroso – alla comunità di Firenze, a quelle di Pisa, Siena, il piccolo nucleo di Pitigliano, e altri gruppi familiari sparsi sul territorio.

Ogni comunità, grazie ai suoi membri, ha legami con il resto del mondo. Alcune famiglie provengono dall’antica emigrazione iberica, altre dal bacino del Mediterraneo, altre ancora dall’Europa dell’Est. Ogni comunità ha poi relazioni con la tradizione sionista nazionale ed internazionale, con i fermenti culturali che attraversano il paese e con gli orientamenti più significativi che lo agitano.

Il racconto di questa storia permette di cogliere i rinvii ad una cornice che non è solo locale ma nazionale ed europea, con un allestimento espositivo rivolto anche al mondo dei non addetti ai lavori, e soprattutto ai più giovani.

I testi, in italiano e inglese, si prestano ad una molteplicità di letture trasversali e di connessioni e sono arricchiti da riproduzioni di carte d’archivio, copertine di libri e disegni ma soprattutto da uno straordinario apparato di riproduzioni fotografiche generosamente messo a disposizione da archivi familiari privati e da fondazioni culturali. L’idea è rivolgersi a tutte le generazioni per rafforzare i fili della nostra memoria democratica e soprattutto costituire un antidoto alle pulsioni razziste e discriminatorie che attraversano la nostra realtà.

Il progetto scientifico è curato da un gruppo di studio e di lavoro costituito dalla Direttrice dell’ISTORECO Catia Sonetti e tre ricercatrici di storia ebraica contemporanea: Barbara Armani (Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici, Pisa), Elena Mazzini (Università di Firenze), Ilaria Pavan (Scuola Normale Superiore di Pisa). La traduzione dei testi è stata curata da Johanna Bishop.

L’allestimento è progettato da Frankenstein-Progetti di vita digitale di Firenze.

Sarà disponibile il catalogo della Mostra con la prefazione del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e della Vicepresidente Monica Barni e di Dario Nardella, sindaco della città Metropolitana di Firenze con l’introduzione di Catia Sonetti.

La mostra è organizzata con il supporto della Regione Toscana; il sostegno della Città Metropolitana di Firenze; col patrocinio della Scuola Normale Superiore, dell’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire), dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, dell’UnicoopFirenze.

NOTIZIE UTILI sulla MOSTRA

20 DIC | 26FEB

FIRENZE, Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi

Via Camillo Cavour, 5

ORARI DI APERTURA E VISITE GUIDATE

Dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00, ingresso gratuito

Info: +39 0586 809219 | +39 055 284296 | +39 334 112 3981

istoreco.livorno@gmail.com | isrt@istoresistenzatoscana.it

Per prenotare visite guidate (massimo 25 persone), rivolgersi a:

Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Livorno (ISTORECO)

Mail: istoreco.livorno@gmail.com

Per prenotare visite alle scuole (singole classi), rivolgersi a:

Istituto Storico della Resistenza in Toscana (ISRT), referenti: Paolo Mencarelli e Silvano Priori

Mail: isrt@istoresistenzatoscana.it

Tel: 055 284296 (lun-ven, ore 10-13)

Ufficio stampa e comunicazione

Frankenstein S.r.l.

055-06516906

info@frankenstein.sm