Conoscere il passato per leggere il presente: la Storia dell’ultimo ‘900 in Italia e alla Spezia. Formazione insegnanti scuola primaria

Il progetto formativo scaturisce dalla necessità di promuovere la conoscenza dei tragici eventi della nostra storia contemporanea non solo ad un pubblico adulto, ma anche ai più giovani come gli alunni delle scuole elementari. L’obiettivo è quello di per portarli alla creazione di una prima forma mentis critica e curiosa sulla storia contemporanea del nostro passato. Storia contemporanea spesso trascurata e poco affrontata nella scuola primaria. Il corso vuole fornire agli insegnanti della scuola primaria un bagaglio tecnico/teorico e pratico per poter affrontare numerose tematiche locali e nazionali di storia con i seguenti obiettivi:

•          Recuperare la memoria storico-locale.
•          Riflettere sui fatti storici relativi agli anni 1943/45.
•          Conoscere e valorizzare segni, tracce, testimonianze presenti nel territorio.
•          Non dimenticare e non far dimenticare.
•          Analizzare criticamente un periodo fondante della realtà contemporanea.
•          Far conoscere le nuove metodologie e tecnologie didattiche fruibili con gli alunni della scuola primaria.

Saranno presenti i seguenti moduli:

•          Metodologia e didattica della storia contemporanea nella scuola primaria (passato e presente, utilizzo delle fonti, la critica storica).
•          Prospettive sul Novecento e sulla storia insegnata attraverso le nuove tecnologie.
•          Interpretare le violenze del Novecento.
•          La Resistenza di genere e/o la Deportazione dell’infanzia.
•          Processo di integrazione europea: dalla Guerra fredda alla Guerra economica

Saranno utilizzate le seguenti metodologie didattiche:
•          Analisi dei dati dichiarati dai docenti in fase di iscrizione.
•          Esempi didattici di attività proponibili
•          Lezioni teoriche con videoproiezioni, power point.
•          Utilizzo nuove tecnologie open source per strumentazione didattica.
•          Discussione e confronto sui temi proposti.
•          Somministrazione di questionario di uscita.
•          Visite ai luoghi della memoria nel territorio spezzino.

Il corso partirà nel mese di novembre 2019 e terminerà a febbraio 2020. Presso il centro studi “Memoria in Rete della Spezia.

LudoStoria

Locandina Ludostoria al centro studi Memoria In Rete.

L’Istituto spezzino per la Storia della Resistenza e dell’Eà contemporanea in collaborazione con il Master di Public History dell’Università di UniMore e l’Associazione Forgia del Tempo, hanno voluto creare un’iniziativa chiamata Ludostoria rivolta ai ragazzi delle scuole medie e superiori della provincia della Spezia.
Si tratta di un progetto che si svilupperà su due giorni (13 e 14 aprile) e che coinvolgerà un pubblico prevalentemente giovane per mezzo di giochi da tavolo e di ruolo immersi nella storia del ‘900. L’idea di fondo è far si che la Storia non sia solo come sfondo della narrazione, bensì un vero punto cardine per tutto il percorso di gioco.
Si è pensato di far imparare giocando, con elementi didattici e nozionistici che saranno parte integrante del cosiddetto “gameplay” nei vari giochi; così facendo non si dovrebbe appesantire l’esperienza del giocatore o semplificarne il contenuto.
In questo caso, lo storico, cerca di selezionare i giochi nei quali è possibile farlo apportando delle modifiche o delle narrazioni più efficaci con gli autori degli stessi.
Nei vari giochi si affrontano diverse tematiche come la guerra di resistenza, quella “civile” in Italia tra il 1943-1945, il contesto della grande guerra europea dal 1914 al 1945 o la deportazione.