1922. La provincia in marcia: attori, percorsi, narrazioni

A 100 anni di distanza dalla “marcia su Roma”, un convegno di studi a a cura dell’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea e degli Istituti provinciali della Resistenza e dell’età contemporanea, in collaborazione con la Biblioteca nazionale centrale di Firenze

Il Convegno si terrà presso la Sala “Galileo” Biblioteca nazionale centrale di Firenze. Ingresso da via Magliabechi n. 2

PROGRAMMA dei LAVORI

8 novembre 2022

Saluti istituzionali ore 9.30

Luca Bellingeri, Direttore della Biblioteca nazionale centrale di Firenze

Giuseppe Matulli, Presidente Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea

 

Paul Corner, Introduzione al convegno

In marcia verso Roma, coordina Andrea Baravelli ore 10.30-12.30

Michelangelo Borri, «Non sono giornate da muoversi». I fascisti toscani alla marcia su Roma: il viaggio

Giovanni Brunetti, Principi, triari e legionari. Le diverse “marce” su Roma dei fascisti livornesi

Federico Cormaci, Da Prato a Roma passando per Firenze. Il contributo dei fascisti pratesi alla marcia su Roma

Pausa pranzo

Attori, luoghi, coordina Valeria Galimi ore 14.30-17.30

Andrea Ventura, Carlo Scorza, lo squadrismo lucchese e la marcia su Roma

Saverio Battente, La marcia su Roma vissuta e vista da Siena

Costantino Di Sante, Il Piceno in camicia nera. La marcia su Roma e l’avvento del fascismo nell’Ascolano

Andrea Giaconi, La marcia nella Piana. Componenti sociali, politiche, culturali nel cuore della Rivoluzione fascista in Toscana

 

9 novembre 1922

Impatto e ricezione, coordina Roberto Bianchi ore 10-13.00

Lorenzo Pera, «La Marcia continua»: identità, persistenze e disciplinamento dello squadrismo toscano nella dittatura fascista.

Andrea Mazzoni, Echi da una vallata: avvento del fascismo e marcia su Roma attraverso le pagine de «Il Messaggero del Mugello»

Eros Francescangeli, Ultimi sussulti. Gli Arditi del popolo di fronte alla Marcia su Roma

Rocco Lentini, Il fascismo nel Mezzogiorno: la Calabria dal sindacalismo rivoluzionario alla… marcia su Foggia

Pausa pranzo

Narrazioni, eredità, coordina Francesca Tacchi ore 14.30-17.30

Sara Trovalusci, “L’anno decisivo”. Il 1922 di Italo Balbo.

Andrea Rossi, 28 ottobre 1944: la marcia continua di Pavolini

Luigi Nepi, Il 1922 nella narrazione e nella rappresentazione del cinema del regime

Antonella Gioli, Iconografia della Marcia su Roma: i dipinti celebrativi e Incipit Nova Aetas di Plinio Nomellini

Per informazioni e iscrizioni, scrivere a isrtprenotazioni@gmail.com

 

Il diciannovismo fascista. Un mito che non passa. Presentazione del libro di A. Ventura.

L’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea e la Biblioteca delle Oblate

Vi invitano

12 settembre ore 17.00

Biblioteca delle Oblate, Sala Sibilla Aleramo

 

Presentazione del volume di Andrea Ventura

Il diciannovismo fascista. Un mito che non passa

Viella, 2021

 

Interventi di

Roberto Bianchi, vicepresidente ISRT – Università di Firenze

Toni Rovatti, Università di Bologna

Coordina Matteo Mazzoni, direttore ISRT

Sarà presente l’Autore

 

Per partecipare agli eventi è consigliata la prenotazione.

La partecipazione è gratuita ed è consigliata la prenotazione dal 20 del mese precedente. Per informazioni e prenotazioni contattare la biblioteca al numero 0552616523 oppure scrivere a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it Per partecipare agli eventi al chiuso è necessario indossare la mascherina FFP2.

Fascismo e modernità: la metamorfosi del cattolicesimo italiano. Bilancio storiografico e nuove prospettive di studio

La S.V. è cordialmente invitata a partecipare al Convegno di studi storici promosso dall’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea e dalla Fondazione Camaldoli Cultura in collaborazione con la Fondazione Stensen

Fascismo e modernità: la metamorfosi del cattolicesimo italiano.
Bilancio storiografico e nuove prospettive di studio
Monastero di Camaldoli, 25 agosto 2022
Firenze, Istituto Stensen, 22 settembre 2022

Durante il Ventennio le conseguenze sociali e culturali del primo conflitto mondiale, con l’emergere della società
di massa, determinano radicali mutamenti in tutta Europa. In Italia l’avvento del regime fascista impone un
confronto con una nuova visione della politica, dell’economia, della società, della cultura. Dentro questo scenario
e dentro processi storici complessi, muta profondamente la sensibilità del cattolicesimo italiano. Il convegno
intende esplorare la natura, la portata e gli esiti di questo confronto fra di esso e la modernità e restituire un
quadro storiografico aggiornato dell’evoluzione del rapporto dei cattolici con la società di massa, la democrazia,
l’economia capitalista e industriale, l’articolazione giuridico-amministrativa dello Stato.

Programma

Giovedì 25 agosto, ore 9.00, Monastero di Camaldoli

Introduzione: Riccardo Saccenti e Tiziano Torresi
Intervengono: Francesco Bonini (Università LUMSA), Lo Stato

Enrico Gavalotti (Università “D’Annunzio” Chieti-Pescara), La politica e la democrazia
Francesco Traniello (Università di Torino), La Cultura

Giovedì 22 settembre, ore 15.00, Fondazione Stensen, Firenze

Intervengono: Renato Moro (Università Roma Tre), La storiografia

Alberto Guasco (Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea del CNR), La nazione
Irene Stolzi (Università di Firenze), La società di massa
Simone Misiani (Università di Teramo), La cultura economica
Conclusioni: Matteo Mazzoni

Il Convegno si svolge in due sessioni, giovedì 25 agosto alle ore 9.00 presso la Foresteria del Monastero di Camaldoli (Località Camaldoli, Poppi – AR) e giovedì 22 settembre alle ore 15.00 presso la Fondazione Stensen (V.le don Minzoni, 25C Firenze).

Per informazioni e iscrizioni è possibile scrivere alla mail: camaldolicultura@gmail.com

L’attività è sostenuta grazie al contributo del Ministero della Cultura – DGER

camaldoli

Presentazione del volume “I fantasmi del fascismo. Le metamorfosi degli intellettuali italiani nel dopoguerra”

30 giugno 2022, alle ore 17.30, presso la Biblioteca delle Oblate, Sala Sibilla Aleramo, l’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea vi invita a partecipare alla presentazione del volume di Simon Levi Sullam

I fantasmi del fascismo. Le metamorfosi degli intellettuali italiani nel dopoguerra (Feltrinelli, 2021)

Introduce e coordina Valeria Galimi, Università di Firenze – Consiglio direttivo ISRT

Intervengono:

Marino Biondi, Università di Firenze

Stefano Malpassi, Università di Ferrara

Luca Polese Remaggi, Università di Salerno

Sarà presente l’Autore

La partecipazione è gratuita ed è consigliata la prenotazione dal 20 del mese precedente. Per informazioni e prenotazioni contattare la biblioteca al numero 0552616523 oppure scrivere a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it Per partecipare agli eventi al chiuso è necessario indossare la mascherina FFP2 ed essere in possesso del green pass rafforzato e di un documento di identità, ad esclusione degli utenti di età inferiore ai dodici anni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale.

Storia essenziale dell’Italia repubblicana. Lectio del prof. Guido Formigoni

Nel contesto del 76° anniversario della Repubblica, il prossimo 8 giugno ore 16.45, il nostro Istituto e la Presidenza del Consiglio comunale di Firenze Vi invitano a

Storia essenziale dell’Italia repubblicana
Lectio del prof. Guido Formigoni (Università IULM)
autore del volume omonimo (il Mulino, 2021)

Saluto introduttivo di
Luca Milani, presidente del Consiglio comunale di Firenze
Giuseppe Matulli, presidente ISRT

Per partecipare è necessaria la prenotazione, scrivendo a isrt@istoresistenzatoscana.it entro il 6 giugno 2022.

storia-essenziale-2

“Guerra e Resistenza nel fiorentino”: presentazione a San Casciano

Venerdì 3 giugno alle ore 17.30 presso la Biblioteca comunale di san Casciano (via Roma 37), presentazione del volume di F. Fusi, Guerra e Resistenza nel fiorentino, (Viella 2021), edito grazie al sostegno del nostro Istituto e del Ministero della Cultura.

Interverranno il sindaco Roberto Ciappi e il direttore dell’ISRT Matteo Mazzoni

Sarà presente l’Autore.

Iniziativa a cura del Comune e dell’ISRT.

Verso il 2 giugno.. apertura straordinaria sede ISRT

L’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea invita tutt* a partecipare all’apertura straordinaria della sede che si terrà sabato 28 maggio.

Grazie alle nostre collaboratrici dott.se Giada Kogovsek e Maria C. Sechi sarà possibile partecipare a visite guidate all’Istituto e al piccolo percorso espositivo 2 giugno: uno sguardo sulla Costituente che sarà allestito per l’occasione a partire dal nostro ricco patrimonio documentario.

Gli orari delle visite sono indicati sulla locandina.

Per partecipare prenotare scrivendo a isrtprenotazioni@gmail.com

archivioaperto-2807

“Firenze città delle fabbriche” ciclo di incontri

Ciclo incontri a cura dell’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea con il sostegno del Comune di Firenze – Assessorato alla Cultura

In collaborazione con Camera del Lavoro, Istituto Gramsci Toscano, Fondazione Valore Lavoro, Fondazione Museo Archivio Richard Ginori, Istituto Ernesto De Martino, Società Italiana di storia del lavoro, SMS di Rifredi

Programma:

12 maggio, ore 16.00 Camera del Lavoro, Salone Di Vittorio

Per una mappa della presenza industriale a Firenze

Saluti di Paola Galgani, Segr. Gen. Camera del Lavoro metropolitana di Firenze

Modera: Cristina Arba, Slc-CGIL Area vasta FI PO PT

Industrie e territorio nel dopoguerra: dall’espansione alla deindustrializzazione, Raimondo Innocenti, Università di Firenze

L’evoluzione dell’industria toscana  tra crisi, ristrutturazioni e la successione di paradigmi tecno-economici, Mauro Lombardi, Presidente Istituto Gramsci Toscano

Gli archivi dell’artigianato, Annantonia Martorano, Università di Firenze

Presentazione del progetto di ricerca per una mappatura degli archivi sindacali e industriali nella Firenze di fine ‘900, Giordano Lovascio, storico

 

18 maggio ore 17.00

Sede SMS di Rifredi

Galileo, Pignone e le “altre”..: le fabbriche fiorentine

Saluti di Daniele Calosi Segr. Gen Fiom-CGIL FI PO PT

Introduce e coordina: Pietro Causarano, ISRT – Università di Firenze

Gianni Silei, Università di Siena, STICE-Zanussi: la fabbrica che non c’è

Nicola Mariotti, Biblioteca Franco Serantini, La crisi della Pignone del 1953 attraverso le carte di polizia.

Giovanni Contini, Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea in provincia di Pistoia, Un’inchiesta orale che ha quaranta anni: gli operai della Galileo e il controllo sul lavoro

Elena Gonnelli, Università di Firenze, Fondazione Lavoratori Officine Galileo (Flog): l’archivio della rinascita e la rinascita di un archivio 

 

25 maggio ore 17.00

Sede Biblioteca Ernesto Ragionieri, Sesto fiorentino

Saluti di Luca Barbetti Segr. Gen Filctem_CGIL Firenze

Introduce e modera Tomaso Montanari

Beatrice Mazzanti, Università di Firenze, Manifattura come genius loci: il caso dei Ginori

Gianna Bandini, La Richard Ginori dei lavoratori. Voci dalla Fabbrica

Antonio Fanelli, Università di Roma La Sapienza, Il tempo libero dei lavoratori: le case del popolo dell’area fiorentina

Reading di Stefano Arrighetti, Istituto Ernesto de Martino, Una lotta operaia in bicicletta

firenze-citta-delle-fabbriche-def

Fare i conti col fascismo. Il caso Azzariti

2 aprile ore 17.00
L’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea vi invita a partecipare al nuovo Seminario fra Storia e Memoria

Fare i conti col fascismo. Il caso Azzariti

Saluti di
Giuseppe Matulli, presidente ISRT

Irene Stolzi, Consiglio direttivo ISRT e Università di Firenze
introduce e dialoga con
Massimiliano Boni, autore di «IN QUESTI TEMPI DI FERVORE E DI GLORIA» Vita di Gaetano Azzariti, magistrato senza toga, capo del Tribunale della Razza, Presidente della Corte Costituzionale, Bollati Boringhieri, 2022.

Iniziativa online sulla piattaforma ZOOM ISRT
Per partecipare scrivere a isrt@istoresistenzatoscana.it entro il 28 aprile

boni-2

 

Esistenze/Resistenze. Racconti cantati di Liberazione

Per approssimarsi nel modo migliore al prossimo 25 aprile, festa nazionale della Liberazione dal nazifascismo, l’Istituto promuove in collaborazione con il Circolo Rigacci questo evento curato dalla cantautrice Letizia Fuochi il 22 aprile ore 18.00 al Circolo Rigacci via Baracca, Firenze.

Una narrazione di musiche e parole per conoscere esperienze biografiche importanti delle tante resistenze alla guerra, al fascismo e al nazismo.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a irenedati88@gmail.com

esistenze-resistenze