La Calabria dalla liberazione alla Costituente

Per celebrare la ricorrenza del 2 giungo Festa della Repubblica, l’Istituto “Ugo Arcuri” ricorda gli avvenimenti che hanno ridato la libertà alla Calabria. Una breve ricostruzione attraverso un video visionabile al seguente link. (in caso di difficoltà a visualizzare selezionare il link, cliccare sopra con tasto destro e quindi vai alla pagina…)

https://drive.google.com/file/d/1hs_bbZi6vd5Szuew0N1jZt6ZWwji-9E3/view?usp=sharing

 

Cipriano Scarfò e la liberazione della Calabria

Nel 1943 la provincia di Reggio Calabria, sin dalla primavera, visse la guerra vera, quella combattuta sul territorio. Bombardamenti aerei, incursioni ricognitive in preparazione dello sbarco alleato in continente, migliaia di morti, fucilazioni e strage di civili. Poi, tra agosto e settembre, nello spazio di qualche settimana, l’occupante tedesco veniva costretto alla ritirata. Il fronte di guerra sarebbe stato altrove. All’inizio dei giorni più cruenti il sacrificio di Cipriano Scarfò, fucilato dopo essere stato legato ad un albero d’ulivo.

locandina-25-aprile

Una breve ricostruzione al seguente link (in caso di difficoltà a visualizzare cliccare sopra con tasto destro e quindi apri link in un’altra finestra)

https://drive.google.com/file/d/1rnxAuG51hMOCXJqlrknNX1UZAnH_P0ob/view?usp=sharing

 

La Calabria nella Resistenza – 25 aprile 2020

Nell’impossibilità di pubbliche commemorazioni a causa dell’emergenza sanitaria in corso, il nostro contributo per il ricordo delle vicende resistenziali avviene in modalità digitale. Dieci video sulla storia del Movimento di Liberazione con particolare riferimento alle vicende che hanno avuto per protagonisti i Calabresi ricordano le lotte per la conquista delle libertà democratiche.
Di seguito il calendario di pubblicazione e i link per la visione degli stessi che saranno disponibili nei giorni segnalati, a partire dalle ore 10.

16 Aprile | Introduzione

https://youtu.be/IDZo3nyqedM

 

17 Aprile | La Resistenza nel Mezzogiorno – Le prime formazioni in Piemonte

https://youtu.be/__uxUB9WlBo

 

18 Aprile | La Benedicta – L’Emilia ribelle

https://youtu.be/-Pp0Ewio34s

 

19 Aprile | La Resistenza nel cuore dell’Italia

https://youtu.be/jOL5cArY0AE

 

20 Aprile | Guerriglia in Val Sangone – La brigata Medici

https://youtu.be/Fkf6SJgDUY8

 

21 Aprile | Il fronte occidentale

https://youtu.be/9D0vSyVgtVg

 

22 Aprile | Garibaldini e Giellini

https://youtu.be/AKWXFcgZlEo

 

23 Aprile | Autonomi e Socialisti

https://youtu.be/vYjxlhrgKq8

 

24 Aprile | L’inverno 1944-1945

https://youtu.be/nWY0m4NKISY

 

25 Aprile | La Liberazione

https://youtu.be/a829jZWfOgU

 

E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo…

All’Istituto comprensivo “Don G. Maraziti” di Marcellinara Silvia Conte, Vittorio Scerbo, sindaco di Marcellinara, Roberta Ferrari, dirigente scolastico, e il presidente dell’Istituto “U. Arcuri”  incontreranno i ragazzi per parlare di deportazione a partire dal volume “Nel recinto dell’inferno” di Rocco Lentini e dalla storia di prossimità. La vicenda dei deportati calabresi vittime della bestiale furia nazista è ricostruita da Lentinimarcellinara-giorno-della-memoria-2020_page-0001 attraverso schede nominative precise e storie componibili in un quadro unitario del territorio calabrese.

La shoah spiegata ai bambini

Luna Renda, Gaetano Montalto e Rocco Lentini, presidente dell’Istituto “U. Arcuri”, a partire dai concetti di inclusione ed esclusione, parleranno di shoah ai bambini della scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Nicotera-Costabile”. Il percorso didattico, attraverso un approccio utile a narrare la contemporaneità, porterà i bambini a riflettere sulle leggi razziali e sull’importanza della pace, della libertà, dell’uguaglianza.lamezia-memoria-2020_page-0001

 

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario

Nell’auditorium dell’Istituto Comprensivo “Nicotera-Costabile” di Lamezia Terme i ragazzi della secondaria di primo grado incontreranno gli storici Rocco Lentini e Antonio Bagnato, Don Pino Angotti e la dirigente scolastica Maria Angela Bilotti. Un’occasione per parlare di shoah e rendere omaggio ai Calabresi che hanno testimoniato nel Lager, in un clima di morte e sofferenza, la solidarilamezia-terme-giorno-della-memoria-2020_page-0001età tra gli uomini.

Noi ricordiamo…

polistena-giorno-della-memoria-2020_page-0001L’Istituto “U. Arcuri” in occasione della celebrazione del Giorno della Memoria ha promosso in alcune scuole della provincia di Reggio Calabria e Catanzaro un ciclo di incontri per non dimenticare la shoah e la deportazione dei Calabresi. A partire dal volume “Nel recinto dell’Inferno” che raccoglie le schede di un migliaio di deportati Calabresi i ragazzi sono invitati a riflettere con lo sguardo rivolto al presente. A Polistena i ragazzi dell’Istituto Comprensivo “F. Jerace” incontreranno, nella Sala teatro della scuola, Don Pino Demasi del Centro Puglisi, fortemente impegnato nell’assistenza ai migranti, il sindaco della città Michele Tripodi, la dirigente scolastica Emma Sterrantino ed il presidente dell’Istituto Rocco Lentini.

 

Il labirinto e il filo. I Costituenti Calabresi

 

L’Istituto “U. Arcuri” e l’Anpi celebrano la festa della Repubblica democratica alla libreria Mondadori InContro di Soverato con la presentazione del volume di Rocco Lentini “Il labirinto e il filo. I Costituenti Calabresi”. L’iniziativa, utile per ricostruire la memoria di un evento storico fondante del Paese restituendo, dopo settant’anni, un nome ed un volto ai Costituenti di una regione del Mezzogiorno, vuole aprire, in un momento particolare del Paese, una riflessione sul valore antifascista e antirazzista della Carta Costituzione. All’incontro porteranno un contributo, oltre all’autore, Bruno Valenti storico libraio e uomo di cultura calabrese, l’avv. Stefano Montesano e Fausto Pettinato presidente dell’Anpi di Soverato.

2-giugno-2019

Cipriano Scarfo’ e i caduti della Piana di Gioia Tauro nella Resistenza

caduti-mostra-a-palmi-2019Cipriano Scarfo’, il primo antifascista fucilato dai nazisti in Italia, e i caduti della Piana di Gioia Tauro nella Resistenza saranno al centro delle iniziative dell’Istituto “U.Arcuri” per la Festa della Liberazione.  L’iniziativa prevede il 23 e 24 Aprile una mostra fotografica e documentaria sui caduti  nella Resistenza provenienti dal territorio della Piana di Gioia Tauro. La mostra, organizzata con il patrocinio della Presidenza del Consiglio comunale di Palmi, si terrà nella Sala Consiliare del Comune con apertura al pubblico dalle ore 8.00 alle ore 14,00. Le iniziative proseguiranno a Taurianova, in Piazza Concordia, il 25 Aprile alle ore 10,30 con una cerimonia di commemorazione

25-aprile-2019di Cipriano Scarfò, martire della libertà, fucilato dai nazisti nell’Agosto del 1943, per concludersi a Palmi, in Piazza Primo Maggio, con  la consueta Festa della Liberazione a partire dalle ore 16,30

.

…verso il 25 Aprile. La Resistenza dei Meridionali al Nord

L’Istituto “U. Arcuri” in collaborazione con l’Anpi e la libreria “Non ci resta che leggere” ha promosso un incontro su “Vito Doria e la partecipazione del Mezzogiorno alla Liberazione d’Italia”. L’iniziativa, nel salone della libreria in Via Solferino a Soverato, muoverà dalla presentazione dei volumi di Vito Doria “La mia vita nell’armée des hombres” e “La partecipazione del Mezzogiorno alla Liberazione d’Italia (1943-1945)” curato da Enzo Fimiani. A discutere sui due volumi e sul periodo storico sono chiamati Fausto Pettinato, presidente della Sezione Anpi di Soverato, Nuccia Guerrisi, direttrice dell’Istituto e Rocco Lentini, storico e giornalista.

soverato-15-aprile-2019