Festa per la Repubblica

536299_423791534314417_100000507217258_1648957_1824275905_n.jpg

 

Festa per la Repubblica 
quattordicesima edizione

Spazio verde, Casa della Memoria e della Storia

Villa Hériot, Giudecca-Zitelle 54/P, Venezia

domenica 2 giugno 2019

Programma
ore 15.30
Apertura giardino e sede
ore 16.45
Saluti di benvenuto
ore 17.00

Mario Isnenghi (Presidente Iveser)
P
rolusione

ore 17.30
Settant’anni di Europa
Letture di Alvise Battain
a seguire
Viaggio tra i cantautori
Una rilettura acustica dei brani che hanno fatto la storia nel panorama cantautorale italiano (… De Andrè, Conte, Fossati, Bennato, Dalla, Testa), fino all’esecuzione di brani inediti
Leonardo Buonaterra (voce, chitarra)
Cristiano Gallian
(chitarra)
e poi rinfresco e brindisi per la Repubblica…
rigorosamente #noplastica
aderiscono:
Associazione Giustizia e Libertà – Fiap Venezia, Anpi “7 Martiri” Venezia, Anppia Venezia, Associazione rEsistenze, Centro Documentazione e Ricerca Trentin, Associazione Olokaustos, Fondazione Rinascita 2007, Circolo Arci Luigi Nono, Università Internazionale dell’Arte
si ringrazia
Coop Alleanza 3.0 (Giudecca)
Tutti i soci e la cittadinanza sono invitati a partecipare
Informazioni
Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea (Iveser)
Calle Michelangelo 54/P

tel. 041 5287735
info@iveser.it

per arrivare linee di navigazione Actv 2, 4.1, 4.2; fermata Giudecca-Zitelle vedi mappa
www.iveser.it

2006.jpg
2007.jpg 2008.jpg
 2006 2007  2008
 2009.jpg 2010.jpg 2011.jpg
2009 2010 2011
2012.jpg
img_2438.jpg
img_2846.jpg
 2012 2013  2014
 concerto_di_gualtiero_bertelli_alla_giudecca_2_giugno_2015___005.jpg
p1010577_fileminimizer.jpg
dsc04121.jpg
2015

 2016  2017
 dsc01602.jpg
 2018
Call
Send SMS
Call from mobile
Add to Skype
You’ll need Skype CreditFree via Skype

Ritorno a casa. Pescantina 1945, dalla deportazione all’accoglienza

treno-600.jpgCentro Culturale Candiani
Iveser
rEsistenze
Anpi Mestre
1 febbraio 2017, ore 17.00

Centro Culturale Candiani, Sala Conferenze, Mestre

Proiezione del documentario
Ritorno a casa
Pescantina 1945, dalla deportazione all’accoglienza
(44’, Italia 2016)
Con gli autori, Dario Dalla Mura e Elena Peloso, ne parlano Stefania Bertelli, Mario Bonifacio e Maria Teresa Sega
Ingresso libero
Il paese di Pescantina (Vr) nel 1943 è testimone diretto dei drammatici momenti dopo l’8 settembre, quando i treni pieni di deportati politici, ebrei e internati militari percorrono la linea del Brennero, diretti verso i lager nazisti. Ma, alla fine della guerra, proprio a Pescantina, ritorneranno centinaia di migliaia di ex deportati e internati; qui si fermeranno e troveranno, in un campo allestito dalla cittadinanza, solidarietà, aiuto e accoglienza.

Questo documentario vuole ricostruire e raccontare una grande storia di umanità, ancora poco conosciuta e lo fa attraverso le testimonianze di alcuni protagonisti di quel periodo: deportati, militari e volontari.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle manifestazioni promosse dal
Coordinamento cittadino per il Giorno della Memoria
immagine1.jpg

 

Oltre quel muro. La Resistenza nel campo di Bolzano 1944-45

muro.jpgIveser
rEsistenze
Anpi 7 Martiri – Venezia
Casa delle Memoria e della Storia
Oltre quel muro
La Resistenza nel campo di Bolzano 1944-45
mostra documentaria a cura della Fondazione Memoria della deportazione
Inaugurazione domenica 29 gennaio 2017, ore 11.00
Intervengono il curatore Dario Venegoni, presidente dell’ANED nazionale, Noemi Pianegonda, testimone, deportata a Bolzano a 13 anni

La mostra sarà visitabile fino al 6 marzo 2017
lunedì e mercoledì: 10.00-16.30; martedì e giovedì 10.00-13.00
ingresso per invito

Proposta didattica per le classi:

− visite guidate alla mostra e al Giardino della Memoria

− laboratori sulle fonti: documenti d’archivio e testimonianze scritte e orali, in particolare sulle deportate veneziane (Ida D’este, Ernesta Sonego e Maria Zannier)

− percorsi di ricerca

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle manifestazioni promosse dal
Coordinamento cittadino per il Giorno della Memori
immagine1.jpg

tra storia e memoria: la scelta della Divisione Acqui e l’eccidio di Cefalonia (settembre 1943)

cefalonia_1.jpgAteneo Veneto
Iveser
Centro Tedesco di Studi Veneziani
Associazione Divisione Acqui – Sezione di Padova e Venezia
24 gennaio 2017, ore 17.30

Ateneo Veneto, Sala Tommaseo, Venezia

Tra storia e memoria: la scelta della Divisione Acqui e l’eccidio di Cefalonia (settembre 1943)

Ne parlano Filippo Focardi (Università di Padova) e Carlo Bolpin (Associazione Divisione Acqui – Sezione di Padova e Venezia) curatore del volume
Tra storia e memoria. La scelta della Divisione Acqui 1943-2013 (2015)
L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle manifestazioni promosse dal
Coordinamento cittadino per il Giorno della Memoria
immagine1.jpg

 

Deposizione delle “Pietre d’Inciampo”

pietre-inciampo.jpg
Comune di Venezia
Centro Tedesco di Studi Veneziani
Comunità Ebraica di Venezia
Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea
con il patrocinio del
Consiglio d’Europa – Ufficio di Venezia

 

Venerdì 20 gennaio 2017
Anche quest’anno la Città di Venezia dedicherà ventiquattro “Pietre d’Inciampo” (Stolpersteine) in memoria dei cittadini e cittadine veneziane deportate nei campi di sterminio nazisti, con l’artista tedesco Gunter Demnig autore delle Pietre.
Il percorso della posa delle ventiquattro Pietre d’Inciampo inizierà alle ore 9.30 da Campo S. Aponal, per proseguire con la posa delle altre Pietre, vedi la mappa del percorso.
Invitiamo la cittadinanza a partecipare alla manifestazione seguendo il percorso della posa per rendere omaggio, simbolicamente, a tutti coloro che hanno sofferto prima la deportazione e poi la morte nei campi di sterminio nazisti.
Scarica l’invito invito
immagine1.jpg
Civico Testo Pietra

SAN POLO 1154 QUI ABITAVA

ROMANO BRUSSATO

NATO 1914

ARRESTATO COME MILITARE

9.9.1943

DEPORTATO

FALLINGBOSTEL

ASSASSINATO 7.11.1944

BERGEN-BELSEN

SAN MARCO 4741 QUI ABITAVA

BONAVENTURA FERRAZZUTTO

NATO 1887

ARRESTATO COME POLITICO

26.11.1943

DEPORTATO MAUTHAUSEN

ASSASSINATO NEL CASTELLO DI HARTHEIM

4.10.1944

CASTELLO 6039 QUI ABITAVA

GIANNA CAVALIERI

NATA 1888

ARRESTATA 15.2.1944

DEPORTATA

RAVENSBRÜCK

ASSASSINATA

CANNAREGIO 5999 QUI ABITAVA

ROSITA CORINALDI

NATA 1901

ARRESTATA 14.12.1943

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA 26.2.1944

CANNAREGIO 5999 QUI ABITAVA

MARIO DINA

NATO 1894

ARRESTATO 5.12.1943

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO

CANNAREGIO 5999 QUI ABITAVA

GUIDO DINA

NATO 1929

ARRESTATO 5.12.1943

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO

CANNAREGIO 5999 QUI ABITAVA

LEONE DINA

NATO 1942

ARRESTATO 5.12.1943

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO 26.2.1944

CANNAREGIO 5999

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

QUI ABITAVA

GIORGIA DINA

NATA 1933

ARRESTATA 5.12.1943

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA 26.2.1944

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”,serif;
border:none;}

CANNAREGIO 5999 ANNA DINA

NATA 1936

ARRESTATA 5.12.1943

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA 26.2.1944

CANNAREGIO 5999 QUI ABITAVA

ELENA FANO CORINALDI

NATA 1868

ARRESTATA 5.6.1944

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA 6.8.1944

CANNAREGIO 2198 QUI ABITAVA

AUGUSTO LEVI MINZI

NATO 1869

ARRESTATO 17.8.1944

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO 7.9.1944

CANNAREGIO 386 QUI ABITAVA

GISELLA CAMPOS

NATA 1873

ARRESTATA 9.9.1944

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA

CANNAREGIO 386

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

QUI ABITAVA

EDOARDO USIGLI

NATO 1876

ARRESTATO 5.12.1943

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO 26.2.1944

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”,serif;
border:none;}

CANNAREGIO 1150 QUI ABITAVA

RICCARDO BRANDES

NATO 1917

ARRESTATO 27.7.1944

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO

CANNAREGIO 1156 QUI ABITAVA

SILVANA ALDA LEVI

NATA 1928

ARRESTATA 5.12.1943

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA 7.02.1945

BERGEN BELSEN

CANNAREGIO 1156
QUI ABITAVA
ANGELO LEVI

NATO 1931

ARRESTATO 5.12.1943

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO 26.2.1944

CANNAREGIO 1156 QUI ABITAVA

LEONELLA LEVI

NATA 1934

ARRESTATA 5.12.1943

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA 26.2.1944

CANNAREGIO 1156 QUI ABITAVA

LINA LEVI

NATA 1937

ARRESTATA 5.12.1943

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA 26.2.1944

CANNAREGIO 1156 QUI ABITAVA

MARIO LEVI

NATO 1940

ARRESTATO 5.12.1943

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO 26.2.1944

CANNAREGIO 1156 QUI ABITAVA

VITTORINA LEVI

NATA 1926

ARRESTATA 5.12.1943

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA

CANNAREGIO 1215 QUI ABITAVA

GIUDITTA ABOAF

NATA 1894

ARRESTATA 5.5.1944

DEPORTATA

AUSCHWITZ

ASSASSINATA

CANNAREGIO 1215 QUI ABITAVA

ACHILLE NAVARRO

NATO 1921

ARRESTATO 5.5.1944

DEPORTATO

AUSCHWITZ

ASSASSINATO

CANNAREGIO 1215 QUI ABITAVA

AMALIA NAVARRO

NATA 1917

ARRESTATA 5.5.1944

DEPORTATA

AUSCHWITZ

THERESIENSTADT

LIBERATA

CANNAREGIO 1215 QUI ABITAVA

LINA NAVARRO

NATA 1926

ARRESTATA 5.5.1944

DEPORTATA

AUSCHWITZ

THERESIENSTADT

LIBERATA

screenshot_5.png

Proiezione di “Partizani. La Resistenza italiana in Montenegro”

img-evento-000266.jpgCircuito Cinema Comunale di Venezia e Mestre
Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea – Iveser
Mercoledì 27 aprile 2016, ore 17.00
Casa del Cinema, S. Stae 1990, Venezia
proiezione del documentario
Partizani
La Resistenza italiana in Montenegro
(Italia, 2015)
Regia di Eric Gobetti

Con il regista ne parlano Marco Borghi, Roberto Ellero, Andreina Zitelli

Niksic, Montenegro, 9 settembre 1943. Poco dopo l’alba l’artigliere Sante Pelosin, detto Tarcisio, fa partire il primo colpo di cannone contro una colonna tedesca che avanza verso le posizioni italiane. Nelle settimane successive circa ventimila soldati italiani decidono di non arrendersi e di aderire alla Resistenza jugoslava.
I partigiani della divisione Garibaldi raccontati in questo film sono eroi semplici, che hanno combattuto il freddo, la fame e una devastante epidemia di tifo, pagando con tremende sofferenze una scelta di campo

Resistenze segrete. Il gruppo di amici di Pietro Ferraro e la Missione Margot Hollis: Giuliana, Luciano e Daulo Foscolo, Gigi e Rina Nono, Albano Pivato, Domenico Milani

000040_4299705twa393o50c22371_p_327x136.jpgIveser
ANPI 7 Martiri
rEsistenze

in collaborazione con la Municipalità di Venezia, Murano, Burano           

Martedì 26 aprile 2016, ore 17.00
Scoletta dei Calegheri – Venezia
 
Resistenze segrete
Il gruppo di amici di Pietro Ferraro e la Missione Margot Hollis: Giuliana, Luciano e Daulo Foscolo, Gigi e Rina Nono, Albano Pivato, Domenico Milani
 
Introduce Marco Borghi, intervengono Maria Teresa Sega e Luciana Milani

Ragazzi partigiani. Ricordo di Primo De Lazzari

hqdefault.jpg
 
Iveser
ANPI 7 Martiri
rEsistenze
 
in collaborazione con Municipalità di Venezia, Murano, Burano                         
 
 
Giovedi 21 aprile, ore 17.00
Scoletta dei Calegheri – Venezia
 
Ragazzi partigiani
Ricordo di Primo De Lazzari

Interviene Sandra Savogin, testimonianza di Serena D’Arbela                                                                                                      

“Bellum in terris”: Fra tradotte e trincee: la condizione militare

scienze-storiche.jpgAteneo Veneto
Iveser
Università Ca’ Foscari
con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri
e del Comitato Regionale Veneto per le celebrazioni del Centenario della Grande Guerra
Bellum in terris
Mandare, andare, essere in guerra
ciclo pluriennale di conferenze a cura di Mario Isnenghi
Mercoledì 9 marzo 2016

Ateneo Veneto, Campo San Fantin
Aula Magna, ore 17.30
Mario Isnenghi
Fra tradotte e trincee: la condizione militare
Seguendo lo schema della riuscita esperienza ideata nel 2011 per il 150° dell’Unità d’Italia, il nuovo ciclo pensato da Ateneo Veneto, Università Ca’ Foscari di Venezia e Iveser per il Centenario della Prima Guerra Mondiale prevede una prolusione in novembre 2014 e si distende poi per tutto l’arco temporale 2015-2018 ricalcando anno per anno il periodo 1914-1918.

L’idea generale è quella di aprire ogni annata concentrando in tre incontri gli avvenimenti e il senso della guerra in quello stesso anno, cento anni prima.

Le lezioni si terranno in Aula Magna all’Ateneo Veneto.

“Bellum in terris” > programma 2014-1018

“Bellum in terris”: Messi sulla difensiva. La Strafexpedition

scienze-storiche.jpgAteneo Veneto
Iveser
Università Ca’ Foscari
con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri
e del Comitato Regionale Veneto per le celebrazioni del Centenario della Grande Guerra
Bellum in terris
Mandare, andare, essere in guerra
ciclo pluriennale di conferenze a cura di Mario Isnenghi
Mercoledì 2 marzo 2016

Ateneo Veneto, Campo San Fantin
Aula Magna, ore 17.30
Mario Isnenghi
Messi sulla difensiva. La Strafexpedition
Seguendo lo schema della riuscita esperienza ideata nel 2011 per il 150° dell’Unità d’Italia, il nuovo ciclo pensato da Ateneo Veneto, Università Ca’ Foscari di Venezia e Iveser per il Centenario della Prima Guerra Mondiale prevede una prolusione in novembre 2014 e si distende poi per tutto l’arco temporale 2015-2018 ricalcando anno per anno il periodo 1914-1918.

L’idea generale è quella di aprire ogni annata concentrando in tre incontri gli avvenimenti e il senso della guerra in quello stesso anno, cento anni prima.

Le lezioni si terranno in Aula Magna all’Ateneo Veneto.

Prossimo appuntamento
“Bellum in terris” > programma 2014-1018