Il film documentario “Il Patto della montagna” torna in sala a Candelo

Candelo, 28 maggio 2018, Cinema Verdi: dopo il successo della proiezione del 23 aprile scorso il film documentario Il Patto della Montagna, realizzato da Manuele Cecconello e Maurizio Pellegrini, torna in sala a Candelo con una doppia proiezione alle ore 21 e alle ore 21.30.
A guerra aperta, tra il 1943 e il 1945, nel Biellese si condussero trattative segrete tra imprenditori tessili, operai e partigiani per tutelare la produzione e ottenere migliori condizioni lavorative. Si arrivò a un risultato straordinario: la parità salariale tra donne e uomini, una conquista che a livello internazionale sarà raggiunta solo negli anni sessanta. Per la prima volta in Europa, in tempo di guerra, le rappresentanze del mondo del lavoro cercano – sotto la protezione dei partigiani - di riattivare dal basso quelle dinamiche democratiche necessarie alla ripresa dello sviluppo: un esempio di coraggio, organizzazione e lungimiranza storica.
A raccontarlo è Argante Bocchio, comandante “Massimo”, ultimo testimone lucidissimo di quei fatti straordinari. E le parole si intrecciano con i ricordi di Nino Cerruti, il famoso stilista internazionale, figlio di quell’imprenditore che firmò il Patto in rappresentanza del settore. A interpellare questi grandi testimoni è la curiosità di due giovani stilisti: Christian, che utilizza tessuti biellesi per le sue collezioni che sfilano sulle passerelle dell’alta moda di Milano, e Sara che lavora con la memoria dei vecchi operai. Da questo incontro tra generazioni distanti nasce l’idea di creare un omaggio alla storia comune e al partigiano che tutto fece cominciare.
L’opera di interesse culturale è cofinanziata dal Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo, Direzione Generale per il Cinema, Film Commission Torino Piemonte, con il patrocinio di Sensi Contemporanei (Agenzia per la Coesione territoriale) e di Anpi nazionale, regionale e provinciale, Città di Biella, Unione Industriale Biellese, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, Vercellese e in Valsesia, Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea di Torino, DocBi–Centro Studi Biellesi, Uiltec Biella Vercelli, Fondazione Famiglia Caraccio, Uncem. Il film sarà proiettato anche il 2 giugno al Cinema Beltrade di Milano