8 Settembre 1943: Voci e storie dall’Astigiano

“80 anni dopo : Voci e storie dall’Astigiano”. A ottant’anni dall’8 settembre 1943  Nicoletta Fasano e Mario Renosio ricostruiranno, attraverso testimonianze inedite, il dramma dei soldati astigiani internati in Germania. Organizzano L’Associazione Culturale -La Stele di Nettuno-, l’Israt e il Comune di Roatto (At)

roatto_15-settembre-2023

 

Passeggiata in città dedicata all’Architettura Razionalista

La Società di Studi Astesi di Asti in collaborazione con l’Israt organizzano una passeggiata in città alla scoperta di esempi di Architettura Razionalista degli Anni Venti, Trenta e Quaranta del Novecento, con la guida di Mario Renosio.

Caro Celso, vinceremo…Storie dal deserto africano: 1941-1946

Piero Sesia e Pino Goria presentano il libro “Caro Celso, vinceremo…Storie dal deserto africano: 1941-1946″ – Araba Fenice 2022. Moderatore Mario Renosio (Israt)

caro-celso-vinceremo

“Il fascismo e la razza”

Momento di confronto e di dibattito sul tema del razzismo fascista, dell’antisemitismo, dell’antislavismo analizzati soprattutto attraverso i linguaggi della propaganda, con Nicoletta Fasano

canelli

“Mussolini ha fatto tanto per le donne”. Le radici fasciste del maschilismo italiano

Il Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese, l’Istituto comprensivo di San Damiano d’Asti, l’Associazione “Franco Casetta” e l’Israt presentano il libro di Mirella Serri Mussolini ha fatto tanto per le donne edito da Longanesi, l’11 novembre alle ore 18 su piattaforma Meet. Per iscrizioni: polocittattiva@icsandamiano.it o didattica@israt.it.

L’incontro è valido ai fini dell’aggiornamento e della formazione dei docenti. 11-11-2022

“1922 e dintorni” – Corso di formazione e di aggiornamento

L’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Asti organizza un corso di formazione  e di aggiornamento per docenti on line, aperto a tutti, sulla violenza come strumento di ascesa al potere del fascismo e come categoria di cultura politica del futuro regime. Gli incontri si terranno sulla piattaforma zoom nelle seguenti date: 3, 11, 18 e 24 novembre sempre dalle ore 16,30 alle ore 19. Il corso è presente sulla piattaforma Sofia, n. 77428.piazza-alfieri Per iscrizioni: didattica@israt.it

locandina_1922_def-1

 

originifascismoer.it – Il portale sulle origini del fascismo in Emilia-Romagna

Un progetto di ricerca che ha coinvolto 11 Istituti storici dell’Emilia-Romagna con l’obiettivo di promuovere una riflessione critica sulle ragioni, sui tempi e sulle forme dell’affermazione squadrista nella regione. La ricerca ha dato origine a un volume e a un portale che, in sinergia, racchiudono i risultati degli studi, dei dati e delle fonti digitalizzate suddivisi localmente. I contenuti selezionati contengono articoli riguardanti gli sviluppi dello squadrismo all’interno di contesti locali provinciali, i dati dei risultati elettorali, documenti d’archivio, pubblicazioni digitalizzate, bibliografie e gallerie fotografiche.

Anno 1940: l’Italia e il fascismo nella “guerra totale”

Il Comune di Firenze e l’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea vi invitano al Convegno scientifico: Anno 1940: l’Italia e il fascismo nella “guerra totale” presso la Sala Brunelleschi del Palagio di parte Guelfa, Firenze.
Ingresso gratuito ma con obbligo di Green Pass e di prenotazione obbligatoria, scrivendo a convegno1940@gmail.com

Programma:

28 ottobre

Ore 15.30 Saluti Istituzionali:
Alessandro Martini Assessore alla Memoria del Comune di Firenze
Giuseppe Matulli, Presidente ISRT

Ore 16.00-18.30 Prima sessione: Il fascismo e la prospettiva della guerra

Entrare in guerra. La decisione italiana nel contesto internazionale Lutz Klinkhammer, Istituto storico germanico di Roma
Guerra obiettivo del regime? Marie-Anne Matard-Bonucci, Universitè Paris 8
Tra neutralità e intervento: gli umori della popolazione, Paul Corner, Università di Siena

29 ottobre

Ore 9.30-13.00. Seconda sessione: Il fascismo alla prova della guerra

«abolito il libro e imbracciato il moschetto…». Il GUF nella Seconda guerra mondiale Simone Duranti, Università della Tuscia
Il partito: una “macchina da guerra”? Tommaso Baris, Università di Palermo
L’impatto della seconda guerra mondiale sulle comunità italiane all’estero Matteo Pretelli, Università di Napoli “L’Orientale”
I “combattenti” di fronte alla guerra. Mito e realtà Nicola Labanca, Università di Siena

Ore 15.00-18.30 Terza sessione: L’Italia e gli italiani fra retorica e realtà del conflitto

Gadda e Montale e l’imperialismo fascista, Pier Giorgio Zunino, Università di Torino
I cattolici fra non-belligeranza e intervento italiano Lucia Ceci, Università di Roma Tor Vergata
Gli ebrei nell’Italia in guerra Valeria Galimi, Università di Firenze
Gli antifascisti alla prova della guerra Antonio Bechelloni, Università di Lille

con-logo-ministero-convegno-1940

 

“N come nemico. La propaganda e la creazione del nemico”

Nell’ambito della Rassegna “Alfabeti di cittadinanza” il Cpia (Centro Provinciale Istruzione Adulti) di Asti e l’Israt organizzano un incontro sui meccanismi della propaganda fascista e nazista per la costruzione del nemico interno e la criminalizzazione della diversità.

n-come-nemico

Dalla censura alle leggi razziali. Il fascismo e la Biblioteca dell’Archiginnasio di Bologna

Il regime fascista ha esercitato un controllo ferreo sulla vita culturale italiana. Nella storia della Biblioteca dell’Archiginnasio, prestigiosa istituzione culturale bolognese, ritroviamo numerose tracce della politica culturale del fascismo: dalla censura dei libri sgraditi alle discriminazioni scaturite dalla promulgazione delle leggi razziali.
Ne parliamo con: Maurizio Avanzolini (Biblioteca dell’Archiginnasio)
Conduce: Luca Pastore (Istituto storico Parri)
Lunedì 25 gennaio 2021, ore 17, in diretta sulla pagina facebook dell’Istituto storico Parri