L’altro sentiero del Partigiano Johnny

I Sentieri, La Storia, La Letteratura e il Museo dell’Aeroporto Partigiano Excelsior. L’Associazione “Terre Alte” in collaborazione con l’ISRAT di Asti ha scelto questa data significativa per proporre un’escursione sulle panoramiche e selvagge colline dell’Alta Langa. Il percorso ha come luogo di partenza il centro storico di Castino, si sviluppa sulle panoramiche creste collinari tra la Valle Belbo e la Valle Bormida e attraversa ampi spazi aperti e boschi di latifoglie dai suggestivi colori autunnali. Durante l’escursione si visiteranno i luoghi descritti nel romanzo “Il Partigiano Johnny” e si narreranno i fatti storici legati all’importante Comando di Divisione che aveva sede nella cascina della Lodola. Il programma prosegue nel pomeriggio con l’imperdibile visita al Museo dell’Aeroporto Partigiano Excelsior di Vesime, in Valle Bormida. La pista di atterraggio fu realizzata nella Langa astigiana dai partigiani della II Divisione Langhe comandati da Piero Balbo “Poli”, insieme ai contadini della zona, per facilitare l’atterraggio e il decollo degli aerei alleati utilizzati per aviolanciare le missioni e trasportare armi e feriti. Ospitò il primo atterraggio il 17 novembre 1944.

http://www.israt.it/iniziative/iniziative-recenti-2018-2019/461-l-altro-sentiero-del-partigiano-johnny.html

“Passeggiata in ricordo di Gian Carlo”

locandina-passeggiata-parco-scarrone-7-4-2019 Uniremo momenti di musica celtica, a cura dell’ensemble Associazione Musicale Zoltan Kodaly diretto da Simona Scarrone e Federica Baldizzone, alle splendide immagini di Paolo Rizzola ritraenti rettili e anfibi della zona, alle suggestioni della letteratura con le pagine di Fenoglio, alla descrizione del paesaggio e della fauna del parco e alle informazioni sul funzionamento della cassa d’espansione. Termineremo con una bella merenda nel cortile della Protezione Civile.L’appuntamento è per domenica 7 aprile, alle ore 15, nel cortile della Protezione Civile, in via Alba 189, Canelli. La partecipazione è gratuita.

Cinema e storia

CINEMA E STORIA
Movimenti sociali, politici e culturali dagli anni ’50
agli anni ‘70. Cinema, letteratura, canzoni

GIOVEDÌ 12 OTTOBRE 2017

Sala D’Ars,Società Umanitaria,  ore 15.30 – 18.30

cinema-e-storia-2017-2018_seminario_12_ottobre

“Dai, se posso passo…” (quattro passi attorno a Bob Dylan)

Una serata, alla Casa del Popolo di Asti, dedicata al premio Nobel Bob Dylan, alle sue canzoni, alle sue poesie. Con Matteo Serra, Teatro degli Acerbi, Franco Bergoglio (giornalista, blogger, musicologo) e i ragazzi del Collettivo Studentesco “Avamposto 129″.

se-posso-passo

 

Fonti artistiche (letteratura, musica, arte, cinema)

Costruire un curriculum verticale di formazione storica
per l’acquisizione di competenze disciplinari e di cittadinanza
Gennaio 2017 – Maggio 2019

Fonti artistiche (letteratura, musica, arte, cinema), laboratorio per insegnanti su per utilizzare criticamente opere d’arte come “specchi”, testi e fonti storiche, condotto da

prof. Maurizio Gusso e prof. Simone Campanozzi

8 maggio 2017, ore 15.00-18.00, ITC G. Zappa, Viale Marche 71, Milano

2016_12_03-corso-di-formazione-2016-19di-1

“Storia di Tonle” di Mario Rigoni Stern, con Pino Petruzzelli

Alla Casa del Teatro di Asti, via Goltieri n. 2

Pino Petruzzelli veste i panni dello scrittore Mario Rigoni Stern per narrare la straordinaria ed avvincente epopea di Tonle, montanaro forte e generoso, semplice e tenace, innamorato della propria terra e delle proprie radici, dove le sue parole si fondono con una natura violata dalla Grande Guerra ma non sconfitta.

Conferenza: La Resistenza friulana tra storia e letteratura

Venerdì 29 aprile 2016, alle ore 20.30, presso la  Palazzina di Piazza Iulia a Pozzuolo del Friuli, in provincia di Udine, si svolgerà la conferenza organizzata dall’Associazione culturale “L’officina delle memorie” di Pozzuolo del Friuli, sul tema LA RESISTENZA FRIULANA TRA STORIA E LETTERATURA. Interviene il prof. Giuseppe Mariuz, presidente dell’A.N.P.I. provinciale di Pordenone e collaboratore dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione.

immagine-ereeeeeee

“Era febbraio… Ieri come oggi” Storie di Resistenza e consapevolezza civile

Presso la Casa del Popolo di Asti, il musicista Beppe Giampà e Manifesto Era Febbraiolo scrittore Sergio Gnudi ci accompagnano in un viaggio musico-letterario, tra le pagine del romanzo “L’Agnese va a morire”, tra storia ed attualità, tra storie di resistenza, consapevolezza civile e cittadinanza attiva.

CSM – L’invisibile ovunque. Presentazione del libro di Wu Ming

loc-invisibile- bassa risuluzioneOratorio Novo della Biblioteca civica – Vicolo Santa Maria, Parma

 

Incontro con Wu Ming 4Ilaria La Fata (Centro studi movimenti) e Carlo Varotti (Università di Parma).

 

L’invisibile ovunque racconta quattro vite nella Grande guerra, saltando dal fronte italiano a quello francese e ritorno. Chi vive in queste pagine sa che «niente uccide un uomo come l’obbligo di rappresentare una nazione» (Jacques Vaché) e adotta strategie per evadere dall’orrore. Qualcuno sceglie la sfida all’istituzione psichiatrica, accettando il rischio che la follia simulata diventi reale. Qualcuno si arruola negli Arditi, scansando la vita di trincea, al prezzo di divenire un uomo-arma, pugnale con braccia e gambe che un potere futuro potrà usare a suo piacimento. Qualcuno cerca di nascondersi nelle pieghe della guerra, praticando l’umorismo e il paradosso, fantasticando piani grandiosi per assaltare il mondo che ha vomitato un tale abominio. Qualcuno coltiva l’utopia di un’invisibilità che renda impossibile agli uomini combattersi.

Il libro rappresenta un esempio di narrazione letteraria della Grande guerra, che rifugge da ogni eroismo e riporta al centro gli uomini in carne ed ossa e il loro disperato attaccamento alla vita.

A dialogare con Wu Ming 4 saranno Ilaria La Fata, ricercatrice del Centro studi e autrice di un volume sulla follia nelle trincee, e Carlo Varotti, docente di letteratura italiana all’Università di Parma. Due studiosi di discipline diverse – quella storica e quella letteraria – che faranno emergere i tratti più interessanti di questo lavoro: da un lato le zone d’ombra della storia, i suoi angoli grigi, le vicende scomode che hanno segnato l’esperienza del primo conflitto mondiale; dall’altro una tecnica narrativa che mette in scena quattro movimenti, dalla narrativa pura al romanzo in forma di saggio, attraversando il romanzo di frammenti e il non-romanzo surrealista.

 

A cura di Centro studi movimentiBiblioteche del Comune di Parma

Info: centrostudimovimenti@gmail.com

 

#ungiornoconlevi maratona di lettura a Recanati

A seguire la locandina con il programma della giornata che domani 27 gennaio verrà dedicata, nelle scuole e nei luoghi di memoria, cultura e aggregazione della città di Recanati, alla lettura integrale di “Se questo è un uomo” di Primo Levi. L’iniziativa, che coinvolge scuole, associazioni, personalità della cultura e dell’arte, è stata promossa dal nostro Istituto insieme all’Amministrazione Comunale di Recanati, all’ANPI Recanati e alla rete Le Marche fanno storie.

recanati maratona levi