Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. “DOPO LA BUFERA”. IL FRIULI E LA VENEZIA GIULIA DI FRONTEALLA RICOSTRUZIONE NEL SECONDO DOPOGUERRA (1945-1964)

Mercoledì 27 aprile 2016, dalle ore 15.30 alle 17.30, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine, in via Planis 25, si svolgerà la decima e ultima  lezione del Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado sulla storia del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, dal 1945 al 1964.

Intervento

Prof. Andrea Zannini, direttore del Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio culturale dell’Università di Udine Le nuove forme della didattica: lo studio in classe delle fonti storiche.

Laboratorio didattico a cura di Gloria Nemec (Irsml)  L’esodo dei giuliano-dalmati.

a) Inquadramento delle problematiche relative all’esodo dei giulano-dalmati sulla scorta della più recente produzione storiografica; b) analisi di alcune fonti di memoria riferite ai momenti cruciali della scelta di abbandonare i luoghi d’origine e trasferirsi.

Promotori del corso: Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione – Friuli Venezia Giulia, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia e il Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine. Referenti del corso prof. Roberto Spazzali e prof.ssa Francesca Bearzatto (Irsml – Fvg di Trieste)  Prof.ssa Chiara Fragiacomo (Ifsml di Udine)

immagine-ereeeeeee

“Un’altra storia” – L’ultimo fascismo, la Resistenza, il difficile dopoguerra nell’Astigiano (1943-1947)

Il Comune di Montemagno (At) in collaborazione con l’Israt organizza la presentazione del volume di Nicoletta Fasano e Mario Renosio, “Un’altra storia. La Rsi nell’Astigiano tra guerra civile e mancata epurazione”, Israt Edizioni. montemagno

Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. “DOPO LA BUFERA”. IL FRIULI E LA VENEZIA GIULIA DI FRONTE ALLA RICOSTRUZIONE NEL SECONDO DOPOGUERRA (1945-1964)

Mercoledì 20 aprile 2016, dalle ore 15.30 alle 17.30, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine, in via Planis 25, si svolgerà la nona lezione del Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado sulla storia del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, dal 1945 al 1964.

La lezione prevede due interventi:

  1. Guerra Fredda e guerre ‘calde’. Strategie e conflitti dalla Seconda guerra mondiale alla caduta del muro di Berlino (1945-1989) a cura del prof.Gianluca Volpi (Università degli Studi di Udine).
  2. Servitù militari e movimenti di pace in Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, a cura del prof. Paolo Michelutti (ricercatore storico, docente, giornalista).

Promotori del corso: Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione – Friuli Venezia Giulia, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia e il Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine. Referenti del corso prof. Roberto Spazzali e prof.ssa Francesca Bearzatto (Irsml – Fvg di Trieste)  Prof.ssa Chiara Fragiacomo (Ifsml di Udine)

immagine-ereeeeeee

“Un’altra storia” – L’ultimo fascismo, la Resistenza, il difficile dopoguerra nell’Astigiano (1943-1947)

Nell’ambito della rassegna “Primavera letteraria” il Comune di Viarigi (At) in collaborazione con l’Israt organizza la presentazione del libro di Nicoletta Fasano e Mario Renosio, “Un’altra storia. La Rsi nell’Astigiano tra guerra civile e mancata epurazione”, Israt Edizioni.viarigi002

Presentazione: IL FRIULI. STORIA E SOCIETA’. Vol. VI 1964-2010. I processi di sviluppo economico e le trasformazioni sociali.

Venerdì 15 aprile, alle ore 17.30, presso la Sala Ajace in Palazzo D’Aronco, Piazza della Libertà a Udine, L’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione presenta il sesto volume collettaneo della collana

IL FRIULI. STORIA E SOCIETA’. 1964-2010. I processi di sviluppo economico e le trasformazioni sociali.

Il volume, curato da Roberto Grandinetti, raccoglie importanti e originali ricerche su una fase cruciale e poco studiata della società contemporanea del Friuli relativa alla seconda metà del Novecento. Gli studi sviluppano tematiche che aiutano a comprendere la società maturata in seguito alle trasformazioni socio-economiche avviate dopo la Seconda guerra mondiale. Sono approfonditi i temi dell’economia, della società civile e della politica.

  • Roberto Grandinetti Una lettura della storia recente dell’economia friulana: dall’industrializzazione senza fratture alla globalizzazione.
  • Valentina De Marchi, Roberto Grandinetti, Come sta cambiando l’economia industriale del friuli Venezia Giulia: analisi di una trasformazione in atto.
  • Maria Chiarvesio, Raffaella Tabacco, I distretti industriali friulani: dalla fase espansiva alle sfide della competizione globale.
  • Stefano Miani, Mario Robiony, Il sistema bancario in Friuli dal secondo dopoguerra al terzo millennio.
  • Francesco Marangon, Stefania Troiano, Il sistema rurale friulano: trasformazioni recenti e prospettive future.
  • Luciano Di Sopra, I terremoti del 1976 e i caratteri della ricostruzione.
  • Javier Grossutti, Dall’emigrazione all’immigrazione. Trasformazioni migratorie di una regione (1969-1994).
  • Marco Puppini, Lotte sociali in Friuli tra terremoto e globalizzazione.
  • Otello Bosari, I cinquant’anni della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.
  • Tiziano Sguazzero, Partiti e culture politiche in Friuli. Dalla nascita della regione Friuli Venezia Giulia alla fine della prima Repubblica.
  • Michela Cafazzo, Pier Luigi Grandinetti, Roberto Grandinetti, Udine: dalla città -platea alla città-rete? La questione insediativa in Friuli: caratteri e tendenze tra fenomeni di persistenza e trasformazione.

Programma dell’incontro

  • ore 17.30 Saluto dell’Autorità
  • Interventi di:
  • Roberto Grandinetti
  • Maria Chiarvesio
  • Mario Robiony
  • Luciano Di Sopra
  • Tiziano Sguazzero
  • Pierluigi Grandinetti
  • immagine-ereeeeeee

 

Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. “DOPO LA BUFERA”. IL FRIULI E LA VENEZIA GIULIA DI FRONTE ALLA RICOSTRUZIONE NEL SECONDO DOPOGUERRA (1945-1964).

Martedì 12 aprile 2016, dalle ore 15.30 alle 17.30, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico “N.Copernico” di Udine, in via Planis 25, si svolgerà l’ottava lezione del Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado sulla storia del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, dal 1945 al 1964.

La lezione prevede due interventi:

  1. L’informazione, la stampa, il ruolo della Rai in Regione nel secondo dopoguerra  a cura del dott. Luciano Santin (giornalista).
  2. Da ‘problema’ a opportunità per la Regione Friuli Venezia Giulia. Gli sloveni in Italia dal dopoguerra a oggi, a cura del prof. Gorazd Bajc (Università degli Studi di Maribor, Slovenia; BIblioteca Nazionale slovena e degli Studi di Trieste, Sezione Storia ed Etnografia).

Promotori del corso: Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione – Friuli Venezia Giulia, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia e il Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine. Referenti del corso prof. Roberto Spazzali e prof.ssa Francesca Bearzatto (Irsml – Fvg di Trieste)  Prof.ssa Chiara Fragiacomo (Ifsml di Udine)

immagine-ereeeeeee

Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. “DOPO LA BUFERA”. IL FRIULI E LA VENEZIA GIULIA DI FRONTE ALLA RICOSTRUZIONE NEL SECONDO DOPOGUERRA (1945 – 1964).

Mercoledì 6 aprile 2016, dalle ore 15.30 alle 17.30, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine, in via Planis 25, si svolgerà la settima lezione del Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado sulla storia del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, dal 1945 al 1964.

La lezione prevede due interventi:

  1. “Occorre attivare la logica e naturale valvola di sicurezza che è stata data dall’emigrazione”: le partenze nel periodo 1945-1965 in Friuli Venezia Giulia a cura del dott. Javier Grossutti (Swinburne University of Technology).
  2. Territorio e società in Friuli (e nella) Venezia Giulia prima della nascita dell’ultima regione autonoma (1945- 1963) a cura di Sergio Zilli (Università degli Studi di Trieste).

Promotori del corso: Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione – Friuli Venezia Giulia, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia e il Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine. Referenti del corso prof. Roberto Spazzali e prof.ssa Francesca Bearzatto (Irsml – Fvg di Trieste)  Prof.ssa Chiara Fragiacomo (Ifsml di Udine)

immagine-ereeeeeee

Presentazione volume: La difesa dell’italianità. L’Ufficio per le zone di confine a Bolzano, Trento e Trieste (1945-1954), a cura di D. D’Amelio, A. Di Michele, G. Mezzalira, edizione Il Mulino 2015

Martedì 5 aprile, alle ore 16.30, presso l’Aula 7 del Palazzo Antonini-Cernazai in via Petracco 8, a Udine, sarà presentato il volume La difesa dell’Italianità. L’Ufficio per le zone di confine a Bolzano, Trento e Trieste (1945-1954), a cura di Diego D’Amelio, Andrea di Michele, Giorgio Mezzalira.

Interverrà l’autore Diego D’Amelio, storico e direttore di “Qualestoria”, rivista edita dall’Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione Friuli Venezia Giulia.

L’incontro è organizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Udine in collaborazione con l’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine

Nota
L’Ufficio per le zone di confine (Uzc), attivo dal 1947 al 1954 sotto la responsabilità politica del giovane sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giulio Andreotti, rappresenta una fonte di assoluto rilievo per comprendere la storia delle aree italiane di frontiera, nella fase di transizione del secondo dopoguerra. L’Ufficio fu, infatti, il laboratorio in cui si studiarono le politiche relative alle regioni di confine e il terminale incaricato di applicarvi le strategie del governo. L’Uzc operò in contesti complessi come quelli dell’Alto Adige e della Venezia Giulia, connotati dall’emergere di questioni che mettevano in discussione la stessa sovranità italiana su quei territori. Sulla base dello studio della documentazione dell’Ufficio, recentemente riordinata e messa a disposizione dall’Archivio della Presidenza del Consiglio, le ricerche qui proposte – di studiosi di lingua italiana, tedesca e slovena provenienti dalle rispettive aree di confine – permettono di evidenziare similitudini e divergenze delle scelte di Roma nella “difesa dell’italianità” delle frontiere.

immagine-ereeeeeee

Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. “DOPO LA BUFERA”. IL FRIULI E LA VENEZIA GIULIA DI FRONTE ALLA RICOSTRUZIONE NEL SECONDO DOPOGUERRA (1945-1964)

Mercoledì 30 marzo 2016, dalle ore 15.30 alle 17.30, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine, in via Planis 25, si svolgerà la sesta lezione del Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado sulla storia del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, dal 1945 al 1964.

La lezione prevede due interventi:

  1. La costruzione della Regione Friuli Venezia Giulia (1945-1964): rivendicazioni autonomistiche e istanze statuali unitarie dei partiti e del mondo della cultura a cura del prof. Tiziano Sguazzero (Ifsml).
  2. L’economia del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra: la riorganizzazione del movimento cooperativo e il nuovo panorama industriale a cura di Mario Robiony (Università degli Studi di Udine).

Promotori del corso: Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione – Friuli Venezia Giulia, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia e il Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine. Referenti del corso prof. Roberto Spazzali e prof.ssa Francesca Bearzatto (Irsml – Fvg di Trieste)  Prof.ssa Chiara Fragiacomo (Ifsml di Udine)

immagine-ereeeeeee

Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. “DOPO LA BUFERA”. IL FRIULI E LA VENEZIA GIULIA DI FRONTE ALLA RICOSTRUZIONE NEL SECONDO DOPOGUERRA (1945-1964)

Giovedì 17 marzo 2016, dalle ore 15.30 alle 17.30, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine, in via Planis 25, si svolgerà la quinta  lezione del Corso di aggiornamento per docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado sulla storia del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, dal 1945 al 1964.

LABORATORIO DIDATTICO a cura di Francesca Bearzatto (Irsml), Gian Carlo Bertuzzi (Università degli Studi), Chiara Fragiacomo (Ifsml)

PROPOSTE DI STUDIO. ANALISI DI PERIODICI, FONTI D’ARCHIVIO E  FONTI ORALI SUI TEMI:

  • Il ritorno dei reduci (deportati, militari) e la conflittualità sociale nel secondo dopoguerra in Friuli Venezia Giulia.
  • Il referendum del 1946

Promotori del corso: Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione – Friuli Venezia Giulia, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione di Udine, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia e il Liceo Scientifico “N. Copernico” di Udine. Referenti del corso prof. Roberto Spazzali e prof.ssa Francesca Bearzatto (Irsml – Fvg di Trieste)  Prof.ssa Chiara Fragiacomo (Ifsml di Udine)

immagine-ereeeeeee