Presentazione del volume “Presenze ebraiche in Umbria meridionale dal medioevo all’età moderna”

L’Isuc, la Libera associazione culturale Lynks e l’Ente Rinascimento Acquasparta organizzano, presso la Sala del Trono di Palazzo Cesi, la presentazione del volume a cura di Paolo Pellegrini, Presenze ebraiche in Umbria meridionale dal medioevo all’età moderna, Editoriale Umbra 2017.

Presentazione libro: “Gli Ebrei nella Storia del Friuli Venezia Giulia. Una vicenda di lunga durata”.

Martedì 21 febbraio 2017, alle ore 17.30 presso la sala Ajace in Piazza Libertà a Udine, l’Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione presenta:

Gli Ebrei nella Storia del Friuli Venezia Giulia. Una vicenda di lunga durata, a cura di Miriam Davide e Pietro Ioly Zorattini, Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, Firenze, Giuntina, 2016.

Intervengono: Michele Sarfatti, già direttore del Centro di Documentazione ebraica contemporanea e Andrea Zannini, docente di storia moderna e direttore del Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Udine.

Il volume contiene gli atti del Convegno internazionale Gli Ebrei nella storia del Friuli Venezia Giulia. Una vicenda di lunga durata tenutosi a Ferrara tra il 12 e il 14 ottobre 2015. Nell’arco di due giorni e mezzo ventuno studiosi italiani e stranieri di chiara fama e giovani ricercatori si sono alternati per illustrare ed approfondire aspetti generali e particolari della presenza ebraica nel Nord-est italiano, dalle terre del Friuli patriarcale e poi veneziano a quelle soggette alla Casa d’Austria dal Medio Evo fino al Novecento. Le relazioni, frutto di ricerche rigorose ed innovative, hanno affrontato un’ampia e articolata gamma di temi, dai complessi rapporti fra i nuclei ebraici e la società cristiana di maggioranza, all’organizzazione interna degli insediamenti ebraici, aspetti significativi della loro vita economica, religiosa e culturale, le dinamiche interne della loro quotidianità, personaggi illustri e tratti poco noti del loro milieu. Il Convegno di Ferrara con i suoi apporti e i suoi dibattiti ha costituito un momento prezioso per la presentazione di nuove ricerche e per l’approfondimento del dibattito sulla rilevanza e sulle peculiarità della presenza ebraica in quest’area di incontro e confronto fra culture diverse (latina, tedesca e slava) dove, ancor oggi, l’Ebraismo è significativamente rappresentato dalla Comunità Ebraica di Trieste. Gli Atti del Convegno costituiscono un compendio ineludibile per gli studiosi che intendono approfondire la storia degli Ebrei di queste terre.

immagine-ereeeeeee

Presentazione del volume “Presenza ebraica e feudalità fra Stato pontificio e Granducato di Toscana”

L’Isuc e la Fondazione Ranieri di Sorbello organizzano, presso Palazzo Sorbello in piazza Piccinino 9, la presentazione del volume Presenza ebraica e feudalità fra Stato pontificio e Granducato di Toscana a cura di Mario Tosti, Ruggero Ranieri, Letizia Cerqueglini, Editoriale Umbra, Foligno; Isuc, Perugia 2015.

Invito

Paolo Veziano_Ombre al confine

Martedì 3 marzo, al Circolo Unificato dell’Esercito, alle ore 17.30, si terrà la presentazione del volume di Paolo Veziano, Ombre al confine. L’espatrio clandestino degli ebrei stranieri dalla Riviera dei Fiori alla Costa Azzurra 1938-1940 (pref. di A. Cavaglion, Fusta Editore, 2014). All’incontro promosso dalla Comunità Ebraica di Genova, in collaborazione con l’Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, interverranno Rav Giuseppe Momigliano, Rabbino capo della Comunità Ebraica di Genova, e Paolo Battifora, Coordinatore del Comitato scientifico ILSREC. Sarà presente l’autore.

Layout 1

 

La figura geometrica dominante in questo libro è la “serpentina”, o meglio bisognerebbe dire le serpentine, che da Ventimiglia conducevano i profughi ebrei in fuga dall’Italia fascista in direzione di Garavan, il quartiere di Mentone prossimo alla frontiera. I luoghi che fanno da sfondo sono carichi di memorie letterarie, ma tornano alla nostra attualità quotidiana. La pressione migratoria al confine tra Italia e Francia percorre quelle stesse serpentine. Foscolo le chiamava le fauci del Mediterraneo, là dove il Roja incomincia ad avere più spazio per la sua discesa verso il mare. “Le quinte di un teatro”, scenograficamente, le definiva Italo Calvino, nel Sentieri dei nidi di ragno. Sono i sentieri del contrabbando che Francesco Biamonti ha descritto nei suoi libri: in questi scenari impervi Paolo Veziano ha ambientato una storia emozionante, che svela le contraddizioni della politica razziale di Mussolini.  

Paolo Veziano, di professione ovicoltore, da anni si dedica per passione allo studio della presenza ebraica in provincia e della condizione degli ebrei sotto l’occupazione italiana nel Nizzardo.

 http://www.fustaeditore.it/it/catalogo/product_info.php?products_id=226

 

scarica l’invito Paolo Veziano

Presentazione libro “Legami pericolosi. Ebrei e Crisitani tra eresia, libri proibiti e stregoneria.”, Torino, Einaudi, 2012

Mercoledì 23 gennaio alle ore 18.00 presso la Sala Corgnali -Biblioteca Civica “V.Joppi” di Udine si presenta il libro “Legami pericolosi. Ebrei e Crisitani tra eresia, libri proibiti e stregoneria” di Marina Caffiero, Torino, Einaudi, 2012.

Dialogano con l’autrice Pier Cesare Ioly Zorattini, Andrea Del Col e Giuseppina Minchella.

La storia degli Ebrei e dei Cristiani è una storia di scambi istituzionali, sociali e culturali: legami pericolosi e proibiti ma, per quanto denunciati dai poteri religiosi e secolari e dunque vietati, diffusi e quotidiani. Dalla lettura del libro emerge uno scarto evidente tra il prescritto e il vissuto, che dà luogo a comportamenti caratterizzati da grande libertà e spregiudicatezza rispetto ai divieti e alle norme imposte dall’alto.

immagine-ereeeeeee

Marina Caffiero insegna Storia Moderna all’Università La Sapienza di Roma.

Gli ebrei a Bevagna. Religione, diritto e vita quotidiana

Il comune di Bevagna, l’Associazione Italia Israele, l’Isuc, il Centro studi sulle radici culturali ebraico-cristiane della civiltà europea, l’Archivio di Stato di Perugia organizzano presso l’Auditorium Santa Maria Laurentia il convegno Gli ebrei a Bevagna. Religione, diritto e vita quotidiana.

Invito BEVAGNA, 04 ottobre

 

Presenza ebraica e feudalità tra Stato Pontificio e Granducato di Toscana (sec. XV-XIX)

Il comune di Monte Santa Maria Tiberina, l’Isuc, l’Associazione Italia Israele Perugia e la Fondazione Ranieri di Sorbello organizzano il convegno internazionale Presenza ebraica e feudalità tra Stato Pontificio e Granducato di Toscana (sec. XV-XIX).

Pieghevole 3_ott_2012