Premio “Cesare Mozzarelli” – XV edizione

Viene indetta la quindicesima edizione del premio “Cesare Mozzarelli” da assegnare all’autore o agli autori di studi, ricerche e tesi di laurea o di dottorato, sulla storia di Mantova e del suo territorio in età moderna e contemporanea. La domanda di partecipazione e il testo della ricerca devono pervenire entro il 31 maggio 2021.
Il testo completo del bando è leggibile nell’allegato (50 KB) mozzarelli_2021_bando. Facsimile della domanda di partecipazione da stampare e firmare sulla carta stampata mozzarelli_domanda2.

Premio “Mantova per l’Europa” – Premiazione

Domenica 9 maggio 2021 alle ore 10,30 a Mantova presso il Centro Culturale ‘Baratta’ (corso Garibaldi 88) ha luogo la cerimonia di premiazione del concorso «Mantova per l’Europa». Partecipano Franco Amadei (Fondazione Comunità Mantovana), Daniela Ferrari (Istituto Mantovano di Storia Contemporanea), Secondo Sabbioni (Istituto Mantovano di Storia Contemporanea). Il concorso, rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole superiori di Mantova e della provincia, è stato bandito dalla Fondazione Comunità Mantovana con la collaborazione dell’Istituto.
In allegato la locandina dell’evento mantovapereuropa-2021-premio.

Idee d’Europa – 2

Giovedì 6 maggio 2021 alle ore 17,30 Marco Platania, curatore del volume di Federico Chabod «Idea d’Europa e civiltà moderna» (2017), tiene la seconda lezione dal titolo «Federico Chabod e la coscienza di essere europei».
La lezione fa parte di un ciclo d’incontri rivolti a tutti i cittadini, intitolato «Idee d’Europa» e realizzato dall’Istituto con il contributo della Fondazione Comunità Mantovana, sul tema dell’Unione Europea. Gl’incontri saranno trasmessi su nuovo canale YouTube dell’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, dove resteranno disponibili. L’indirizzo del secondo incontro è https://youtu.be/TMio3BrgYP0 .
Nell’allegato la riproduzione dell’invito Europa_2021_IV-V.

Storie di antifascismo popolare mantovano

Lunedì 3 maggio 2021 dalle ore 17,30 alle ore 19,00 in videoconferenza viene presentato il volume di Giovanni Cattini (Università di Barcellona) intitolato “Storie di antifascismo popolare mantovano: dalle giornate rosse alla guerra civile spagnola”. Dopo l’introduzioni di Giovanni Zavattini (ANPI Mantova) e di Daniele Soffiati (segretario provinciale della CGIL di Mantova ) l’autore Giovanni Cattini parla del lavoro compiuto. Commenta Claudio Silingardi (Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Modena) e conclude Daniela Ferrari (Istituto Mantovano di Storia Contemporanea).
Durante la guerra civile spagnola (1936-1939), in cui si scontrarono franchisti e repubblicani, una quarantina di mantovani combatté in difesa della Repubblica. Tramite la consultazione degli archivi sovietici e del casellario politico dell’Archivio Centrale dello Stato di Roma, Giovanni Cattini ha ricostruito le vite di questi uomini. Provenienti dalle classi sociali più povere, la maggior parte aveva partecipato alle giornate rosse mantovane del dicembre 1919 poi, oppostasi al regime fascista, era stata costretta a rifugiarsi in Francia, Belgio, Svizzera, Unione Sovietica. Infine, raggiunta la Spagna, gli antifascisti mantovani combatterono a fianco dei repubblicani per difendere i valori in cui credevano.
Per partecipare all’incontro connettersi a https://meet.jit.si/Storieantifascismo.
Nell’allegato la riproduzione dell’invito cattini_2021-05-03.

Idee d’Europa – 1

Giovedì 29 aprile 2021 Daniela Preda, professore ordinario di Storia Contemporanea presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Genova, tiene la prima lezione dal titolo «Altiero Spinelli. visione e realismo». L’anteprima su YouTube è visibile collegandosi alle ore 17,30 all’indirizzo https://youtu.be/i2-KCyeU5Qw.
La lezione fa parte di un ciclo d’incontri rivolti a tutti i cittadini, intitolato «Idee d’Europa» e realizzato dall’Istituto con il contributo della Fondazione Comunità Mantovana, sul tema dell’Unione Europea. Gl’incontri saranno trasmessi su nuovo canale YouTube dell’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, dove resteranno disponibili.
Nell’allegato la riproduzione dell’invito europa_2021_iv-v.

Premio “Mantova per l’Europa”

La Fondazione Comunità Mantovana, con la collaborazione dell’Istituto, bandisce il concorso “Mantova per l’Europa”, grazie al fondo patrimoniale denominato “Ghidorzi Ghizzi Dacirio-Fondo Europa”. Il concorso è rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole superiori di Mantova e della provincia. Gli studenti partecipanti al Premio dovranno redigere un testo argomentativo su tematiche relative all’Unione europea. Gli elaborati dovranno essere consegnati entro il 10 aprile 2021.
L’Istituto organizza tre lezioni preparatorie per i docenti nei giorni del 19 e 26 febbraio e 5 marzo, che saranno tenute on line da Secondo Sabbioni, funzionario del Parlamento europeo e Paolo Tedeschi, docente di storia economica presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca sui seguenti temi: il processo decisionale europeo: origine, funzionamento e ruolo delle istituzioni, il welfare e i problemi socio-economici connessi al diritto di cittadinanza.
Nell’allegato il bando mantovapereuropa-2021-bando.

Idee d’Europa

Il corso laboratoriale “Idee d’Europa” rivolto ai docenti si compone di tre incontri, che si terranno venerdì 19 febbraio, venerdì 26 febbraio e venerdì 5 marzo, on line dalle 17 alle 19. Rivolto ai docenti è funzionale al concorso “Mantova per l’Europa”. La prima lezione, tenuta da Secondo Sabbioni, funzionario del Parlamento europeo ha per titolo “Il processo decisionale europeo: origine, funzionamento e ruolo delle istituzioni”, la seconda e la terza lezione, tenute da Paolo Tedeschi, docente di storia economica presso l’Università degli Studi Bicocca di Milano, hanno per argomento “Welfare e i problemi socio-economici connessi al diritto di cittadinanza” e “Una moneta comune per un’Europa più unita?”.
Nell’allegato la riproduzione dell’invito con le modalità d’iscrizione ideeeuropa-2021-02-03.

Onere della conoscenza – terza edizione

Venerdì 13 e sabato 14 novembre 2020 ha luogo a partire dalle ore 9 di venerdì il terzo corso di formazione l′«Onere della conoscenza», che per le note restrizioni dovute alla pandemia si terrà on line. Il corso ha l’intento di offrire strumenti idonei a comprendere la realtà storica e attuale dei paesi di provenienza e i diritti e le opportunità legati ai fenomeni migratori; si rivolge a tutti ed in particolare ad avvocati, operatori e membri delle commissioni territoriali, ed è altresì un’importante opportunità di formazione per docenti, studenti e dirigenti scolastici onde affinare strumenti d’interazione con la complessità del mondo attuale. Le frontiere saranno il tema di quest’anno, le quali rendono l’Europa una fortezza per chi migra attraverso la rotta mediterranea e quella balcanica.
Il corso è gratuito ed aperto a tutti. Per tutti i partecipanti il termine delle iscrizioni è mercoledì 11 novembre.
Le modalità per la partecipazione si leggono nell’allegata riproduzione dell’invito, sul quale è anche il programma delle due giornate. onereconoscenza_2020_11_13-14

Leningrado. Memorie di un assedio

Giovedì 15 ottobre 2020 a Mantova presso la Sala della Cervetta (piazza Mantegna 1) alle ore 17 viene presentato il volume di Lidija Ginzburg «Leningrado. Memorie di un assedio». Con Francesca Gori, curatrice del volume, dialogano Maria Luisa Betri (Università degli Studi di Milano) e Marida Brignani (Istituto Mantovano di Storia Contemporanea).
Le «Memorie» offrono al lettore una testimonianza sui novecento giorni dell’assedio di Leningrado da parte dei nazisti durante la seconda guerra mondiale, ed anche una riflessione filosofica sul comportamento dell’individuo costretto a misurarsi con una condizione estrema di sopravvivenza.
Nell’allegato la riproduzione dell’invito (300 KB). leningrado_2020_10_15r

La morte nell’arte: la cultura come veicolo di sviluppo sociale

Lunedì 12 ottobre e lunedì 19 ottobre 2020 a Mantova presso la Sala della Cervetta (piazza Mantegna 1) Elena Alfonsi tiene dalle ore 16,30 alle 18,30 un corso per i docenti delle scuole di secondo grado; l’argomento è «La morte nell’arte: la cultura come veicolo di sviluppo sociale».
Le opere d’arte prese in considerazione permetteranno di parlare di morte – esplicitamente, affinché tutti possano acquisire una competenza specifica al riguardo e possano situarsi rispetto alle istanze culturali e normative che orientano e disciplinano il trapasso. Esse sono una straordinaria opportunità per fornire concretamente all’individuo la dimostrazione di come le dimensioni individuali – relazionali – sociali entrino inevitabilmente in gioco nei rapporti tra morte – cultura – storia.
Ogni lezione è accompagnata da un laboratorio, il quale si prefigge di sensibilizzare alla comprensione delle opere d’arte in funzione di un loro utilizzo multidisciplinare. Dalla semplice presa di contatto visivo di alcune opere sarà possibile, rispondendo a una serie di domande relative alle loro caratteristiche, comprenderne meglio i contenuti.
Nell’allegato la riproduzione dell’invito con i ragguagli per l’iscrizione (340 KB).  morte_2020_10_12-19r