Anniversario Liberazione 2021

Il 26 aprile 2021 alle ore 18 in diretta sulle pagine social del Coordinamento Anpi Regione Piemonte (YouTube e Facebook) sarà trasmesso l’incontro: Il 25 aprile del Piemonte: le giornate della Liberazione (aprile-maggio 1945), iniziativa organizzata dall’Anpi regionale piemontese, con interventi di Enrico Pagano, direttore dell’Istituto di Varallo; Cesare Panizza, ricercatore dell’Istituto di Alessandria; Mario Renosio, direttore dell’Istituto di Asti; Gigi Garelli, direttore dell’Istituto di Cuneo; Elena Mastretta, direttrice dell’Istituto di Novara e Vco; Claudio Dellavalle, presidente dell’Istituto di Torino.

locandina26aprileanpi

Presentazione del Volume “Storia della Resistenza” con gli autori M. FLORES e M. FRANZINELLI

Savona, 25 aprile 2021 (h. 16.00 – 17.15)

isrec-locandina-invito-25-aprile-2021

Presentazione online del volume di

Marcelllo FLORES e Mimmo FRANZINELLI

Storia della Resistenza

(Laterza, Bari-Roma 2019)

La “molteplicità della Resistenza”

Conversazione con Marcello Flores e Mimmo Franzinelli

  • Introduce Franca Ferrando, Presidente ISREC di Savona
  • Dialoga con gli autori Giosiana Carrara, Direttore ISREC

Coordinamento di G. Carrara

L’evento è trasmesso in streaming sulla pagina YouTube “ISREC SAVONA”:  https://youtu.be/2IrL_wS71DU

Ai fini dell’aggiornamento, i docenti potranno prenotarsi entro Sabato 24 inviando e-mail a isrec@isrecsavona.it (oggetto: “Richiesta iscrizione incontro Isrec – 25.04.2021”) specificando: Nome, Cognome, Indirizzo e-mail, n. cellulare, Scuola di appartenenza e Materia insegnata. La frequenza vale come credito formativo perché l’ISREC, in quanto parte della Rete dell’Istituto nazionale “Parri”, è riconosciuto agenzia di formazione accreditata presso il MIUR.

Anniversario Liberazione 2021

manifesto-25-aprile-2021_domodossolaIn occasione del 76mo anniversario della Liberazione la città di Domodossola organizza la manifestazione descritta  nel manifesto.

Ordinare il presente, inventare il futuro

ORDINARE IL PRESENTE, INVENTARE IL FUTURO

Dalle bande partigiane alla Costituzione repubblicana

Un percorso storico-letterario

Dal 24 aprile 2021 sul canale Youtube dell’Istituto Isrec Piacenza

Lo storico Giuseppe Filippetta ripercorre le tappe della nascita della Costituzione italiana dall’8 settembre 1943 all’esperienza partigiana e alla Repubblica attraverso alcune fondamentali pagine di letterati, poeti e politici.

Tommaso Ragno legge e interpreta testi di Alberto Asor Rosa, Carlo Chevallard, René Char, Alfonso Gatto, Carlo Levi, Marcello Venturi, Davide Lajolo, Roberto Battaglia, Andrea Zanzotto, Maurizio Maggiani, Vincenzo Consolo, Aldo Moro, Piero Calamandrei, Gianni Rodari.

Introduzione e coordinamento: Carla Antonini (direttrice isrec)

Iniziativa propostanel contesto della valorizzazione delle celebrazioni civili per il Curricolo di Educazione civica.  
Si tratta di un percorso storico-letterario intessuto da Giuseppe Filippetta – storico e costituzionalista – con puntuali sebbene sintetici richiami alla storia dall’8 settembre 1943 alla Costituzione e al secondo dopoguerra, attraverso l’attenta selezione di brani saggistici e poetici di alcuni dei più grandi interpreti della cultura italiana coeva.
Tommaso Ragno interpreta con tutta la consapevolezza e la passione di un grande attore le parole di Alberto Asor Rosa, Carlo Chevallard, René Char, Alfonso Gatto, Carlo Levi, Marcello Venturi, Davide Lajolo, Roberto Battaglia, Andrea Zanzotto, Maurizio Maggiani, Vincenzo Consolo, Aldo Moro, Piero Calamandrei, Gianni Rodari.
Sono didatticamente possibili molti percorsi sia storici che letterari. Eccone alcuni:
  • la visione integrale del video (1,20′) da offrire ai ragazzi per un esame autonomo a casa prima di un confronto diretto con il docente e i compagni in classe per i chiarimenti e il dibattito. La visione può essere associata o meno, a seconda del livello di conoscenze (la proposta può essere percorribile per i maturandi), alla visione della trattazione storiografica dello stesso Filippetta al link https://www.youtube.com/watch?v=oEbdNourab4;
  • la selezione e approfondimento di uno o più temi, suddivisi tra i ragazzi della classe, chiedendo una rapida ricerca su siti web certificati e successiva presentazione in classe degli autori o dei temi di contesto, che possono essere così individuati:

1) L’8 settembre 1943 e il crollo dello Stato:
Alberto Asor Rosa, L’alba di un mondo nuovo
2) II guerra mondiale. L’Italia occupata dai nazifascisti: anomia, violenza, precarietà della vita e paura della morte
Carlo Chevallard, Diario 1942-1945: cronache del tempo di guerra
3) La Resistenza. La scelta: farsi sovrani e prendere le armi per creare ordine e sicurezza nella vita di tutti:
René Char, Ricerca della base e della vetta e Fogli d’Hypnos
4) La Resistenza. Le scelte dei singoli si uniscono nelle bande e si fanno nuovo mondo comune abitato da eguali solidali tra loro
Alfonso Gatto, “25 aprile” in La storia delle vittime: poesie della Resistenza: 1943-’47 1963-’65
Carlo Levi, Crisi di civiltà
5) La Resistenza come sovranità orizzontale e partecipativa ( a Cefalonia i soldati italiani decidono con un referendum di combattere i tedeschi)
Marcello Venturi, Bandiera bianca a Cefalonia
6) La Resistenza.  Gli ordini giuridici partigiani:
Davide Lajolo, Il voltagabbana
7) La Resistenza.  Democrazia partigiana come autogoverno
Roberto Battaglia, Un uomo un partigiano
8) Il secondo dopoguerra. Finita la Resistenza, smobilitate le bande, cosa rimane oltre il ricordo dei morti?:
Andrea Zanzotto, “1944: FAIER” (1954), in Sull’altopiano e prose varie
9) Il secondo dopoguerra e il referendum monarchia-repubblica e l’Assemblea costituente. Rimane il protagonismo politico e civico degli italiani:
Maurizio Maggiani, “2 giugno 1946”, in Costruire la Repubblica. Volti, voci, piazze
10) Le lotte sociali del secondo dopoguerra. Rimane il protagonismo sociale degli italiani (La Marca che guida le occupazioni delle terre nel Nissano è un ex partigiano):
Vincenzo Consolo, “Ratumemi”, in Le pietre di Pantalica,
11) La Costituzione nasce nel crogiuolo di questo protagonismo, non è solo accordo tra partiti, ma l’esito di un processo sociale di produzione del diritto:
Aldo Moro, 13 marzo 1947 Discorso all’Assemblea costituente
12) La Costituzione come progetto di emancipazione e di liberazione nella libertà
Piero Calamandrei, Arringa al processo a Danilo Dolci
13) La cittadinanza repubblicana come infinita contemporaneità della Resistenza e partecipazione al progetto costituzionale di emancipazione: un programma di civiltà anche per i nostri ragazzi
Gianni Rodari, “Perché si nasce”, in Il libro dei perché (soprattutto per i ragazzi più piccoli)

“Un bindolo”. Video-testimonianza sull’uccisione di Don Domenico Minetti, vittima dei fascisti (Sassello, 21.10.1944)

Nel 76° della Liberazione, l’ISREC ricorda i tanti religiosi  che, anche nella provincia di Savona, offrirono ospitalità e soccorso ai partigiani a rischio delle loro vite. Per questo condivide con la Rete nazionale Parri la video-narrazione realizzata da A. Chiossone su Don Domenico Minetti, trucidato da fascisti il 21.10.1944 a Sassello (SV).

isrec-sv-don-minetti-sassello-21-10-1944

Anteprima dal 21 al 30 aprile 2021

 Un Bindolo”.

L’uccisione di Don Domenico Minetti

attraverso gli occhi e nelle parole di un monello

(Sassello, 21 ottobre 1944)

di Alberto Chiossone

con la testimonianza di Pasqualino Pesce, allora giovanissimo testimone della morte di Don Domenico MINETTI, parroco nella frazione Maddalena di Sassello (SV) e vittima dell’odio fascista.

  • Il sacerdote, accusato di favoreggiamento dei partigiani, è assalito in canonica nella notte del 21 ottobre 1944. Oltraggiato e minacciato di morte, è fucilato nei pressi della chiesa da militi della Divisione San Marco di stanza a Sassello che, non paghi dell’inaudita violenza, irrompono nuovamente nella canonica per fare razzia d’ogni bene.
  • Il video, di taglio antiretorico, affronta con originalità ed efficacia uno tra i temi cruciali della lotta per la Liberazione.

“Anche i partigiani però…” Presentazione del libro di Chiara Colombini

Avventurieri e ladri di polli. Protagonisti di una guerra inutile. Vigliacchi che colpiscono i nemici a tradimento. Terroristi. L’elenco dei luoghi comuni e delle falsificazioni sulla Resistenza è lunghissimo e continua a rafforzarsi a dispetto di ogni prova contraria. Perché?

Presentazione del libro di Chiara Colombini, Anche i partigiani però… (Laterza 2021)

Dialogano con l’autrice Olga Massari e Luca Pastore

Venerdì 30 aprile 2021, ore 17, in diretta sulla pagina facebook dell’Istituto storico Parri

cover

Presentazione volume “Savona, 1 marzo 1944: lo sciopero”

I LIBRI DELL’ISREC DI SAVONA

Evento organizzato dall’ISREC con il patrocinio del Consiglio regionale Assemblea legislativa della Liguria e in collaborazione con ILSREC, USR per la Liguria, ANED di Savona e Imperia, CGIL, CISL e UIL

VENERDÍ 5 MARZO 2021, ORE 16.00 – 17.30

Presentazione on line del volume di

Irene GUERRINI e Marco PLUVIANO

Savona, 1°marzo 1944: lo sciopero.

“Inutili sono stati tutti i passi fatti, inutile ogni ricerca”.

Operai e città tra resistenza, repressione, esigenze dell’economia di guerra nazionalsocialista

(Editrice Impressioni Grafiche, Acqui Terme 2021)

Introduce

Franca Teresa Ferrando, Presidente dell’ISREC della provincia di Savona

Saluti

-          Gianmarco Medusei, Presidente del Consiglio regionale Assemblea legislativa della Liguria

-          Alessandro Clavarino, Direttore dell’Ufficio – USR per la Liguria

-          Andrea Pasa (CGIL), Claudio Bosio (CISL) e Giovanni Mazziotta (UIL), Segretari Generali Territoriali

La narrazione storica dello sciopero del 1° marzo 1944 a Savona

Conversazione con

-          Irene GUERRINI e Marco PLUVIANO (autori del volume e componenti del Comitato scientifico dell’ILSREC)

-          Edmondo MONTALI (responsabile della Sezione Storia della Fondazione Di Vittorio)

Coordina Giosiana CARRARA, Direttore dell’ISREC di Savona

L’incontro si svolge sulla piattaforma Zoom, è gratuito ed aperto a tutti. Per partecipare, occorre scaricare sul proprio dispositivo la app Zoom ed inviare entro Mercoledì 3 marzo una e-mail all’indirizzo isrec@isrecsavona.it con all’oggetto “Richiesta iscrizione incontro ISREC – 5.03.2021” specificando: Nome, Cognome, Indirizzo e-mail personale, n. cellulare e – solo per i docenti – Scuola di appartenenza e Materia insegnata. Giovedì 4 marzo gli iscritti riceveranno una e-mail con il link per effettuare il collegamento.La frequenza all’incontro vale per gli insegnanti come credito formativo perché l’ISREC, in quanto parte della Rete dell’Istituto Nazionale “Parri”, è riconosciuto agenzia di formazione accreditata presso il MIUR.

Per “Ennio CARANDO”, filosofo, partigiano e martire della Resistenza

Venerdì 5 febbraio 2021, ore 10.00 – 11.30

Sala Biblioteca del Liceo “Chiabrera-Martini” di Savona

Per “Ennio CARANDO”, filosofo, partigiano e martire della Resistenza

Ricordo dell’ex docente del Liceo nel 76°della sua scomparsa

Introduce

-          Alfonso GARGANO, Dirigente scolastico del Liceo “Chiabrera-Martini” di Savona

Interventi

-          Guglielmo MARCHISIO, Presidente Associazione Amici del Liceo “Chiabrera” di Savona

-          Giosiana CARRARA, Direttrice dell’ISREC della provincia di Savona

-          Mauro BARACCO, Presidente dell’Associazione Culturale “Angelo Ruga” di Clavesana e Albissola Marina

Inaugurazione Targa e donazione foto del martire antifascista Ennio Carando

Da parte dell’Associazione “Angelo Ruga” in collaborazione con gli “Amici del Liceo Chiabrera” e l’ISREC al Liceo “Chiabrera-Martini” di Savona

 

Presentazione ricerca su “Savona, 1 marzo 1944: lo sciopero”

Dalla ricerca storica alla didattica della storia

Incontri di formazione dell’ISREC di Savona

VENERDI’ 4 Dicembre 2020 – ore 16.00

Presentazione della ricerca storica di

Irene GUERRINI e Marco PLUVIANO, Savona, 1° marzo 1944: lo sciopero

Interviene con gli autori

  • Claudio DELLAVALLE, Presidente dell’Istituto Piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” (Istoreto)

Modera

  • Giosiana CARRARA, Direttore scientifico e didattico Isrec

L’incontro, in diretta streaming, è gratuito e fruibile su piattaforma Zoom, previa iscrizione entro Mercoledì 2 Dicembre tramite e-mail a isrec@isrecsavona.it specificando Nome, Cognome, indirizzo e-mail personale, n. cellulare e – per i docenti – Scuola di appartenenza e Materia insegnata. La partecipazione all’incontro vale ai fini dell’aggiornamento dei docenti. Nella giornata di Giovedì 3 Dicembre verrà inviata e-mail di conferma dell’iscrizione e sarà trasmesso ai richiedenti il link per effettuare il collegamento.

 

 

La Calabria dalla liberazione alla Costituente

Per celebrare la ricorrenza del 2 giungo Festa della Repubblica, l’Istituto “Ugo Arcuri” ricorda gli avvenimenti che hanno ridato la libertà alla Calabria. Una breve ricostruzione attraverso un video visionabile al seguente link. (in caso di difficoltà a visualizzare selezionare il link, cliccare sopra con tasto destro e quindi vai alla pagina…)

https://drive.google.com/file/d/1hs_bbZi6vd5Szuew0N1jZt6ZWwji-9E3/view?usp=sharing