Cosa c’è di nuovo:

copertina del volume

La Resistenza in Italia

Storia, memoria, storiografia

Mirco Carrattieri, Marcello Flores (a cura di)

Questo volume, come ricorda nella sua introduzione Marcello Flores, affronta il tema della Resistenza come fenomeno storico ampio e complesso, la cui eredità risiede non soltanto nel contributo alla liberazione dell’Italia e all’imporre una democrazia avanzata nel paese, ma nella memoria che ha lasciato e che ha contribuito a segnare le tappe dello sviluppo storico della Repubblica. I contributi raccolti nel volume ricostruiscono, in modo sintetico ed efficace, ma senza eludere questioni storiche controverse, la storia e i caratteri della guerra partigiana, il ruolo di tedeschi e fascisti, i conflitti interni alle bande partigiane, l’etica e la politica nella Resistenza, gli usi politici della memoria della Resistenza dalla Liberazione fino ad oggi. Ma offre anche una ricca riflessione sul dibattito storiografico, mette a disposizione una trentina di schede tematiche, una ricca cronologia, una serie di mappe e una sitografia, tutti strumenti utili per chi vuole approfondire ulteriormente questo snodo fondamentale della storia italiana ed europea.

Firenze, goWare, 2018. Pagine: 528. Prezzo: 6.99 Euro

Nota: Volume in formato elettronico (http://www.goware-apps.com/la-resistenza-italiana-storia-memoria-storiografia-mirco-carrattieri-marcello-flores-a-cura-di/) Prezzo in formato cartaceo: 15,99 Euro.

Scarica l’indice in formato .pdf

copertina del volume

Il Sessantotto lungo la via Emilia. Il movimento studentesco in Emilia Romagna (1967-1969)

William Gambetta, Alberto Molinari, Federico Morgagni

Tra il 1967 e il 1969 l’onda conflittuale del Sessantotto attraversa tutte le principali città dell’Emilia e della Romagna. Come nel resto del paese, e ben oltre i suoi confini, anche qui alcune realtà svolgono un ruolo propulsivo ma nessuna è in grado di sintetizzare il movimento nel suo insieme. Le agitazioni studentesche che si diffondono dalle università alle scuole superiori avanzano istanze, elaborazioni teoriche e forme di lotta comuni ma si configurano come un fenomeno policentrico, con percorsi e intensità differenti a seconda dei territori. Una delle principali peculiarità del contesto regionale è il complesso rapporto tra la protesta studentesca e il sistema di mediazione politica egemonizzato dalla sinistra storica, e dal Partito comunista in particolare. Una relazione che emerge sia nei caratteri specifici delle lotte studentesche interne a università e scuole che in quelle esterne ad esse, quando giovani e giovanissimi invadono gli spazi delle città, dando vita a mobilitazioni internazionaliste e antifasciste, a proteste contro la repressione, la stampa filogovernativa e le “prime” teatrali, legandosi anche alle lotte operaie. Quella inedita e incontenibile radicalità, disorienta tutte le forze politiche tradizionali ma soprattutto il Pci che – pur disposto a sostenerne le ragioni, credendo di poterne capitalizzare la forza – si trova spiazzato rispetto a una protesta che mette in discussione il suo tradizionale monopolio dell’opposizione sociale.

Roma, BraDypUS, 2018. Pagine: 293. Prezzo: 25 Euro

Scarica l’indice in formato .pdf

Pubblicato da: Centro studi movimenti

Italia Contemporanea n. 285, dicembre 2017

Con una nuova sezione completamente Open Access!

Appuntamenti e notizie sulle pubblicazioni della rete INSMLI

Eventi programmati o in corso nei prossimi trenta giorni (a partire da oggi)


    Eventi trascorsi o già iniziati (prima di oggi)

    stampa clandestina
    Privacy&Cookie | Accessibilità | Team | Credits | On line dal 17-12-2005