Cosa c’è di nuovo:

copertina del volume

La Resistenza in Italia

Storia, memoria, storiografia

Mirco Carrattieri, Marcello Flores (a cura di)

Questo volume, come ricorda nella sua introduzione Marcello Flores, affronta il tema della Resistenza come fenomeno storico ampio e complesso, la cui eredità risiede non soltanto nel contributo alla liberazione dell’Italia e all’imporre una democrazia avanzata nel paese, ma nella memoria che ha lasciato e che ha contribuito a segnare le tappe dello sviluppo storico della Repubblica. I contributi raccolti nel volume ricostruiscono, in modo sintetico ed efficace, ma senza eludere questioni storiche controverse, la storia e i caratteri della guerra partigiana, il ruolo di tedeschi e fascisti, i conflitti interni alle bande partigiane, l’etica e la politica nella Resistenza, gli usi politici della memoria della Resistenza dalla Liberazione fino ad oggi. Ma offre anche una ricca riflessione sul dibattito storiografico, mette a disposizione una trentina di schede tematiche, una ricca cronologia, una serie di mappe e una sitografia, tutti strumenti utili per chi vuole approfondire ulteriormente questo snodo fondamentale della storia italiana ed europea.

Firenze, goWare, 2018. Pagine: 528. Prezzo: 6.99 Euro

Nota: Volume in formato elettronico (http://www.goware-apps.com/la-resistenza-italiana-storia-memoria-storiografia-mirco-carrattieri-marcello-flores-a-cura-di/) Prezzo in formato cartaceo: 15,99 Euro.

Scarica l’indice in formato .pdf

copertina del volume

Anna Paolina Passaglia. Una vita resistente

Simona Distante

Anna Passaglia, nata a Gragnano Trebbiense (Piacenza) nel 1902, approdo a San Colombano al Lambro nel 1921 sposando il commerciante Giovanni Lanzani. Nel 1932 Anna ebbe la vita sconvolta dalla tragica morte del marito, travolto da un auto guidata da un industriale: rimase vedova con quattro bambini piccoli. Da quel momento procuro il necessario da vivere per se e i suoi bambini intraprendendo il mestiere di sarta, sua giovanile passione. Il fascismo lesino gli aiuti economici alla sua famiglia e lei non si abbasso a suppliche presso esponenti di un regime che nel suo animo detestava. In lei era vivo l ideale socialista, che era stato di suo padre. L attivita di sarta le offrira l occasione di contatti con militanti antifascisti e, dopo l 8 settembre 1943, si impegno nell attivita resistenziale, aiutando chi era nel pericolo, supportando l attivita di nuclei partigiani, orientando la scelta di resistenza del figlio Mario e, nell autunno 1944, facendosi sempre piu organica ai gruppi partigiani dell Oltrepo Pavese. Dopo la Liberazione Anna fondo la sezione Anpi di San Colombano al Lambro e fu la prima donna a essere eletta nel Consiglio comunale del paese. Dopo un periodo vissuto a Milano lavorando come portinaia di un condominio, ritorno al paese restando disponibile e aperta verso tante persone bisognose di un aiuto. Mori nel 1998.

, 2018. Pagine: 216

Pubblicato da: Istituto lodigiano per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea

Italia Contemporanea n. 285, dicembre 2017

Con una nuova sezione completamente Open Access!

Appuntamenti e notizie sulle pubblicazioni della rete INSMLI

Eventi programmati o in corso nei prossimi trenta giorni (a partire da oggi)


    Eventi trascorsi o già iniziati (prima di oggi)

    stampa clandestina
    Privacy&Cookie | Accessibilità | Team | Credits | On line dal 17-12-2005