Corso di formazione. CANTIERE MIGRAZIONI: un altro punto di vista. Seconda edizione

Il TAVOLO MIGRAZIONE di Casale Monferrato, costituito dalle associazioni: ANPI, AVIS, E-FORUM, LEGAMBIENTE, ME.DEA, MIGRANTES, SCOUTS, Associazione gambiana, dalle Organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL, e dall’ ISRAL (Istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria) dopo il successo della prima edizione organizza una seconda iniziativa di aggiornamento,     costituita da quattro conferenze/ dibattito, aperte a tutti i cittadini, ma rivolte in particolare agli operatori del settore (docenti, mediatori culturali, volontari, giornalisti, grazie alla collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte) dal titolo:

 

CANTIERE MIGRAZIONI: un altro punto di vista. Seconda edizione

 

E’ necessario un altro sguardo per allontanarsi dai luoghi comuni, e adottare un approccio scientifico che prenda in considerazione sia i bisogni di chi emigra sia della società che accoglie, per migliorare le conoscenze collettive, per eliminare i troppo frequenti stereotipi, per avviare di conseguenza una progettualità costruttiva, virtuosa, positiva. Riprendendo ora il discorso avviato prima dell’emergenza sanitaria, si è concordato di proseguire il percorso di formazione per approfondire le  nostre conoscenze del fenomeno e affrontare  in maniera adeguata le nuove sfide che il Covid 19 ha fatto emergere: il clima, le questioni di genere, le politiche di sostegno sociale, la cittadinanza.

Gli incontri si svolgeranno in presenza a Casale Monferrato presso la sala  del Mutuo Soccorso, con ingresso da Viale Luigi Beretta (a fianco dei giardini della stazione) dalle 17.30 alle 19,30.

I docenti potranno iscriversi al corso attraverso la Piattaforma SOFIA del Miur (codice n.  48959) a partire da ora; oppure compilare il modulo allegato e inoltrarlo a didattica@isral.it. Preghiamo chi intendesse partecipare di inviare comunque la scheda di partecipazione all’Isral, per poter predisporre la sala con le necessarie misure di protezione anti Covid 19.

Il programma e il modulo d’iscrizione si trovano nella circolare allegata.

prot-_409_2020

20200916120326348_0001

Corso Cantiere Migrazione, un altro punto di vista. Seconda edizione”

Martedì 13 ottobre alle ore 17,30, nei locali del Mutuo Soccorso, viale Luigi Beretta, Casale Monferrato, si svolgerà il secondo  incontro del  ciclo  “Cantiere Migrazione, un altro punto di vista. Seconda edizione” promosso dal Tavolo Migrazione composto da eForum, Me.Dea. Centro Antiviolenza, Equazione, Scouts, Avis, Cgil, Cisl e Uil, Anpi, Fondazione Migrantes, Legambiente, Associazione Gambiana e Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea di Alessandria, con la collaborazione dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte e il sostegno del Centro Servizi Volontariato di Asti e Alessandria e con il patrocinio del Comune di Casale Monferrato.

Interverranno Vittorio Cogliati Dezza, già presidente di Legambiente e  Valerio Calzolaio, giornalista. Modera l’incontro Franca Nebbia, giornalista de “La Stampa”.Nel corso dell’incontro verrà presentato il libro di Valerio Calzolaio La specie meticcia. Introduzione multidisciplinare a una teoria scientifica del migrare  (People, 2019)

Il tema  della giornata è ECO-PROFUGHI: MIGRAZIONI E CAMBIAMENTI CLIMATICI Ruoli, responsabilità e cause. I collegamenti tra oscillazioni climatiche, fattori ecologici e migrazioni

Si ricorda che in ottemperanza con le nuove disposizioni in materia di prevenzione del Covid-19 l’ingresso sarà consentito ad un massino di sessanta persone.

20201012154454177_0001

Presentazione del n.67 di Quaderno di Storia Contemporanea

Lunedì 5 ottobre presso la sala mostre di Palazzo Guasco (via Guasco 49), Alessandria, alle ore 17 verrà presentato il 67° Quaderno di storia contemporanea. Intitolato Spazio  Città Ambiente, il 67° numero della rivista dell’Isral riflette sul tema dello spazio, urbano e non, delle problematiche del suo buon governo in ambito urbano e extraurbano, interrogandosi da un lato attorno alla crisi dell’urbanistica e alla ridefinizione del concetto stesso di spazio pubblico, dall’altro attorno alla progressiva antropizzazione del territorio, a partire da quanto accaduto nel nostro contesto locale negli ultimi decenni. Una sezione della rivista è invece dedicata alla memoria di Marisa Ombra e Anna Bravo. Vi hanno contribuito Tatiana Agliani, Sergio Boidi, Patrizia Buzzi, Laura Erbetta, Marcello Ferralasco, Francesco Indovina, Laurana Lajolo, Roberto Lasagna, Stefano Leardi, Fabio Luino, Francesca Lupo, Alberto Maffiotti, Carlo Piccini, Mariano Santaniello, Luciana Ziruolo.
All’incontro, coordinato da Laurana Lajolo, parteciperanno alcuni degli autori dei saggi presenti nella nostra rivista
qsc-67_corretto

“Al Rombo del Cannon”: lezione concerto a Mede

Il Centro Arte e Cultura/La Fucina di San Rocco e l’ISRAL con il patrocinio del Comune di Mede
per il ciclo La Storia siamo noi invita alla lezione-concerto dal libro AL ROMBO DEL CANNON. Grande guerra e canto popolare (Neri Pozza, 2019 ) che si svolgerà a MEDE, sabato 3 ottobre 2020,  alle ore 15,30, al Parco XI Settembre ( in caso di maltempo sarà prevista una sede alternativa).

Franco Castelli, autore con Emilio Jona e Alberto Lovatto della ricerca, parlerà del recupero di questo straordinario repertorio inedito di canti di guerra / contro la guerra, che ci fa percepire il reale sentire dei soldati durante la Prima guerra Mondiale, protagonisti umili di un evento storico di dimensioni inaudite. Accanto all’ascolto di brani in registrazione originale, in concerto dal vivo,  le voci di Fulvia Maldini , Betti Zambruno, con l’accompagnamento musicale di Rudi Bargioni, con moderna
sensibilità faranno rivivere le note dolenti dei canti di trincea,  le invettive antimilitariste più incisive e toccanti, i canti di dolore e del lutto.

locandinamede-3-10

XXV Convegno Internazionale “Il corpo liberato: per una semantica storica della fisicità”

Si svolgerà a Rocca Grimalda dal 25 al 27 settembre la  XXV edizione del Convegno Internazionale del XXV Convegno Internazionale “Il corpo liberato: per una semantica storica della fisicità”, organizzato dal Laboratorio Etno-antropologico di Rocca Grimalda in collaborazione con l’Isral. Il convegno si articolerà in quattro sessioni:

venerdì 25 settembre pomeriggio alle ore 15, sessione plenaria;

sabato 26 settembre:   Ore 9 – sessione mattutina. Ore 14,30 – sessione pomeridiana. Ore 18,30, Sale espositive di Palazzo Borgatta, inaugurazione della mostra Corpi pensanti a cura di Filippo Mollea Ceirano

domenica 27 settembre:  Ore 9 – sessione mattutina.

I lavori del corso si svolgeranno nelle Cantine di Palazzo Borgatta di Rocca Grimalda (AL), piazza Senatore Borgatta 1. Il convegno si terrà in presenza nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti.

Il convegno ha valore di corso di aggiornamento. E’ possibile effettuare l’iscrizione sulla piattaforma SOFIA, codice: 48644. Per i docenti non iscritti alla piattaforma alleghiamo la scheda di iscrizione che andrà inviata via mail all’indirizzo: didattica@isral.it. La registrazione delle presenze si terrà, come gli anni scorsi, a Rocca Grimalda in Palazzo Borgatta. L’Isral è ente riconosciuto dal Miur per la formazione dei docenti in quanto aderente all’Istituto nazionale Ferruccio Parri che con la rete degli Istituti associati ha ottenuto il riconoscimento di agenzia formativa, con DM 25.05.2001, prot. n. 802 del 19.06.2001, rinnovato con decreto prot. 10962 del 08.06.2005, accreditamento portato a conformità della Direttiva 170/2016 con approvazione del 01.12.2016 della richiesta n. 872 ed è incluso nell’elenco degli Enti accreditati. Si ricorda che i convegni e tutte le attività per gli insegnanti organizzate dall’Isral consentono la richiesta di esonero dal servizio per aggiornamento professionale.

brocure-2v

brocure22v

Incontri con gli autori a San Salvatore

L’Isral collabora con il Comune di San Salvatore per la rassegna “Incontri con gli autori – A tutto Volume”. Il 31 agosto, alle ore 21, nel giardino di Casa Barco (Biblioteca di San Salvatore) Raffaella Romagnolo presenterà il suo libro Destino (Rizzoli, 2018). In dialogo con lei, Daniele Borioli, Presidente dell’Associazione Memoria delle Benedicta. L’evento si terrà all’aperto nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza.31-agosto

In collina dalle storie alla storia: quinto appuntamento

Abbiamo scelto la cornice del cortile della Biblioteca di San Salvatore per la presentazione del numero 67 della nostra rivista semestrale “Quaderno di storia contemporanea”, edita grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, che si terrà lunedì 24 agosto alle ore 21. All’incontro, coordinato da Laurana Lajolo e da Mariano Santaniello, interverranno alcuni autori.

Il 67° Quaderno di storia contemporanea, Spazio Città Ambiente,  affronta il complesso tema del governo dello spazio urbano e dell’antropizzazione del territorio, con una particolare attenzione al contesto alessandrino. Nella prima sezione – Urbanistica e politica ­– Mariano Santaniello e Francesco Indovina dialogano sull’urbanistica a partire dall’assenza nel dibattito pubblico del tema della progettazione degli spazi urbani; Marcello Ferralasco ricostruisce le vicende storiche del piano regolatore di Alessandria; Roberto Lasagna riflette su come il cinema si sia occupato di questi temi a partire dal film di Rosi, Mani  sulla città. Tatiana Agliani, nell’inserto fotografico, ci dà un saggio per immagini di come la fotografia italiana abbia interpretato il territorio urbano. Nella sezione Lo spazio pubblico Sergio Boidi, interrogandosi attorno alla crisi dell’urbanistica, indica la necessità di riarticolare un discorso attorno allo spazio quale bene pubblico; Luciana Ziruolo riflette, avvalendosi del dibattito attuale in corso fra storici e geografi, su come la contemporaneità abbia visto stravolte le relazioni tradizionali fra la città e il suo territorio. Stefano Leardi ci restituisce la riflessione filosofica più aggiornata sul tema. Nella sezione Antropizzazione del territorio i saggi di Fabio Luino, Carlo Piccini e Patrizia Buzzi ricostruiscono, dandoci anche conto dei problemi oggi aperti, l’evoluzione del dissesto idro-geologico del territorio alessandrino mentre Laura Erbetta e Alberto Maffiotti si soffermano sugli importanti impatti che il cambiamento climatico sta avendo sulla coltura della vite nel territorio del Piemonte meridionale. Infine nella sezione Donne e storia Laurana Lajolo e Luciana Ziruolo ricordano la figura di Marisa Ombra e Anna Bravo (Ziruolo con un saggio sulla presenza delle donne nel movimento resistenziale della nostra provincia; Lajolo con un profilo di Marisa Ombra e una riflessione sulle innovazioni nel campo degli studi resistenziali apportate da Anna Bravo).

LOCANDINA_BASE

Incollina dalle storie alla storia: quarto appuntamento.

Per la rassegna estiva dell’Isral In collina dalle storie alla storia, Cesare Panizza prosegue gli incontri di presentazione del suo libro  Dalle belle città date al nemico. Il Partigianato in provincia di Alessandria.  (Alessandria, Falsopiano, 2020). Il libro sarà presentato a Rocchetta Ligure venerdì 21 agosto alle 18 al Museo “GB Lazagna – Resistenza e vita sociale in Val Borbera”,  nella sala incontri di  Palazzo Spinola, un luogo particolarmente significativo per la storia del movimento resistenziale in provincia di Alessandria.

Come tutti gli eventi della rassegna  anche questo si svolgera nel rispetto delle prescrizioni dovute all’emergenza Covid.  Per informazioni e prenotazioni tel.0143 90004,  email: museo.rocchettaligure@gmail.com

Catalogato un prezioso nucleo di libri antichi nella biblioteca dell’Isral

Non tutti sanno  che la biblioteca dell’Isral possiede anche libri antichi, cioè, secondo le convenzioni biblioteconomiche, stampati prima del 1831. Si tratta di un nucleo che fa parte del fondo Dossena, già di per sé di alto valore storico perché testimonianza delle letture e dell’universo culturale di una famiglia che svolse un ruolo di primo piano nel Risorgimento Alessandrino, in particolare attraverso Giovanni (1798-1827), membro della Giunta provvisoria di governo con  Santorre di Santarosa e per questo esiliato (finì prematuramente i suoi giorni a Barcellona); ma ancora più prezioso appunto perché custodisce al suo interno questi libri antichi.

Sono 108 monografie, alcune facenti parte di opere in più volumi e legate insieme. Si tratta di libri prevalentemente del XIX secolo, 26 risalgono al XVIII e 5 al XVII. Il più antico è del 1668, si tratta di un’edizione stampata ad Amsterdam delle Metamorfosi di Ovidio posseduta solo dalla Biblioteca Nazionale di Firenze e da noi in Italia, con un bel frontespizio calcografico e marca editoriale. Non è l’unico libro raro che si trova nel fondo: i bibliotecari dell’Isral Paolo Carrega e Giulia Vay hanno catalogato sei libri di cui nessuna biblioteca in Italia, sino ad oggi,  aveva  segnalato la presenza; altri libri sono presenti in pochissime altre biblioteche.

Naturalmente questi libri non possono essere dati in prestito, ma il bibliofilo curioso potrà consultarli in sede prenotandosi all’indirizzo biblioteca@isral.it.

Catalogo antichi-dossena

L’Isral vicino ai cittadini: chiusura dell’Istituto solo durante la settimana di Ferragosto

L’Isral, fra i primi istituti culturali in provincia di Alessandria, ha riaperto in sicurezza i suoi servizi il 18 maggio scorso, dopo la prolungata chiusura disposta dalle autorità a causa dell’emergenza Covid-19. Per venire incontro alle esigenze dei nostri utenti, quest’anno, grazie ad uno sforzo organizzativo, riusciremo a garantire l’apertura del nostro Istituto per tutto il periodo estivo, fatta salva la settimana di Ferragosto: saremo chiusi soltanto dall’8 al 16 agosto e riapriremo lunedì 17. Il prestito bibliotecario e la sala di consultazione saranno disponibili secondo il consueto orario e con le modalità a suo tempo precisate. Per comodità dei lettori, richiamiamo di seguito le modalità per la sala di consultazione: l’ingresso sarà consentito a una sola persona per volta, su prenotazione da effettuarsi all’indirizzo biblioteca@isral.it almeno due giorni prima di quello in cui si desidera accedere alla sala studio, indicando in oggetto Prenotazione sala di consultazione. Valgono sempre tutte le cautele richieste agli utenti per l’accesso ai locali dell’Istituto, in particolare l’obbligo di indossare la mascherina.

Il servizio di prestito interbibliotecario, legato alle altre biblioteche, compresa la consultazione archivistica, sarà invece sospeso dal 20 luglio e riprenderà il 24 agosto. Proseguono inoltre gli incontri della rassegna In collina dalle storie alla storia che, come gli altri servizi, sono un modo per essere vicini agli abitanti della nostra provincia.