I principi fondamentali della nostra Costituzione

Vercelli, 8 marzo 2021, scuola secondaria di primo grado “Avogadro”: incontri di approfondimento sui principi fondamentali della Costituzione, a cura di Maurizio Regis, per gli studenti delle classi III A e III E.

L’iniziativa fa parte del Progetto Memoria, Memorie, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, che l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia ha promosso per l’a. s. 2020-2021.

Confine orientale, foibe ed esodo

Biella, 2 marzo 2021, Istituto superiore “Sella”: Confine orientale, foibe ed esodo, intervento di Enrico Miletto per gli studenti della classe V del Liceo delle Scienze applicate.

L’iniziativa fa parte del Progetto Memoria, Memorie, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, che l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia ha promosso per l’a. s. 2020-2021.

Terzo incontro del progetto “Io abito il mio paese” a Vercelli

Vercelli, 26 febbraio 2021, scuola secondaria di primo grado “Avogadro”: terzo incontro dedicato alle scritture autobiografiche nell’ambito di Io abito il mio paese. La scuola della memoria. Progetto di scrittura autobiografica e di raccolta di storie di vita sul tema della cura del bene comune, per gli alunni della classe II A.

Nello specifico, questo progetto intende, attraverso una serie di attività e di riflessioni, guidare bambini e adulti a individuare gli spazi comuni, naturali o costruiti dall’uomo, in cui si muovono nella loro quotidianità, al fine di evidenziarne aspetti positivi e negativi; riconoscere il vissuto personale, esperienziale ed emotivo, legato agli spazi individuati; riconoscere il valore relazionale che caratterizza i luoghi nei quali si svolge la vita comunitaria; incrementare la consapevolezza del valore collettivo di tali spazi; incrementare la consapevolezza della correlazione tra azione individuale e bene comune; focalizzare l’attenzione sulle azioni volte alla valorizzazione di tali spazi, individuando le possibili azioni, sia a livello del singolo sia a livello collettivo, a favore della tutela e del miglioramento degli stessi.

Inoltre, emerge una seconda finalità, ovvero, la promozione della costituzione di un laboratorio sociale di scambio intergenerazionale, in cui gli attori siano gli alunni coinvolti, le loro famiglie, insegnanti e adulti presenti nell’istituzione scolastica, adulti e persone anziane del territorio. Si tratta di una proposta che vuole fissare il senso di un passaggio generazionale e di una trasmissione di saperi ed esperienze, in modo da far diventare ciascuna storia di vita parte della memoria collettiva.

La proposta prevede tre differenti momenti di attività: percorso di scrittura autobiografica, in cui gli alunni  avranno la possibilità di raccontarsi attraverso la scrittura sulla tematica scelta, ovvero la cura del bene comune; raccolta di biografie, che consentirà agli studenti di diventare dei veri e propri “biografi” ovvero, dei raccoglitori di storie di vita, acquisendo competenze nell’ascolto delle storie; restituzione del lavoro realizzato con gli alunni e gli adulti. Il progetto è curato da Barbara Calaba per l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia.

I principi fondamentali della nostra Costituzione

Saluggia, 23 febbraio 2021, scuola secondaria di primo grado “Farini”: incontri di approfondimento sui principi fondamentali della Costituzione, a cura di Maurizio Regis, per gli studenti delle classi III A e III B.

L’iniziativa fa parte del Progetto Memoria, Memorie, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, che l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia ha promosso per l’a. s. 2020-2021.

Quarto workshop del corso “Ri-conoscere = Rispettare. Per una nuova didattica alle pari opportunità”

locandina-corso-pari-opportunitaGiovedì 18 febbraio 2021, ore 17: quarto workshop nell’ambito del corso di formazione didattica disciplinare Ri-conoscere = Rispettare. Per una nuova didattica alle pari opportunità. Il corso si configura come unità formativa di 25 ore complessive, comprensive di: lezioni frontali (tot. 12 ore); workshops (tot. 8 ore); eventuale percorso didattico in alternativa a tre workshops (tot. 6 ore); attività di autoformazione (tot. 5 ore).

L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha mostrato e acutizzato disuguaglianze e disparità già esistenti all’interno della nostra società. Alcune categorie sociali, quali le donne, alcune minoranze etniche e le cosiddette “nuove povertà”, secondo la definizione di Bauman, hanno subito, più di altre, le necessarie disposizioni imposte per il contenimento della pandemia e, in alcuni casi, sono state oggetto di veri e propri fenomeni discriminatori. La crisi sanitaria ha dunque mostrato una più profonda crisi generale che avrà delle conseguenze di lunga durata sulla nostra società, ma questo non può e non deve esimerci dalla tutela delle categorie sociali più a rischio e più esposte. Si tratta dunque di “trasformare” l’emergenza in un’occasione di riflessione e di successiva azione rispetto al tema delle “pari opportunità” così come enunciato dall’art. 3 della nostra Carta costituzionale.

Il corso, organizzato dall’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, intende offrire occasioni di approfondimento per i docenti delle scuole di ogni ordine e grado che vogliano approcciarsi al tema delle pari opportunità all’interno della propria materia d’insegnamento o intendano proporre progetti didattici trasversali nell’ambito del nuovo insegnamento di educazione civica. Le lezioni e i workshops si svolgeranno sotto forma di webinar tramite la piattaforma Zoom, nella fascia oraria dalle 16 alle 18.

Il quarto workshop, La doppia persecuzione, è tenuto da Marta Nicolo, dottoressa di ricerca in storia contemporanea e docente, collaboratrice dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia.

I principi fondamentali della nostra Costituzione

Saluggia, 18 febbraio 2021, scuola secondaria di primo grado “Farini”: incontri di approfondimento sui principi fondamentali della Costituzione, a cura di Maurizio Regis, per gli studenti delle classi I A e I B.

L’iniziativa fa parte del Progetto Memoria, Memorie, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, che l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia ha promosso per l’a. s. 2020-2021.

Terzo workshop del corso “Ri-conoscere = Rispettare. Per una nuova didattica alle pari opportunità”

locandina-corso-pari-opportunitaGiovedì 11 febbraio 2021, ore 16.30: terzo workshop nell’ambito del corso di formazione didattica disciplinare Ri-conoscere = Rispettare. Per una nuova didattica alle pari opportunità. Il corso si configura come unità formativa di 25 ore complessive, comprensive di: lezioni frontali (tot. 12 ore); workshops (tot. 8 ore); eventuale percorso didattico in alternativa a tre workshops (tot. 6 ore); attività di autoformazione (tot. 5 ore).

L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha mostrato e acutizzato disuguaglianze e disparità già esistenti all’interno della nostra società. Alcune categorie sociali, quali le donne, alcune minoranze etniche e le cosiddette “nuove povertà”, secondo la definizione di Bauman, hanno subito, più di altre, le necessarie disposizioni imposte per il contenimento della pandemia e, in alcuni casi, sono state oggetto di veri e propri fenomeni discriminatori. La crisi sanitaria ha dunque mostrato una più profonda crisi generale che avrà delle conseguenze di lunga durata sulla nostra società, ma questo non può e non deve esimerci dalla tutela delle categorie sociali più a rischio e più esposte. Si tratta dunque di “trasformare” l’emergenza in un’occasione di riflessione e di successiva azione rispetto al tema delle “pari opportunità” così come enunciato dall’art. 3 della nostra Carta costituzionale.

Il corso, organizzato dall’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, intende offrire occasioni di approfondimento per i docenti delle scuole di ogni ordine e grado che vogliano approcciarsi al tema delle pari opportunità all’interno della propria materia d’insegnamento o intendano proporre progetti didattici trasversali nell’ambito del nuovo insegnamento di educazione civica. Le lezioni e i workshops si svolgeranno sotto forma di webinar tramite la piattaforma Zoom, nella fascia oraria dalle 16 alle 18.

Il terzo workshop, Istruzione, sport e pari opportunitàè tenuto da Enrico Pagano, direttore dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia.

Città in guerra: Biella 1943-1945

Biella, 8 febbraio 2021: Città in guerra: Biella 1943-1945, visita guidata sui luoghi della memoria della città di Biella a cura di Maurizio Regis, per gli studenti della classe V dell’Istituto commerciale “Bona” di Biella.

Il percorso attraversa i luoghi più significativi del centro storico (piazza San Giovanni Bosco, luogo dell’eccidio di San Cassiano del 22 dicembre 1943; piazza Martiri della Libertà, luogo di fucilazione di ventidue partigiani e sede delle celebrazioni per la fine della guerra; piazza Curiel, sede della ex Casa del Balilla e della ex Casa del Fascio, esempi di edilizia fascista e di governo totalitario; Villa Schneider, sede del comando biellese delle Ss e luogo di tortura dei partigiani catturati, ecc. ecc.).

La proposta didattica si inserisce nel progetto Memoria Memorie dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia per l’anno scolastico 2020-2021, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado.

Secondo incontro del progetto “Io abito il mio paese” a Vercelli

Vercelli, 5 febbraio 2021, scuola secondaria di primo grado “Avogadro”: secondo incontro dedicato alle scritture autobiografiche nell’ambito di Io abito il mio paese. La scuola della memoria. Progetto di scrittura autobiografica e di raccolta di storie di vita sul tema della cura del bene comune, per gli alunni della classe II A.

Nello specifico, questo progetto intende, attraverso una serie di attività e di riflessioni, guidare bambini e adulti a individuare gli spazi comuni, naturali o costruiti dall’uomo, in cui si muovono nella loro quotidianità, al fine di evidenziarne aspetti positivi e negativi; riconoscere il vissuto personale, esperienziale ed emotivo, legato agli spazi individuati; riconoscere il valore relazionale che caratterizza i luoghi nei quali si svolge la vita comunitaria; incrementare la consapevolezza del valore collettivo di tali spazi; incrementare la consapevolezza della correlazione tra azione individuale e bene comune; focalizzare l’attenzione sulle azioni volte alla valorizzazione di tali spazi, individuando le possibili azioni, sia a livello del singolo sia a livello collettivo, a favore della tutela e del miglioramento degli stessi.

Inoltre, emerge una seconda finalità, ovvero, la promozione della costituzione di un laboratorio sociale di scambio intergenerazionale, in cui gli attori siano gli alunni coinvolti, le loro famiglie, insegnanti e adulti presenti nell’istituzione scolastica, adulti e persone anziane del territorio. Si tratta di una proposta che vuole fissare il senso di un passaggio generazionale e di una trasmissione di saperi ed esperienze, in modo da far diventare ciascuna storia di vita parte della memoria collettiva.

La proposta prevede tre differenti momenti di attività: percorso di scrittura autobiografica, in cui gli alunni avranno la possibilità di raccontarsi attraverso la scrittura sulla tematica scelta, ovvero la cura del bene comune; raccolta di biografie, che consentirà agli studenti di diventare dei veri e propri “biografi” ovvero, dei raccoglitori di storie di vita, acquisendo competenze nell’ascolto delle storie; restituzione del lavoro realizzato con gli alunni e gli adulti. Il progetto è curato da Barbara Calaba per l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia.

Il dramma del confine orientale

Saluggia, 5 febbraio 2020, scuola secondaria di primo grado “Farini”: Il dramma del confine orientale, approfondimento sui temi del Giorno del ricordo delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale, a cura del prof. Marcello Vaudano, dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, per gli studenti delle classi terze.

L’iniziativa fa parte del Progetto Memoria, Memorie, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, che l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia ha promosso per l’a. s. 2020-2021.