La Calabria dalla liberazione alla Costituente

Per celebrare la ricorrenza del 2 giungo Festa della Repubblica, l’Istituto “Ugo Arcuri” ricorda gli avvenimenti che hanno ridato la libertà alla Calabria. Una breve ricostruzione attraverso un video visionabile al seguente link. (in caso di difficoltà a visualizzare selezionare il link, cliccare sopra con tasto destro e quindi vai alla pagina…)

https://drive.google.com/file/d/1hs_bbZi6vd5Szuew0N1jZt6ZWwji-9E3/view?usp=sharing

 

L’attività repressiva fascista e nazista durante l’occupazione tedesca in Umbria

L’Isuce la Fondazione Ranieri di Sorbello organizzano, presso la sede della Fondazione in piazza Piccinino 9, l’incontro L’attività repressiva fascista e nazista durante l’occupazione tedesca in Umbria (1943-1944). Nuove ricerche.

invito

Presentazione del volume “Un prigioniero in fuga”

L’Isuc e la Fondazione Ranieri di Sorbello organizzano, presso la sede della Fondazione in piazza Piccinino 9, la presentazione del volume di Ian Reid, Un prigioniero in fuga. Storia di cinque evasioni (Editoriale Umbra 2019).

invito

I rifugi antiaerei di Terni

L’Isuc in collaborazione con il comune di Terni, il Gruppo grotte pipistrelli del Cai di Terni e il Club alpino italiano organizzano la visita guidata al rifugio antiaerei di Palazzo Carena, uno dei più significativi della città.

invito

LudoStoria

Locandina Ludostoria al centro studi Memoria In Rete.

L’Istituto spezzino per la Storia della Resistenza e dell’Eà contemporanea in collaborazione con il Master di Public History dell’Università di UniMore e l’Associazione Forgia del Tempo, hanno voluto creare un’iniziativa chiamata Ludostoria rivolta ai ragazzi delle scuole medie e superiori della provincia della Spezia.
Si tratta di un progetto che si svilupperà su due giorni (13 e 14 aprile) e che coinvolgerà un pubblico prevalentemente giovane per mezzo di giochi da tavolo e di ruolo immersi nella storia del ‘900. L’idea di fondo è far si che la Storia non sia solo come sfondo della narrazione, bensì un vero punto cardine per tutto il percorso di gioco.
Si è pensato di far imparare giocando, con elementi didattici e nozionistici che saranno parte integrante del cosiddetto “gameplay” nei vari giochi; così facendo non si dovrebbe appesantire l’esperienza del giocatore o semplificarne il contenuto.
In questo caso, lo storico, cerca di selezionare i giochi nei quali è possibile farlo apportando delle modifiche o delle narrazioni più efficaci con gli autori degli stessi.
Nei vari giochi si affrontano diverse tematiche come la guerra di resistenza, quella “civile” in Italia tra il 1943-1945, il contesto della grande guerra europea dal 1914 al 1945 o la deportazione.

 

 

 

Presentazione del volume “La lunga via del ritorno”

L’Isuc e la Fondazione Ranieri di Sorbello organizzano, presso la sede della Fondazione in piazza Piccinino 9, la presentazione del volume di Janet Kinrade Dethick, La lunga via del ritorno. I prigionieri alleati in Umbria (1943-44)  (Morlacchi editore 2018).

invito

 

ISREC-SV. Giorno del Ricordo

L’ISREC-SV e l’ANPI provinciale di Savona,

Sabato 16 febbraio 2019 (h. 15.00 – 17.00), presso la “Sala Rossa” del Comune di Savona, in occasione

del Giorno del Ricordo, organizzano

Incontro con lo storico Davide CONTI, autore dei volumi

L’occupazione italiana dei Balcani (Odradek 2008)

e Crimini di guerra italiani (Odradek 2011)

- Introduce Giorgio AMICO (ricercatore ISREC)

1000 DVD per i Giusti: al via la campagna di crowdfunding

Il documentario sarà presentato per la prima volta sabato 26 gennaio 2019 alle ore 18.00 nell’ambito della mostra “Arpad Weisz, dal successo alla tragedia” allestita presso la Sinagoga di via dell’Aquila a Reggio Emilia, con gli autori e Alessandra Fontanesi, Istoreco

E’ iniziata la campagna di crowdfunding per sostenere “Giusti”, il nuovo film documentario prodotto da Istoreco, realizzato da Matthias Durchfeld e Andrea Mainardi. Storie di salvati e di salvatori nell’Europa delle leggi razziali, della persecuzione e dello sterminio.

“Giusti” è un film documentario dedicato alle donne a agli uomini che in Emilia Romagna rischiarono la propria vita per salvare ebrei perseguitati dalle leggi razziste e dalla sterminio durante la Shoah. Chiunque può contribuire, consentendo così il completamento il lavoro di postproduzione e stampare 1.000 dvd per conservare la memoria di quei giorni tragici, e raccontare alle nuove generazioni questi straordinari esempi di solidarietà.

Come si può dare una mano?

La campagna di crowdfunding  si appoggia alla piattaforma Ginger. Seguendo QUESTO LINK troverete tutti i dettagli della campagna e tutti i premi disponibili.

Questa è la pagina Facebook del progetto, dove saranno pubblicati aggiornamenti e anticipazioni del lavoro.

Insegnare il ’900. Memoria, testimonianze, documenti nello studio della storia contemporanea

Progetto di formazione per insegnanti, collaboratori della rete degli Istituti storici della rete INSMLI, operatori dei musei di storia contemporanea, creato da Elke Gryglewski e Tommaso Speccher con il sostegno del centro didattico della Casa della conferenza di Wannsee in collaborazione con Istoreco (Istituto per la Storia della Resistenza e Società contemporanea di Reggio Emilia)

6-9 dicembre 2018 Berlino

La cultura della memoria in Germania: successi, crisi, prospettive

Negli ultimi anni la cultura della memoria del XX Secolo in Germania è stata messa seriamente in crisi da una serie di fattori. Da una parte i movimentismi reazionari delle destre ormai giunte in parlamento, dall’altra il cambiamento radicale della società tedesca, lontana dalla memoria diretta dei fatti hanno portato una trentennale tradizione memoriale ad una nuova fase in cui ripensarsi. La stratificazione complessa di questa crisi è chiaramente percepibile nella topografia della capitale Berlino. In queste quattro giornate cercheremo innanzitutto di approfondire gli aspetti didattici e metodologici e le sfide dell’insegnamento della storia del XX Secolo nella società attuale soggetta a importanti processi migratori da una parte, quanto a meccanismi regressivi e reazionari dall’altra. Ai seminari didattici presso la Casa della conferenza di Wannsee, seguiranno una giornata di escursioni lungo le strade di Berlino, alla ricerca delle fasi memorialistiche più importanti degli ultimi 30 anni: dalla Bayerischer Platz al Memoriale dell’Olocausto. Parallelamente saranno visitati il Museo ebraico di Libeskind e il Quartiere ebraico. L’obiettivo di questo corso di formazione è quello di guardare alla cultura della memoria come uno dei temi unificanti per una condivisione europea dei linguaggi e dei saperi; a questo si aggiunge la possibilità costante di analizzare parallelamente la situazione, su questo stesso tema, in Italia.

Scarica il programma con tutte le info!

Scarica la scheda di iscrizione